• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FRANCIA-IRLANDA

PAGELLE E TABELLINO DI FRANCIA-IRLANDA

Griezmann, nuovo eroe dei transalpini, trascina i suoi ai quarti di finale. Duffy, da migliore a disastro


Payet e Griezmann ©Getty Images
Rocco Crea (Twitter @Rocco_Crea)

26/06/2016 16:58

ECCO LE PAGELLE DI FRANCIA-IRLANDA:

 

FRANCIA

Lloris 6,5 – Provvidenziale nell’anticipo di Long a pochi minuti dall’inizio della ripresa su cross basso. Spiazzato sul rigore da Brady.

Sagna 6,5 – Mette in mezzo un pallone calibratissimo per il gran gol di Griezmann. La giocata gli ridà la fiducia persa nella prima frazione per tentare le cavalcate offensive.

Rami 5,5 – A volte va in bambola negli uno contro uno, dimostra però di avere un buon piede quando si tratta di lanciare alto il pallone. E’ proprio da un suo lancio, infatti, che nasce la rete del sorpasso di Griezmann. Ammonito, salterà la prossima gara.

Koscielny 6 – Ad inizio secondo tempo, sugli sviluppi di un calcio di punizione, sbuca dalle retrovie colpendo di testa sotto porta ma mandando fuori. Non sempre perfetto quando si tratta di tenere la posizione, anche se in fondo gli irlandesi non combinano poi molto da quelle parti.

Evra 6 – Lo juventino si limita a difendere e dare appoggio alle ripartenze. Mai troppo propositivo sull’out di sinistra.

Pogba 5 – Ingenuo, dopo due minuti stende in area Long causando il rigore del vantaggio irlandese. Nel primo tempo risulta disastroso anche quando si tratta di dettare le geometrie. Nella seconda frazione Deschamps lo piazza in cabina di regia e allora si riprende, giocando il resto della gara con ordine e diligenza tattica.

Kantè 6 – A centrocampo fa il suo senza strafare, e Deschamps lo sacrifica sull’altare del risultato inserendo il più offensivo Coman. (Salterà la prossima gara per squalifica). Dal 45’ Coman 7 – Il suo ingresso regala più imprevedibilità alla manovra, complice anche il suo cambio repentino di posizione. Punta sempre l’uomo e va al cross. Semplice ed efficace, come vuole Deschamps. Sfortunato, esce per infortunio nel recupero. Dal 93’ Sissoko s.v.

Matuidi 7 – Primo tempo male, ma nella ripresa è tutt’altra storia. Conclusioni dal limite dell’area, assist velenosi per i compagni in area di rigore e, soprattutto, tanta corsa e convinzione su ogni pallone giocato.

Griezmann 8,5 – Con un colpo di testa chirurgico pareggia i conti al 57’, togliendo di fatto le castagne dal fuoco ai suoi. Dopo tre minuti raddoppia sfruttando un prezioso servizio di Giroud e battendo con freddezza Randolph a tu per tu. Fa espellere anche Duffy per fallo da ultimo uomo. Serve altro per la palma di eroe nazionale?

Giroud 6 – Bellissimo l’assist di testa per il raddoppio di Griezmann, in anticipo su due difensori irlandesi. Per il resto gode di poche occasioni per fare male, ma svolge tanto lavoro sporco. Dal 73’ Gignac 6,5 – Due conclusioni ed una traversa a pochi minuti dal suo ingresso in campo.  E’ sempre pericoloso, anche perché la difesa irlandese al momento del suo ingresso ha già allentato da un pezzo le brighe.

Payet 6 – Bene nel complesso, ma sicuramente non incisivo come in altre occasioni. Gioca meglio nel secondo tempo,  quando si piazza nel tridente alle spalle dell’unica punta.

All. Deschamps 7 – Non era facile invertire il trend di una partita cosi. La sua Francia va subito in svantaggio ed il primo tempo sembra un incubo dal punto di vista delle idee e del gioco. Nel secondo, però, si inventa il modulo adatto spostando Pogba in cabina di regia ed inserendo Coman nel nuovo tridente alle spalle di Giroud. E passa il turno convincendo.

 

IRLANDA

Randolph 6,5 – Respinge in corner la gran botta di Matuidi al 55’. Non può nulla sul gran gol del pari di Griezmann e nemmeno sul raddoppio. Sul finale si oppone ancora allo stratosferico Griezmann.

