• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FRANCIA-ALBANIA

PAGELLE E TABELLINO DI FRANCIA-ALBANIA

Payet regala la qualificazione, Griezmann salva Deschamps


Payet ©Getty Images
Davide Ritacco

15/06/2016 23:00

ECCO LE PAGELLE DI FRANCIA-ALBANIA

 

FRANCIA

Lloris 6 – Pochissimo lavoro per lui. Si salva grazie al palo sul colpo ravvicinato di Memushaj.

Sagna 6 – Avrebbe dovuto spingere di più ed invece è rimasto timido nella sua metà campo non dando la sovrapposizione a Coman.

Koscielny 6 – Ha poco lavoro da sbrigare in difesa e allora si spinge in avanti per cercare il gol sfiorandolo al 80’.

Rami 6 – Tante piccole sbavature che fanno venire i brividi ai tifosi dei “galletti”. L’assist per il gol di Griezmann è suo.

Evra 6,5 – Dopo la prima brutta prova contro la Romania si riscatta contro l’Albania. La sua spinta e le sue giocate sono una spina nel fianco per gli Albanesi.

Matuidi 6 – I suoi proverbiali inserimenti non si vedono quasi mai, impegnato a svolgere i compiti assegnateli in maniera impeccabile ma non spicca d’iniziativa.   

Kanté 6 – Bravo nel recuperare palla, più in difficoltà quanto deve costruire specie se partendo dal basso.

Martial 5 – E’ la novità tattica di Deschamps e dopo un avvio incoraggiante scompare dal match sbagliando buone occasioni. Dal 45’ Pogba 6 – Alla fine la “punizione” dura 45’. Il tecnico francese non può fare a meno di lui e in poco meno di 10’ sfiora il gol del vantaggio.  

Payet 7 – L’uomo della provvidenza della partita d’esordio, gioca ancora una volta una partita di spessore fra le maglie Albanesi. E’ l’uomo in più di questa Francia. I gol qualificazioni sono suoi.

Coman 5,5 – Altra grande novità nella Francia. Il suo compito principale è quello di creare superiorità numerica e servire i compagni, ci riesce a tratti. Dal 68’ Griezmann 7 – Il suo ingresso in campo dà quella imprevedibilità e fantasia di cui ha bisogno la Francia e sottolinea l’errore del suo CT. La miglior risposta alle critiche del dopo-esordio.

Giroud 6 – E’ il punto di riferimento per i suoi ma anche per gli avversari. Ci prova con la specialità di casa – il colpo di testa – ma il palo gli nega la gioia del gol. Dal 77’ Gignac 6 – Torna nella sua Marsiglia e prova a segnare il gol vittoria. Contribuisce a racimolare i tre punti.    

All. Deschamps 6 – Il selezionatore transalpino non guarda in faccia a nessuno e si prende la responsabilità di lasciare fuori Paul Pogba e Antoine Griezmann dalla formazione iniziale. Torna sui suoi passi all’inizio del secondo tempo mandando in campo prima lo Juventino e poi il giocatore dell’Atletico Madrid che lo “ripaga”. La sua squadra va a sprazzi, ma alla fine si mette in tasca la qualificazione agli ottavi.  

 

ALBANIA

Berisha 6 – Nel primo tempo non deve fare grandi interventi ma è comunque sempre attento anche quando la pressione francese si fa maggiore. Incolpevole sui gol.

Hysaj 6,5 – Soffre le scorribande di Martial dalla sua parte ma una volta prese le misure è lui a impensierire i padroni di casa.   

Ajeti 7 – E’ spesso provvidenziale con una serie di chiusure che salvano il risultato. Nella ripresa è stravolto dalla fatica. Dal 84’ Veseli 5 – Si perde Griezmann in occasione del gol.  

Mavraj 6,5 – Insieme al centrale del Frosinone forma una coppia affiatata. Bravo a leggere ogni azione chiudendo bene le linee di passaggio.

Agolli 6,5 – Il capitano trascina i suoi dando l’esempio con un pressing asfissiante. Cala vistosamente e giustamente col passare dei minuti.

Lila 6 – Tanta corsa ma è troppo spesso impreciso. Dalla sua parte comunque l’Albania spinge bene e la Francia soffre. Dal 70’ Roshi 6 – Il suo ingresso fa rifiatare Lila garantendo la stessa quantità.

Abrashi 7 – E’ il più intraprendente dei giocatori di De Biasi e quando c’è da chiudere ogni falla è il primo a prestare soccorso.  

Kukeli 6,5 – E’ una vera e propria diga in mezzo al campo. Ha la capacità di chiudere ogni linea di passaggio. Pecca un po’ nel possesso palla avendone le qualità per farlo. Dal 74’ Xhaka 5,5 – Il suo ingresso non sortisce gli effetti desiderati, anzi, perde qualche pallone sanguinoso.

Memushaj 6,5 – Il giocatore del Pescara sfiora il gol storico colpendo il palo. Sarebbe stata la sorpresa dell’Europeo. Gara di gamba e sostanza.  

Lenjani 6 – Prova a supportare Sadiku in attacco ma è costretto sempre ad indietreggiare per difendere, arrivando poco lucido in avanti.   

Sadiku 6 – Isolato contro tutta la difesa francese non può fare di più per rendersi pericoloso.  

All. De Biasi 6 – Ottima gara difensiva, sfiora anche il vantaggio col palo di Memushaj. Peccato per la beffa finale ma tutti i cambi sono stati inefficaci. Esce comunque dal Velodrome a testa alta.   

 

Arbitro: Collum 5,5 – Da buona tradizione anglosassone lascia molto correre anche su falli evidenti. Proprio per questo atteggiamento gli sfugge un po’ la partita nella ripresa ma la gara, sostanzialmente corretta, lo aiuta a tenere sempre lo stesso metro di giudizio.

 

TABELLINO

FRANCIA-ALBANIA 2-0

Francia (4-2-3-1): Lloris; Sagna, Koscielny, Rami, Evra; Matuidi, Kanté; Martial (dal 45’ Pogba), Payet, Coman (dal 68’ Griezmann); Giroud (dal 77’ Gignac). A disp.: Costil, Umtiti, Sissoko, Digne, Mandanda, Jallet, Mangala, Schneiderlin, Cabaye. CT: Deschamps.

Albania (4-5-1):  Berisha; Hysaj, Ajeti (dal 84’ Vaseli), Mavraj, Agolli; Lila (dal 71’ Roshi), Abrashi, Kukeli (dal 74’ Xhaka), Memushaj, Lenjani; Sadiku. A disp.: Shehi, Basha, Gashi, Cikalleshi, Aliji, Balaj, Kace, Hoxha. CT: De Biasi.

Arbitro: William Collum (SCO)

Marcatori: 90’ Griezmann (F), 96’ Payet (F)

Ammoniti: 55’ Kukeli (A), 81’ Abrashi (A), 88’ Kanté (A)

Espulsi: 




Commenta con Facebook