• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-SPAGNA

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-SPAGNA

Conte e' il condottiero perfetto, Pelle' e' dominante, Chiellini un Gigante. Morata e Nolito deludono. Iniesta ingabbiato


Chiellini ©Getty Images
Stefano Carnevali

27/06/2016 19:55

Ecco le pagelle di ITALIA-SPAGNA: 

 

ITALIA

Buffon 7 - Primo tempo sostanzialmente - e clamorosamente - da spettatore. In avvio di ripresa si trova la palla in mano dopo un colpo di testa ravvicinatissimo di Morata.  La prima parata vera la compie al 76’ su Iniesta. Si ripete poco dopo su Piqué: interventi seri, ma non difficili. Miracolo all'ultimo minuto su Piqué. 

Barzagli 6,5 - All’inizio corre qualche rischio contro la velocità di Nolito. Poi gli prende le misure e lo tiene a bada. Nella ripresa se la vede con Morata: dopo qualche minuto difficile mette la museruola anche a lui. Una sola sbavatura all'ultimo minuto.

Bonucci 7 - Se la vede principalmente con Morata, con cui ingaggia un duello molto fisico. Bene nell’anticipo, così come nell’impostazione e nelle uscite palla al piede. Difensivamente non rischia quasi nulla. 

Chiellini 7,5 - Qualche disimpegno un po’ rischioso e qualche errori di palleggio, ma anche un’ottima presenza sul centro-sinistra. Bravo e famelico in occasione del gol. Secondo tempo di grandissima efficacia.

Florenzi 6 - Ottimo avvio di partita in cui domina la fascia. Si fa apprezzare anche nei ripiegamenti difensivi. Al 44’ spreca una grande occasione sbagliando un facile cross. Qualche problema in più nella ripresa: dalla sua parte arriva Morata e anche Jordi Alba spinge di più. Dall’84’ Darmian 6,5 - Bene anche lui: dietro non concede nulla e dà l'assist a Pellè.

Parolo 6,5 - Compito delicato di raccordo con l’attacco e protezione a De Rossi. I suoi inserimenti sono efficaci ma poco fortunati. Cala tanto nel secondo tempo, dopo aver speso tanto. Così si spiega qualche errore di troppo palla al piede. 

De Rossi 7 - Comanda la mediana con efficacia e autorità in entrambe le fasi. Purtroppo, qualche scivolone di troppo. Primo tempo comunque sontuoso. Si permette anche il tunnel al ‘maestro’ Iniesta in chiusura di frazione. Esce per infortunio, peccato. Dal 54’ Thiago Motta 5,5 - Cerca di mettere ordine, ma patisce il ritmo della Spagna che sale molto. È comunque schermo prezioso. Rischia con una manata nel finale. 

Giaccherini 7 - Parte molto alto, praticamente in posizione di ala. Risulta sempre fastidioso per gli spagnoli ed è anche decisivo nell’azione del gol di Chiellini. Pendolo inesauribile anche nella ripresa: fa le due fasi con gran efficacia. 

De Sciglio 7,5 - Inizio davvero arrembante, come non gli capitava da tempo: ruba palla, spinge tanto e senza paura. Con il passare dei minuti non cala per concentrazione, anche se commette qualche errore di misura in più.  Era davvero da mesi che non si vedeva una prestazione così positiva da parte dell’esterno del Milan.

Eder 6,5 - Si infila in tutti gli spazi - e non sono pochi - che la Spagna lascia in avvio di gara. Da una sua punizione, non calciata benissimo, arriva il gol di Chiellini. I suoi ‘strappi’ nelle ripartenze sono estremamente utili. Erroraccio al 55’ solo davanti al portiere. Dall’81’ Insigne 6,5 - Un paio guizzi efficaci: è in forma. 

Pellè 8 - Sfiora il gol al 9’. Di testa le prende tutte lui e vive un avvio di gara molto positivo. Nel primo tempo sovrasta con continuità la difesa iberica. Dà tutto e paga dazio nel finale, quando è in debito di energie. Bravo comunque quando ha la palla buona per il 2-0. Dominante. 

All. Conte 9 - Gli Azzurri partono bene, complice una Spagna che favorisce il loro gioco, per via di una manovra molto lenta e di una linea difensiva troppo bassa. Con il passare dei minuti gli Azzurri diventano padroni della partita. Il secondo tempo comincia bene come il primo ma con il passare dei minuti l’Italia cala un po’. Il finale è difficile, forse serviva un cambio in avanti. Vittoria del sacrificio e dell'organizzazione: vittoria di Conte, condottiero perfetto.

 

SPAGNA

de Gea 7 - Al 9’ il primo miracolo del pomeriggio, quando neutralizza il colpo di testa di Pellè. Si ripete poco dopo (con l’aiuto del palo) in seguito alla rovesciata di Giaccherini (anche se l’arbitro ferma per gioco pericoloso). È clamorosamente incerto sulla punizione di Eder da cui arriva il gol di Chiellini. Altro miracolo al 45’ su Giaccherini. Salva ancora la Spagna al 55’ neutralizzando Eder solo davanti a lui. Decisivo - per quanto scomposto - sul crosso di De sciglio

Juanfran 5 - Si fa spaventare da De Sciglio e, in avvio, concede campo e spazio all’esterno azzurro. Nella ripresa è meno timoroso, ma il fondo non lo guadagna mai. 