Coleman 5 – Bene nel primo tempo, quando contiene senza affanni le sortite offensive confusionarie dei francesi. Nel secondo tempo il gioco dei Blues però lo mette in difficoltà, come dimostra la chiusura tardiva su Giroud al momento dell’assist per il raddoppio di Griezmann.

Keogh 5 – Avrebbe dovuto stringere su Griezmann in occasione del pareggio, invece rimane sul posto consentendo di fatto la conclusione all’attaccante. Anche lui male in occasione del raddoppio.

Duffy 4,5 – Eppure si è segnalato fra i migliori del primo tempo. Il centrale irlandese, infatti, risulta decisivo nell’anticipare Giroud di testa nel primo tempo, ma il brio dei padroni di casa espresso nella seconda frazione lo manda in tilt come il resto dei compagni. Poi si fa espellere per l’atterramento di Griezmann lanciato a rete.

Ward 5,5 – Fa quello che può in una situazione di naufragio collettivo. Rizzoli gli nega il corner su pericolosa botta da fuori deviata da Rami.

Brady 6 – Dal dischetto spiazza Lloris e regala il temporaneo vantaggio ai suoi. Però non insiste sulla sua fascia di competenza e si limita a dare il suo contributo stazionando dietro la linea del pallone per difendere assieme al resto della squadra.

McCarthy 5,5 – Bene in fase di interdizione nella prima parte di gara. Fornisce anche alcuni palloni per le ripartenze dei suoi. Nel secondo tempo soffre tantissimo il ritorno prepotente della Francia. Dal 71’ Hoolahan 5 – Non riesce a portare il bagliore di luce auspicato da O’Neill. Divorato dal forcing francese.

Hendrick 5,5 – La sua gara si riassume nel momento dell’ammonizione, inutile e che gli sarebbe costata la squalifica per l’eventuale quarto di finale. Buono il primo tempo come schermo di difesa, male il secondo, quando cala anche fisicamente.

McClean 5,5 – Segue il filone dei compagni. Nel primo tempo si fa vedere e prova a giocare il pallone accompagnando le azioni di contropiede. Nel secondo tempo si spegne e O’Neill lo richiama in panchina. Dal 68’ O’Shea 5,5 – Esperienza messa a disposizione più che altro per evitare di subire l’imbarcata.

Long 6 – Bene coi movimenti senza palla, prova a sorprendere spesso i due centrali di difesa transalpini. Si guadagna anche il dubbio rigore.

Murphy 6,5 – Difende il pallone nelle ripartenze in modo esemplare, trovando sempre i compagni con suggerimenti filtranti. In particolare Long. Dal 65’ Walters 5 – Mai pericoloso, fornisce anche poco movimento senza palla. Non sostituisce a dovere il compagno.

All. O’Neill 5 – Il più grande errore è stato pensare di difendere per tutto il corso della gara un vantaggio arrivato forse anche troppo presto. L’Irlanda regge fino a quando la Francia non si ricorda di essere tutt’altra cosa sul piano fisico e tecnico.

 

Arbitro: Rizzoli 6 – Il rigore concesso all’Irlanda dimostra sicuramente personalità e coraggio, tuttavia il contatto di Pogba ai danni di Long non sembra così grave da concedere il tiro dal dischetto. Ineccepibile l’espulsione di Duffy.

 

TABELLINO

Francia – Irlanda 2-1

Francia (4-3-3): Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Evra; Pogba, Kantè (dal 45’ Coman)(dal 93’ Sissoko), Matuidi; Griezmann, Giroud (dal 73’ Gignac), Payet. A disp.: Schneiderlin, Digne, Cabaye, Mandanda, Kostil, Umtiti, Martial, Jallet, Mangala. All. Deschamps.

Irlanda (4-4-2): Randolph; Coleman, Keogh, Duffy, Ward; Brady, McCarthy (dal 71’ Hoolahan), Hendrick, McClean (dal 68’ O’Shea); Long, Murphy (dal 65’ Walters). A disp.: Westwood, Clark, Meyler, Whelan, Given, Quinn, Keane, McGeady, Christie. All. O’Neill.

Marcatori: 2’ Brady (I) (rig.), 57’ Griezmann (F), 61’ Griezmann (F)

Arbitro: Nicola Rizzoli (ITA)

Ammoniti: 25’ Coleman (I), 27’ Kantè (F), 40’ Hendrick (I), 43’ Rami (F), 72’ Long (I)

Espulsi: 66’ Duffy (I)




Commenta con Facebook