• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Euro 2016 > Germania-Italia, Löw: "Non guardo al passato. De Rossi mi piace molto"

Germania-Italia, Löw: "Non guardo al passato. De Rossi mi piace molto"

Il selezionatore tedesco si sofferma sulla sfida di sabato sera a Bordeaux


Joachim Löw ©Getty Images
Giorgio Musso (@GiokerMusso)

28/06/2016 13:20

GERMANIA ITALIA EURO 2016 LOW / PARIGI (Francia) - Sarà ancora una volta Germania-Italia. Gli 'Azzurri' affronteranno per l'ennesima volta i tedeschi in una grande manifestazione internazionale dopo l'impresa compiuta ieri a 'Saint-Denis' contro i campioni d'Europa uscenti della Spagna. Per le news Italia, nonostante i precedenti nettamente sfavorevoli, Joachim Löw lancia il guanto di sfida alla Nazionale di Conte in vista dell'incrocio di sabato sera a Bordeaux: "Non abbiamo paura, ma fiducia nelle nostre capacità. E delle ultime sconfitte non mi interessa, per me è acqua passata - ha dichiarato il Ct della Germania in conferenza stampa - Nel 2010  e nel 2012 eravamo ancora inesperti. Il ko di 4 anni fa? Tutti sbagliano: io volevo ingabbiare Pirlo e col senno di poi va detto che il piano non ha funzionato e mi prendo la responsabilità. Quel giorno nessuno ha giocato come avrebbe potuto. Ma quella sconfitta ha aiutato la mia crescita personale, anche al Mondiale in Brasile. Per me è stata una buona lezione".

ITALIA PIU' FORTE - "Non è l'Italia che siamo abituati a vedere e penso che sia anche più forte del 2008, del 2010 e del 2012: non sono focalizzati solo sull'aspetto difensivo, ma sono pericolosi anche davanti. Sarà una gara dura, difendere è nel loro dna, chiudono così tanto gli spazi con nove o dieci giocatori, che persino una squadra come la Spagna ha avuto problemi - ha proseguito Löw - Anche senza Pirlo hanno degli automatismi definiti. Buffon dà sempre grande sicurezza, i difensori sono sintonizzati gli uni con gli altri, a centrocampo ci sono tutti giocatori che difendono. A me piace molto De Rossi, è un giocatore molto intelligente e dà equilibrio. E poi sono psicologicamente tutti forti: non vanno mai nel panico. Dovremo evitare di concedere loro il contropiede".

FORMAZIONE - Löw - in chiave calciomercato legato fino al 2018 alla Nazionale teutonica - apre a dei possibili avvicendamenti nell'undici tedesco: "Potrebbero esserci dei cambi nella formazione. Le sostituzioni contro la Slovacchia? Khedira aveva un po' di problemi agli adduttori, per Boateng è stata solo una misura precauzionale,perché aveva già avuto un infortunio ed era ammonito. Müller a secco? È un vincente e vuole sempre vincere. Ora attraversa una fase in cui non sta segnando, ma gli ho detto che sono comunque contento di lui per come sta giocando".




Commenta con Facebook