Piqué 5 - Arranca nel difficile avvio di gara dei suoi: Pellè e soprattutto Eder lo sorprendono con un po’ troppa facilità. Poi è troppo irruente e impreciso. Non una buona gara. 

Sergio Ramos 5 - Balla anche lui in avvio e si salva più con fortuna che con abilità. Cerca improvvidi anticipi e sbaglia spesso i tempi dell’intervento. 

Alba 5 - In grande difficoltà contro Florenzi durante i primi minuti, non migliora nemmeno nel prosieguo di gara. Cresce nettamente nella ripresa, dialogando bene con Morata. 

Fàbregas 5 - È il migliore nel difficile avvio di gara delle ‘Furie Rosse’. Poi si chiama un po’ troppo fuori dal gioco.

Busquets 4,5 - Filtro poco efficace. Sovrastato da Pellè al 9’. In cabina di regia è sempre tagliato fuori dai compagni. Brutta gara. 

Iniesta 5,5 - Lo spauracchio numero uno, ma in avvio si vede proprio poco. Nella ripresa è sempre ben controllato. Si accende un po’ di più, ma non riesce nemmeno lui a illuminare le ‘Furie rosse’. Ingabbiato

Silva 6 - Brutto primo tempo con poche iniziative e troppi errori. Quando sale lui, la Spagna cresce molto: protagonista nell’avvio di secondo tempo, almeno ci prova fino alla fine. 

Morata 5 - Lotta con tutti i difensori italiani con scarso successo. Dopo l’ingresso di Aduriz migra sulla sinistra. In avvio di ripresa si divora una grande occasione (che comunque arriva dopo una trattenuta evidente). Meglio quando si sposta sulla sinistra: ha più campo, è maggiormente efficace.  Resta comunque una delusione. Dal 70’ Vazquez 6 - Gioca sul filo del fuorigioco e cercando di sorprendere alle spalle la difesa italiana. È sempre fastidioso. 

Nolito 5 - Sembra avere il guizzo per impensierire Barzagli ma, dopo un buon avvio, tira i remi in barca. Dal 46’ Aduriz 6,5 - Entra e dà maggior peso all’attacco spagnolo, consentendo anche a Morata di partire da più lontano. Suo l’unico tiro vero della Spagna fino al 70’. Davanti è il più coraggioso ed efficace dei suoi. Sfortunato esce per infortunio. Dall’81’ Pedro SV -.

All. del Bosque 5 - Partenza non buona: troppi spazi concessi, manovra lenta. Tanta confusione e, con il passare di minuti, anche un po’ di paura. La ripresa inizia malamente, poi va un po’ meglio: l’Italia cala e gli Iberici sono efficaci soprattutto sui calci piazzati. Giusto il cambio in avvio di ripresa. I suoi si scuotono un po’, ma dietro rischiano sempre tantissimo. 

 

Arbitro: Çakir 5 - Discutibile il fischio contro Giaccherini per gioco pericoloso in occasione della rovesciata che finisce sul palo. Al 22’ non abbocca alla rovinosa caduta di Ramos in area, dopo un accenno di trattenuta di Chiellini. Al 32’ manca un giallo piuttosto evidente per Ramos. Il gol azzurro è regolare, mentre nel finale di tempo grazia nuovamente Ramos. In avvio di ripresa evita il ‘giallo’ a Bonucci per un mani scomposto. Subito dopo lascia giocare Morata nonostante una vistosa trattenuta. Incredibile come non ravvisi il pestone di Piqué su Eder al 58’. Stesso discorso al 62’ dopo l’intervento durissimo di Silva su De Sciglio. Perdona Florenzi al 73’, dopo una lunga trattenuta. L’offisde di Vazquez al 74’ è netto. Grazia la manata di Motta e manca il rosso a Silva nel finale. 

 

TABELLINO 

ITALIA-SPAGNA 2-0

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi (84’ Darmian), Parolo, De Rossi (54’ T. Motta), Giaccherini, De Sciglio; Eder (81’ Insigne), Pellè. All. Conte. A DISP: Ogbonna, Zaza, El Shaarawy, Marchetti, Sturaro, Candreva, Bernardeschi, Immobile, Sirigu. 

SPAGNA (4-3-3): de Gea; Juanfran, Piqué, S. Ramos, Alba; Fàbregas, Busquets, Iniesta; Silva, Morata (70’ Vazquez), Nolito (46’ Aduriz, 80’ Pedro). All. del Bosque. A DISP: Sergio Rico, Koke, San José, Bellerin, Bartra, Thiago Alcàntara, Bruno, Casillas, Azpilicueta

Arbitro: Çakir

Marcatori: 33’ Chiellini, 91' Pellè (I)

Ammoniti: 23’ De Sciglio, 54’ Pellè, 89' Motta (I); 41’ Nolito, 89' Busquets (S)

Espulsi

Note




Commenta con Facebook