• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Euro 2016, tutto sul Girone D: Spagna con strani dubbi. Croazia pericolosa

Euro 2016, tutto sul Girone D: Spagna con strani dubbi. Croazia pericolosa

Formazioni, tecnici e stelle: Calciomercato.it vi porta alla scoperta dei raggruppamenti dell'Europeo


La Spagna ©Getty Images
Jonathan Terreni

12/06/2016 11:00

EURO 2016 TUTTO SUL GIRONE D / ROMA - La Francia ospita la 15a edizione dei campionati europei di calcio e cerca il terzo successo della storia dopo quelli del 1984 e del 2000. L'Italia di Conte non parte favorita ma vuole smentire le critiche. Talento il Belgio e Inghilterra. La Germania è sempre una garanzia, la Spagna sembra sottotono... e occhio alle sorprese. Calciomercato.it vi porta alla scoperta di tutti i gironi dell'Europeo. Il programma, le probabili formazioni, le stelle di ogni Nazionale e i commissari tecnici: oggi il Girone D.

GIRONE D

SPAGNA
CROAZIA
REPUBBLICA CECA
TURCHIA

LE PARTITE
Turchia-Croazia (12 giugno, ore 15, Parigi)
Spagna-Repubblica Ceca (13 giugno, ore 15, Tolosa)
Repubblica Ceca-Croazia (17 giugno, ore 18, Saint-Etienne)
Spagna-Turchia (17 giugno, ore 21, Nizza)
Croazia-Spagna (21 giugno, ore 21, Bordeaux)
Repubblica Ceca-Turchia (21 giugno, ore 21, Lens)

LA SPAGNA PARTE CON STRANI DUBBI

La Spagna è campione in carica. Ha vinto non solo l'Europeo del 2012 ma anche quello del 2008, per un dominio continentale che dura da otto anni. Eppure, nonostante tutto ciò, la Nazionale di del Bosque è contornata di dubbi e perplessità, per molti neanche sul podio della favorite. Cerchiamo allora di capire il perché. I fantasmi che possono segnare la fine di un ciclo compaiono anno dopo anno, anche se l'età media resta bassa e il ricambio generazionale sforna sempre molto talento. Iniesta non è più un giovanotto ma è pur sempre l''illusionista'. Xavi ha lasciato il timone e si sente. L'abitudine a giocare col 'falso 9' sembra aver disorientato le prime punte anche se Morata è in stato di grazia e partirà lui al centro dell'attacco, con Aduriz che scalpita. In porta ballottaggio Casillas-de Gea ma vista l'età il Ct delle 'Furie Rosse' concederà a Iker l'ultima battaglia. Dietro manca la leadership di Puyol, è vero, ma la coppia Pique-Ramos è di livello mondiale e non si discute. E poi gente come Busquest, Fabregas, David Silva e Pedro non ha bisogno di essere difesa. Nolito, Alcantara, Koke e Vazquez le nuove leve. Molto dipenderà dalla stato fisico e soprattutto mentale. Orgoglio e consapevolezza: in questo del Bosque è un maestro. La sconfitta nell'ultima amichevole con la Georgia è suonata come un campanello d'allarme alimentando le perplessità ma non deve assolutamente ingannare. Il bello inizia ora.

PROBABILE FORMAZIONE
SPAGNA (4-3-3)
: Casillas; Juanfran, Sergio Ramos, Piquè, Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; Silva, Morata, Pedro. Ct: del Bosque
OCCHI PUNTATI SU... Silva, Morata, Vazquez, Aduriz

