• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Euro 2016, tutto sul Girone E: i 'Diavoli rossi', Ibra e l'orgoglio azzurro

Euro 2016, tutto sul Girone E: i 'Diavoli rossi', Ibra e l'orgoglio azzurro

Formazioni, tecnici e stelle: Calciomercato.it vi porta alla scoperta dei raggruppamenti dell'Europeo


Italia ©Getty Images
Jonathan Terreni

13/06/2016 11:05

EURO 2016 TUTTO SUL GIRONE E / ROMA - La Francia ospita la 15a edizione dei campionati europei di calcio e cerca il terzo successo della storia dopo quelli del 1984 e del 2000. L'Italia di Conte non parte favorita ma vuole smentire le critiche. Tanto talento in Belgio e Inghilterra. La Germania è sempre una garanzia, la Spagna sembra sottotono ma è bis-campione in carica... e occhio alle sorprese. Calciomercato.it vi porta alla scoperta di tutti i gironi dell'Europeo. Il programma, le probabili formazioni, le stelle di ogni Nazionale e i commissari tecnici: oggi il Girone E.

GIRONE E

BELGIO
ITALIA
SVEZIA
IRLANDA

LE PARTITE
Irlanda-Svezia (13 giugno, ore 18, Saint-Denis)
Belgio-Italia (13 giugno, ore 21, Décines-Charpieu)
Italia-Svezia (17 giugno, ore 15, Tolosa)
Belgio-Irlanda (18 giugno, ore 15, Bordeaux)
Svezia-Belgio (22 giugno, ore 21, Nizza)
Italia-Irlanda (22 giugno, ore 21, Villeneuve-d'Ascq)

ORGOGLIO, CARATTERE E SANA PAZZIA: ECCO L'ITALIA DI CONTE

Non partiamo favoriti a Euro 2016, questo è innegabile. Anche Conte è stato chiaro: se saremo stati bravi andremo avanti, altrimenti usciremo senza rimpianti, consapevoli però di aver dato il massimo. Richiesta compattezza, intensità, orgoglio e un pizzico di sana pazzia. La 'camaleontica' Italia partirà dal suo punto di forza: la difesa. Il blocco Juventus è uno dei migliori d'Europa. Gigi Buffon per riscrivere la storia. Chiellini, Bonucci e Barzagli si conoscono a memoria. Il centrocampo è forse il reparto con più incognite dopo gli infortuni di Marchisio e Verratti. Il perno centrale sarà De Rossi che ha mostrato più freschezza del criticatissimo Thiago Motta. Ai suoi lati Giaccherini sembra sicuro del posto mentre a destra è ballottaggio Parolo-Florenzi, con il primo favorito. El Shaarawy si è calato nel ruolo di estero a tutto campo sulla corsia sinistra ma contro il Belgio il Ct dovrebbe optare per il più equilibrato Darmian. Candreva è una delle nostre armi migliori: ci affidiamo la sua corsa e al suo tiro da fuori. In avanti è tutto un gioco di coppie. Pellè l'ariete, Eder sta recuperando la forma migliore e Conte potrebbe alternarlo con Zaza. Anche Immobile scalpita. Bernardeschi e Insigne sono i giocatori con maggior estro nella nostra rosa. Saranno preziose soluzioni a gara in corso perché con la loro imprevedibilità possono trovare la giocata decisiva. Gli azzurri si esaltano quando non partono con i favori del pronostico e quando l'aria è pesante. Stasera capiremo chi siamo.

PROBABILE FORMAZIONE
ITALIA (3-5-2)
: Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; De Rossi, Paolo, Giaccherini, Darmian, Candreva; Pellè, Eder. Ct: Conte
OCCHI PUNTATI SU... Buffon, Candreva, Bernardeschi


BELGIO: UNA SQUADRA DALLA DOPPIA FACCIA

Il ct Wilmots dispone di una quantità di talento che in pochissimi possono vantare, soprattutto dal centrocampo in su. Il Belgio arriva in Francia come una delle grandi favorite alla vittoria finale. Mai nella loro storia i 'Diavoli rossi' potevano contare su una corazzata del genere. L'altro lato della medaglia però lascia trasparire diverse incognite. Non c'è l'abitudine a partire tra le grandi di una manifestazione continentale e questo alla lunga potrebbe farsi sentire. E' vero, sono tutti giocatori di livello mondiale ma sapranno essere squadra, reggere alle pressioni e mantenere le aspettative? Analizzando i nomi però la squadra fa paura. In porta Courtois è tra i migliori in circolazione. La difesa è sicuramente il reparto più carente con Vermaelen (che sì gioca a Barcellona ma che fa tanta panchina) e Denayer (Galatasaray) in mezzo con non dovranno far rimpiangere l'assenza del capitano Kompany; corsie 'Spurs' con Vertonghen a sinistra e Alderweireld a destra. Interessante anche Meunier del Club Bruges come alternativa. In mezzo il romanista Nainggolan e Witsel hanno tutto: quantità e qualità con Fellaini, sgraziato ma efficace, libero di trovare gli spazi qualche metro più avanti. Hazard è uno dei più grandi talenti di tutto l'Europeo: genio e classe di rara fattura. de Bruyne non è certo da meno. Per il ruolo di prima punta partirà bomber Lukaku, seguito nel calciomercato anche dalla Juventus, 25 reti questa stagione con l'Everton. Dalla panchina inoltre può uscire gente come Mertens, Benteke, Carrasco e Origi: nomi che giocherebbero titolari in qualsiasi altra nazionale.

