• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Italia-Svezia, Conte: "Nessuno immaginava la nostra qualificazione"

Italia-Svezia, Conte: "Nessuno immaginava la nostra qualificazione"

Le parole del tecnico azzurro dopo il successo firmato Eder


Conte abbraccia Eder ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

17/06/2016 16:54

ITALIA SVEZIA CONTE / TOLOSA (Francia) - L'Italia batte la Svezia e vola agli ottavi di finale di Euro 2016. Al termine del match Antonio Conte alla 'Rai' afferma: "Partita dura e difficile, nel primo tempo abbiamo fatto più fatica. Loro sono stati bravi a chiudere gli spazi, ma non abbiamo concesso mai niente. Le occasioni le abbiamo avute noi, abbiamo preso una traversa e potevamo raddoppiare. Inizia a pensare a chi dopo due partite pensava a un'Italia già qualificata. Ho visto un po' di ansia e nervosismo nei ragazzi, il passato non si può dimenticare se brucia come quello di due anni fa. I ragazzi sono stati bravi a tenere botta e a colpire quando c'era da farlo".

Poi a Sky Conte aggiunge: "Non abbiamo concesso nulla. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene e segnato. Ho visto un po' di ansia nel primo tempo da parte di qualcuno che forse si portava dietro qualche brutto ricordo. Stiamo vivendo un sogno perché nessuno si immaginava dopo due partite la nostra qualificazione diretta. Sono contento, soprattutto per i ragazzi perché se lo meritano e sono bravi anche a soffrire". 

"Dobbiamo stare sereni, guardare il campo, guardare dove dobbiamo migliorare e recuperare energie. Nella terza partita potrà giocare qualcuno dei ragazzi che merita di giocare e che finora non ha giocato perché ho solo tre cambi. Dobbiamo metterci in testa di arrivare dove meritiamo: non so dove possiamo arrivare, l'importante è che qualunque cosa accadrà sia quella che meritiamo. Non mi sono dato obiettivo: voglio arrivare dove meritiamo senza recriminazione. Ci impegniamo, diamo il nostro meglio. Credo che i tifosi siano contenti della voglia che ci mettono questi ragazzi". 

 




Commenta con Facebook