CROAZIA: POTENZIALE DA TOP 3

La Croazia si affaccia a Euro 2016 con l'ambizione e le capacità con non si vedevano in questa nazionale dai tempi di Suker, Boksic e Prosinecki. Il Ct Cacic ha un gran bel gruppo, forte, giovane e con esperienza internazionale. In patria ci credono, non solo a passare il girone, ma a vincerlo e poi continuare il cammino. Subasic in porta. La difesa vede a destra il capitano, l'intramontabile Srna. Coppia di centrali con Vida, che piace all'Inter e Corluka. A sinistra Vrsaljko, che si appresta a diventare ambitissimo uomo di calciomercato del nostro campionato. In mediana i piedi sono educatissimi. Rakitic e Modric formano un duo che in pochissimi possono permettersi. Se poi ci aggiungiamo Kovacic e Brozovic tutto è ancora più interessante. Aspettiamo la prima gara per vedere come si schiereranno i croati perché lasciar fuori qualcuno diventa davvero difficile, considerato che Perisic ha il posto sicuro in corsia e che Pjaca si sta affermando come talento indiscusso. In avanti la prima scelta è Mario Mandzukic con il viola Kalinic pronto a dargli fiato e, perché no, giocare pure insieme se la partita lo richiede. E anche la panchina è interessantissima: Badelj, Kramaric, Strinic.

PROBABILE FORMAZIONE
CROAZIA (4-2-3-1)
: Subasic; Srna, Corluka, Vida, Vrsaljko; Modric, Brozovic; Perisic, Rakitic, Pjaca; Mandzukic. Ct: Cacic
OCCHI PUNTATI SU... Pjaca, Modric, Rakitic, Perisic, Kovacic 

POCO RICAMBIO GENERAZIONALE NELLA REPUBBLICA CECA

La Repubblica Ceca, da sempre squadra insidiosa agli Europei e con gran belle individualità, si presenta decisamente sottotraccia come non accadeva da molto tempo. Quello che più sta mancando è un ricambio generazionale che possa offrire nuovi talenti in un calcio che in patria è decisamente in fase di stallo. Per questo troviamo ancora vecchie conoscenze ormai usurate. Il porta Cech, che sarà anche il condottiero dello spogliatoio. Difesa da destra a sinistra con il 24enne Kaderabek dell'Hoffenheim, tra i più giovani della rosa, Sivok, Suchy del Basilea e Limbersky, classe '83. In mezzo Pavelka e Darida non sono male ma hanno poca esperienza: uno gioca in Turchia, nel Kasimpasa, l'altro nell'Herta Berlino. La luce è ancora una volta Rosicky: 35 anni e tantissimi infortuni in una carriera al di sotto delle potenzialità. Cervello e inventiva ma non certo freschezza alle spalle di Necid che in stagione ha firmato 16 reti col Bursaspor. Da tenere d'occhio possibili exploit di Sural e Krejci.

PROBABILE FORMAZIONE
REPUBBLICA CECA (4-2-3-1)
: Cech; Kaderabek, Sivok, Suchy, Limbersky; Pavelka, Darida; Sural, Docktal, Rosicky; Necid. Ct: Vrba
OCCHI PUNTATI SU... Sural, Krejci, Darida

MAMMA LI TURCHI: TERIM PREPARA LA SORPRESA

Le squadre di Terim le conosciamo, sono sempre insidiose. Questa Turchia lo è ancora di più perché oltre alla solita tenacia e aggressività intrinseca nel suo dna, ha a disposizione ottime qualità soprattutto dalla cintola in su. Topal e Balta formano una coppia di difensori collaudata visto che entrambi militano nel Fenerbahce. A sinistra grande interesse per vedere all'opera il neo interista Erkin, che potrà offrire corsa e spinta. Altro duo Fenerbahce a fare legna in mezzo al campo con Tufal e Selciuk Inan, uno degli uomini di maggior fiducia di Terim. Il trio dietro alla punta è notevole: Arda Turan farà le veci di capitano e uomo simbolo. Ozyakup, classe 1992 del Besiktas, è un elemento da tenere d'occhio. Le qualità di Calhanoglu le conosciamo, soprattutto il tiro da fuori. Il bomber è Yilmaz anche se ci sono dubbi sulla sua condizione fisica. Pronto, nel caso, Tosun. Dalla panchina potrebbe uscire forte il talento del diciottenne Emre Mor, acquistato nei giorni scorsi dal Borussia Dortmund per 20 milioni.

PROBABILE FORMAZIONE
TURCHIA (4-2-3-1)
: Babacan; Gonul, Topal, Balta, Erkin; Tufan, Inan; Calhanoglu, Ozyakup, Turan; Yilmaz. Ct: Terim
OCCHI PUNTATI SU... Erkin, Turan, Ozyakup, Mor, Calhanoglu




Commenta con Facebook