• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Euro 2016 > VIDEO - Calciomercato, da Lukaku a Yarmolenko: le stelle si svalutano a Euro 2016

VIDEO - Calciomercato, da Lukaku a Yarmolenko: le stelle si svalutano a Euro 2016

In Francia non decollano: scende il prezzo del cartellino?


Andriy Yarmolenko © Getty Images

18/06/2016 12:00

CALCIOMERCATO LUKAKU YARMOLENKO LEWANDOWSKI ROONEY/ PARIGI (Francia) - L'Italia vince e inizia a convincere, la Spagna si è sbloccata dopo l'avvio a rilento, la Francia non molla mai e la Germania fa meno paura: viaggiano veloci le notizie di Euro 2016, trasportate da un vento mutevole come i valori di mercato di tante stelle che stanno tradendo le attese iniziali. Perché se da una parte la kermesse continentale fa da vetrina a tanti nuovi talenti, dall'altra rischia di far crollare le quotazioni di campioni celebrati alla vigilia ma incapaci di mantenere le promesse. Da Lukaku a Yarmolenko, passando per Rooney e Lewandowski, ecco i giocatori più svalutati a Euro 2016.

LEWANDOWSKI A SECCO, PSG E REAL SI DEFILANO?

Uno dei calciatori più attesi alla vigilia di Euro 2016 era sicuramente Robert Lewandowski, bomber implacabile del Bayern Monaco pronto a ripetersi in Francia dopo i 42 gol messi a segno durante la stagione con la maglia bavarese. Il polacco però, ha deluso nelle prime due gare della rassegna continentale: la sua Polonia ha vinto all'esordio con l'Irlanda del Nord (gol di Milik) ed ha ottenuto un prezioso pareggio a reti inviolate contro i campioni del mondo della Germania. Lo score del bomber polacco recita zero gol all'attivo e poche, pochissime occasioni create. Lewandowski è uno dei leader della Polonia e per questo rientra spesso per dare una mano ai compagni, un sacrificio che lo porta a giocare più lontano dalla porta, arrivando quasi sempre scarico in zona-gol. Il polacco è sempre al centro di numerose voci di mercato: piace soprattutto a PSG e Real Madrid, disposte un mese fa a sborsare dai 70 milioni di euro in su per strapparlo al Bayern Monaco. Una valutazione destinata ad abbassarsi qualora restasse a secco ad Euro 2016. Il valore del calciatore non si discute di certo e a guadagnare da un suo eventuale flop, per assurdo, potrebbe essere proprio il Bayern Monaco che non dovrebbe più fare i conti con le pretendenti all'ex Borussia Dortmund

ROONEY ARRETRATO, YARMOLENKO SENZA IDEE

Curioso il caso di Wayne Rooney, arrivato in Francia di nuovo come leader indiscusso dell'Inghilterra, ma stavolta senza essere la stella assoluta, lasciando la scena a Kane e Vardy. In questo Europeo, l'attaccante del Manchester United ha perso anche un'altra cosa: il posto fisso nel reparto offensivo inglese. Per far coesistere tutti i talenti a sua disposizione, Hodgson ha deciso di arretrarlo, facendolo giocare da interno del centrocampo a tre. Tradotto: meno occasioni per segnare e fare la differenza. Anche in caso di Europeo senza acuti, il fascino di Rooney in Inghilterra resterà sostanzialmente lo stesso, al contrario di Andriy Yarmolenko. Il talento ucraino, prima di Euro 2016, era valutato 25 milioni di euro, cifra che il Leicester City fresco vincitore della Premier League sembrava disposto a sborsare per strapparlo alla Dinamo Kiev. Dopo le deludenti prestazioni con la maglia dell'Ucraina, però, Claudio Ranieri potrebbe anche cambiare idea e dirottare quel tesoretto verso un altro giocatore.

LUKAKU DEVI SBLOCCARTI. DRAGOVIC? DA RIVEDERE

Il legame tra valutazione di mercato e gol segnati è essenziale per un attaccante. Lo sa bene Romelu Lukaku, centravanti belga per il quale, ad aprile, il Chelsea di Antonio Conte sarebbe stato disposto ad offrire 90 milioni di sterline (circa 115 milioni di euro al cambio attuale). Una cifra destinata a scendere dopo quanto mostrato dall'ex Anderlecht nella prima gara dell'Europeo contro l'Italia, dove è riuscito a divorarsi l'unica palla gol che gli è capitata. Il cammino del Belgio può essere ancora lungo ma se Lukaku non dovesse riuscire a sbloccarsi, il prezzo del suo cartellino andrà in picchiata. Occasione da non perdere per Aleksandar Dragovic, giovane difensore austriaco destinato a cambiare maglia in estate. L'esordio a Euro 2016 è da dimenticare vista l'espulsione che ha contribuito alla clamorosa sconfitta dell'Austria contro l'Ungheria. Se non riuscirà a rimediare (dopo la squalifica per una giornata) potrebbe perdere il treno che porta al grande salto verso una big europea. Dragovic in Italia è nel mirino di Juventus, Inter, Roma e Napoli ma, come anticipato da Calciomercato.it, risulta difficile che possa approdare in serie A. 

S.F.




Commenta con Facebook