• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia-Irlanda, Conte: "Domani non è partita inutile. Non voglio che si creino fratture"

Italia-Irlanda, Conte: "Domani non è partita inutile. Non voglio che si creino fratture"

Le parole del ct azzurro alla vigilia della sfida di Lille


Antonio Conte ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

21/06/2016 19:00

ITALIA IRLANDA CONTE CONFERENZA / LILLE (Francia) - Senza obblighi di classifica, ma con la voglia di continuare a vincere: l'Italia si prepara ad affrontare l'Irlanda nell'ultima partita della fase a gironi. Alla vigilia del match di Lille, parla in conferenza stampa il ct Antonio Conte: Calciomercato.it seguirà per voi le dichiarazioni dei due azzurri. 

Possiamo vincere - "Partiamo proprio stappando champagne. Partiamo da un pressuposto: l'umiltà fa parte dell'intelligenza. Dobbiamo essere consci dei nostri mezzi e i nostri difetti. Abbiamo intrapreso un percorso, lo abbiamo iniziato nella maniera giusta ma questo non deve farci mai perdere la strada maestra, non ci deve mai far dimenticare da dove veniamo perché saremmo degli stolti. A casa mia si dice come ti alzano così ti abbassano. Per me non è una vigilia alla camomilla: affrontiamo una squadra tosta ma questo non significa nulla. Con la Norvegia pure eravamo qualificati ma abbiamo giocato la partita. Noi scendiamo in campo per vincere perché sappiamo che i successi aiutano a vincere. Se non vinciamo arrivano le rotture di scatole: evitiamole".

Formazione - "Gigi non è stato bene questi giorni perché ha avuto questa febbre fino ad oggi che è stato il primo giorno che si è unito con noi. Cerchiamo di recuperarlo nel migliore dei modi, a testimonianza che tutte le scelte vengono ponderate non per prendere la partita sotto calma. Anche io ero partito con una convinzione, poi vedendo gli allenamenti, vedendo che la squadra ha bisogno di equilibrio ho cambiato idea su alcune decisioni. Saranno fatte scelte che dimostreranno quando ci teniamo a questa partita che non è inutile. Non è una partita che serve a creare  titolari e riserve come già sto annussando. Cercherò di mettere una formazione equilibrata altrimenti ci saranno problemi. E' una partita che deve darci delle risposte e anche le scelte saranno fatte in questa funzione". 

Campo - "Non è in buone condizioni. Non vorrei dare alibi ai calciatori ma questo campo non è all'altezza della manifestazione". 

Maglia azzurra - "Non dipende dal tipo di partita: se si è orgogliosi del proprio paese e fa piacere di essere riconosciuti come italiani la si mette, altrimenti non è un mio problema". 

Irlanda - "Hanno qualità importanti, non dimentichiamo che hanno battuto la Germania e non lo fai per caso. Per loro sarà la partita della vita e noi brutte figure non le vogliamo fare". 

Cambi - "Nove cambi? Saranno da sette a nove. Vi vedo troppo rilassati, io sono concentrato perché domani è una partita importante anche a livello di gruppo. L'Italia è una e ha giocato con il Belgio, contro la Svezia e contro l'Irlanda: l'Italia è unica che si vinca o che si perde. Non vorrei che si cambiasse giudizio e si creassero delle fratture: qui non ci sono titolari o riserve, si vince e si perde tutti insieme". 

Bernardeschi: "Ha un potenziale, sta a lui continuare su questa squadra e lavorare per fare un salto importante". 

Candreva - "Sta lavorando, ieri ha ripreso, oggi ha fatto un buon lavoro e ho fiducia nel suo recupero. Proveremo anche soluzioni alternative perché è giusto che sia così"

Risposte particolari da attaccanti - "Domani mi aspetto una prestazione da squadra, non del singolo perché andremo contro i nostri principi. Se riusciremo a fare le cose per bene avremo buone chance di vincere la partita". 

Antonio Conte ha parlato anche ai microfoni di 'Sky Sport': Ci siamo preparati bene. Penso che ci sia la giusta voglia di continuare a fare qualcosa di positivo. Siamo un gruppo di 23 giocatori, non facciamo alcuna divisione tra titolari e panchinari. Domani è un'occasione per sovvertire le gerarchie.  Campo pessimo? Dispiace per le condizioni del terreno di gioco. Sicuramente non è in buone condizioni. Modalità indemoniato? Sono molto concentrato (sorride, ndr.). Tutti noi sentiamo molta responsabilità e vogliamo dare tutto quello che abbiamo per rendere orgogliosi i nostri tifosi. Slogan? Ci vuole la giusta determinazione per fare bene. Per rispetto di tutti non guarderemo a casa degli altri".




Commenta con Facebook