• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, vertice per la cessione. Berlusconi attende la bozza di contratto

Calciomercato Milan, vertice per la cessione. Berlusconi attende la bozza di contratto

Incontro molto importante con i vertici Fininvest. Si cercherà un'intesa


Silvio Berlusconi (Calciomercato.it)

13/06/2016 08:14

MILAN FININVEST GALATIOTO CORDATA CINESE / MILANO - Questa per il Milan è la giornata dell'incontro tra i vertici Fininvest e l'advisor della cordata cinese. Nessuna chiusura ufficiale è prevista ma ci si attende un passo importante verso la cessione. Da New York è giunto Sal Galatioto, accompagnato dal proprio rappresentate italiano Gancikoff. L'incontro con i vertici Fininvest prevede la presenza del dg Pellegrino, dell'ad Cannatelli e del direttore Business Development Franzosi, come riportato dall'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport'. 

Il meeting avrà come obiettivo la stesura di una bozza del contratto definitivo, che sarà comprensiva di penali relative a eventuali inadempienze. Una volta uscito dall'ospedale, Berlusconi visionerà questa bozza, per poi passare alle firme, qualora un'intesa sia stata raggiunta. Possibile che il meeting non si svolta nella sede di Fininvest, tentando di mantenere un profilo basso, e che il tutto possa protrarsi per alcuni giorni. La prima data di scadenza per la trattativa era stata fissata al 15 giugno, spostata per ben due volta, fino al 20 e ora al 30 giugno, soprattutto a causa dei problemi di salute del presidente rossonero. 

Per quanto riguarda la cordata vera e propria, dunque gli investitori interessati a rilevare il Milan, non si hanno ancora certezze sul numero. Ad oggi si parla di 7-8 figure, tra le quali il maggior potere economico sarebbe nelle mani di 4-5. Tra le varie questioni da discutere, ci saranno di certo i 'paletti' posti da Berlusconi, ovvero il suo ruolo nel nuovo corso e le garanzie d'investimento pluriennale. 

L.I.




Commenta con Facebook