PROBABILE FORMAZIONE
BELGIO (4-3-3)
: Courtois; Vertonghen, Denayer, Vermaelen, Alderweireld; Nainggolan, Witsel, Fellaini; Hazard, Lukaku, de Bruyne. Ct: Wilmots
OCCHI PUNTATI SU... Meunier, Witsel, Hazard, de Bruyne, Lukaku, Origi


IO, ZLATAN E LA MIA AMATA SVEZIA

Dopo l'assenza all'ultimo Mondiale, Zlatan Ibrahimovic ha portato la Svezia all'Europeo per quella che potrebbe essere l'ultima sua grande chance di lasciare il segno anche in Nazionale. Purtroppo la compagine scandinava non è mai riuscita ad avvicinarsi al suo immenso talento, lasciandolo spesso a predicare nel deserto. Lui però ama il suo popolo, si sente una leggenda, anzi, di più e vuole entrare nella storia segnando in quattro diverse edizioni europee. La squadra del Ct Hamren proverà ad inserirsi nel ruolo di terza incomoda del Girone E e per questo ha studiato una squadra duttile e compatta al servizio, naturalmente, di Ibra. Isaksson tra i pali. Lustig è il difensore col vizio del gol mentre l'ex genoano Granqvist completerà il reparto arretrato con Lindelof (Benfica) e Olsson del Norwich. Un 4-4-2 quadrato con Sebastian Larsson del Sunderland a destra, Kallstrom e l'ex Cagliari Ekdal in mezzo e Forsberg (o il più offensivo Durmaz) a sinistra, anche se in quel ruolo potrebbe essere schierato il palermitano Hiljemark con libertà di accentrarsi. Davanti, al fianco di Ibrahimovic la scelta è tra freschezza John Guidetti e l'esperienza di Berg, 19 reti quest'anno con il Panathinaikos.

PROBABILE FORMAZIONE
SVEZIA (4-4-2)
: Isaksson; Lustig, Granqvist, Lindelof, Olsson; Larsson, Ekdal, Kallstrom, Hiljemark; Ibrahimovic, Berg. Ct: Hamren
OCCHI PUNTATI SU.... Lustig, Hiljemark, Ibrahimovic, Guidetti


LA 'VECCHIA' IRLANDA DI O'NEILL

Un nordirlandese alla guida dell'Eire. Martin O'Neill è considerato uno degli allenatori più carismatici e preparati d'Oltremanica e i suoi trascorsi al Celtic e all'Aston Villa lo dimostrano. Il Ct che ha dato seguito alla gestione Trapattoni ripartirà proprio da quell'ossatura di squadra. L'Irlanda è la formazione con l'età media più alta del torneo (29,8) e cercherà di fare dell'esperienza la sua fortuna, sperando magari che venga sottovalutata dalle altre del girone. In porta il 40enne Given è il più anziano dell'Europeo. La sua prima presenza in Nazionale è datata 1996. Il capitano O'Shea (Sunderland, 35) comanderà la difesa con Coleman, frizzante esterno dell'Everton, Brady (o Ward) e Keogh. Probabile rombo a centrocampo con McCarthy vertice basso, Hendrick e Whelan (Stoke) mezze ali e il navigato Hoolahan leggermente più avanti. In attacco la suggestione si chiama Robbie Keane, che a 36 anni gioca nella MLS e non ha certo dimenticato come segnare. Con 67 reti è il miglior marcatore di sempre nella storia irlandese ed è il capitano morale della squadra. Difficile però che possa reggere partite intere ravvicinate. Più probabile che venga sfruttato a gare in corso. I titolari sulla carta sono Walters e Long, 9 reti col Southampton quest'anno.

PROBABILE FORMAZIONE
IRLANDA (4-3-1-2)
: Given; Coleman, O'Shea, Keogh, Ward; McCarthy, Hendrick, Whelan; Hoolahan; Walters, Long. Ct: O'Neill
OCCHI PUNTATI SU... Whelan, Long, Keane




Commenta con Facebook