• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Zaza: "Testa bassa e pedalare. Conte? Esige tanto da tutti"

Italia, Zaza: "Testa bassa e pedalare. Conte? Esige tanto da tutti"

L'attaccante azzurro: "Il gruppo è la forza più grande di questa squadra"


Simone Zaza ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

21/06/2016 11:47

ITALIA ZAZA EURO 2016 IRLANDA CONTE/ MONTPELLIER (Francia) - Dal ritiro di Montpellier, dove l'Italia sta preparando la terza partita del girone di Euro 2016 contro l'Irlanda, parla Simone Zaza. L'attaccante della Juventus, dopo aver partecipato attivamente al gol di Eder con la Svezia che ha permesso agli azzurri di staccare con anticipo il biglietto per gli ottavi di finale, si candida prepotentemente per quella maglia da titolare sfuggita nelle prime due uscite della competizione. In una lunga intervista rilasciata a 'UEFA.COM', Zaza ha parlato del rapporto con Antonio Conte e con i suoi compagni di reparto, svelando anche il segreto di una Nazionale che si sta riscoprendo grande nonostante lo scetticismo della vigilia. 

CONTE - "Antonio Conte? Testa bassa e pedalare, il l mister esige tantissimo da tutti, ma in particolare dagli attaccanti perché la fase difensiva parte in primis da noi - ha spiegato Zaza, protagonista odierno delle News Italia - E' stancante ma allo stesso tempo è anche molto bello perché esalta le mie qualità di gioco".

VOGLIA DI GOL - "Il campionato non fa più testo, sono solo ricordi. Adesso penso solo alla nazionale, perché vogliamo fare qualcosa di importante in questo Europeo. Ovviamente come tutti gli attaccanti, vorrei fare gol. Non vedo l'ora di segnare, Vorrei tanto fare un gol in questo Europeo, magari anche più di uno. Ma non solo contro l'Irlanda se dovessi giocare dall'inizio. Anche da subentrato voglio sempre aiutare la squadra. E a livello personale voglio fare bene per farmi notare dal Ct".

CONCORRENZA ALLA JUVE E IN NAZIONALE - Dal bianconero della Juventus all'azzurro dell'Italia, Simone Zaza è sempre costretto ad affrontare la concorrenza con i suoi compagni di reparto: "Io e il resto dei mie compagni ci alleniamo al 100%. Il mister valuta in base alle partite. Come è giusto che sia, ognuno vorrebbe giocare sempre, perciò cercherò sempre di metterlo in difficoltà con le scelte. Una competizione sana, perché sappiamo tutti che non siamo indispensabili ma diamo tutti il 100%. Non solo il gol di Eder contro la Svezia. Basta guardare quello di Pellé al 92’ contro il Belgio quando siamo entrati in campo e l'arbitro quasi ci cacciava fuori tutti. Davvero il gruppo è la forza più grande di questa squadra".

IL CAMMINO DELL'ITALIA - "Sorpreso da questa Italia? Soprattutto all'inizio siamo stati bravi a restare uniti e non ascoltare più di tanto le voci dall'esterno perché sapevamo che dovevamo solo abbassare la testa e pedalare come stiamo continuando a fare - ha dichiarato Zaza, uno degli attaccanti più richiesti sul calciomercato - Tutta questa euforia adesso, che si sente, per noi è unna carica grandissima e una forza ancora maggiore".




Commenta con Facebook