• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Euro 2016, tutto sul Girone C: corazzata Germania. Occhio alla Polonia

Euro 2016, tutto sul Girone C: corazzata Germania. Occhio alla Polonia

Formazioni, tecnici e stelle: Calciomercato.it vi porta alla scoperta dei raggruppamenti dell'Europeo


Germania ©Getty Images
Jonathan Terreni

12/06/2016 09:55

EURO 2016 TUTTO SUL GIRONE C / ROMA - La Francia ospita la 15a edizione dei campionati europei di calcio e cerca il terzo successo della storia dopo quelli del 1984 e del 2000. L'Italia di Conte non parte favorita ma vuole smentire le critiche. Talento il Belgio e Inghilterra. La Germania è sempre una garanzia, la Spagna sembra sottotono... e occhio alle sorprese. Calciomercato.it vi porta alla scoperta di tutti i gironi dell'Europeo. Il programma, le probabili formazioni, le stelle di ogni Nazionale e i commissari tecnici: oggi il Girone C.

GIRONE C

GERMANIA
POLONIA
IRLANDA DEL NORD 
UCRAINA

LE PARTITE
Polonia-Irlanda del Nord (12 giugno, ore 18, Nizza)
Germania-Ucraina (12 giugno, ore 21, Villeneuve-d'Ascq)
Ucraina-Irlanda del Nord (16 giugno, ore 18, Décines-Charpieu)
Germania-Polonia (16 giugno, ore 21, Saint-Denis)
Irlanda del Nord-Germania (21 giugno, ore 18, Parigi)
Ucraina-Polonia (21 giugno, ore 18, Marsiglia)

LA GERMANIA E' IL SOLITO PANZER 

La Germania parte come grande favorita ad ogni manifestazione. In vista di Euro 2016 il Ct Löw ha dovuto rinunciare a Reus come già era avvenuto per il Mondiale ma il talento in avanti è garantito. I tedeschi, capitati in un girone non certo proibitivo, vanno a caccia del successo continentale che manca da vent'anni. La saracinesca in porta si chiama Neuer. La sfortuna ha colpito  il romanista Rüdiger che si candidava come titolare ma che ha dovuto alzare bandiera bianca dopo la rottura del crociato in allenamento la scorsa settimana. Löw, che era tentato da una linea a tre, passerà probabilmente a quattro con Howedes ed Hector (o Mustafi) sulle fasce; in mezzo la coppia Hummels-Boateng. A centrocampo, al fianco di Kroos, si giocano una maglia lo juventino Khedira e la bandiera Schweinsteiger, al quinto posto di sempre come presenze nella Nazionale tedesca (111). Götze favorito su Mario Gomez per agire da 'falso 9'; a supporto la solita quantità di intelligenza e cinismo di Müller. Spazio poi all'estro di Özil e ad uno tra Draxler e Schürrle, entrambi compagni al Wolfsburg. Dalla panchina occhio alla stellina Sané, talento offensivo dello Schalke 04 che potrebbe essere la grande sorpresa.


PROBABILE FORMAZIONE
GERMANIA (4-2-3-1)
: Neuer; Howedes, Boateng, Hummels, Hector; Kroos, Khedira; Özil, Müller, Draxler; Götze. Ct: Löw
OCCHI PUNTATI SU... Müller, Götze, Sané

ALLA POLONIA IL RUOLO DI OUTSIDER

La Polonia si candida al ruolo di outsider non solo nel Girone B ma in tutto l'Europeo. La squadra di Nawalka è considerata una delle mine vaganti della manifestazione. Il potenziale offensivo è enorme visto che ad affiancare Lewandwoski, uno dei bomber principi d'Europa, ci sarà il talento di Milik dell'Ajax, nome caldo anche in ottica calciomercato. Insieme, quest'anno, hanno messo a segno 65 reti con i rispettivi club. In porta ballottaggio tra il romanista Szczesny e Fabianski. Dietro comanderà la linea il granata Glik affiancato da Padzan, con Piszcek sulla destra e Wawrzyniak a sinistra. In mezzo, nel quadrato 4-4-2 agiranno Krychowiak, ormai pilastro del Siviglia e Maczynski ma attenzione a Zielinski, in luce quest'anno con l'Empoli. Kuba Blaszczykowski, e l'interessante Grosicki del Rennes sulle fasce. Non sappiamo fin dove si potrà spingere questa squadra che resta un'incognita. Di certo è la seconda forza del girone, almeno sulla carta.

PROBABILE FORMAZIONE
POLONIA (4-4-2)
: Szczesny; Piszcek, Glik, Pazdan, Wawrzyniak; Blaszczykowski, Krychowiak, Maczynski, Grosicki; Lewandowski, Milik. Ct: Nawalka 
OCCHI PUNTATI SU... Krychowiak, Grosicki, Lewandowski e Milik

IRLANDA DEL NORD: SULLA CARTA LA PIU' DEBOLE

Sulla carta è la formazione più debole di tutto l'Europeo. Sulla carta appunto, perché gli uomini di O'Neill non ci stanno a fare da cenerentola. Certo, centrare la qualificazione agli ottavi sarebbe già di per sé un grande successo e quindi mai dire mai. McGovern in porta ha esperienza. La linea a tre sarà formata da McAuley del West Bromwich, Cathcart che Mazzarri guarderà attentamente perché del Watford ed Evans. In mediana ci sarà il capitano Davies, l'esperienza di Baird e il dinamismo di Dallas (in forza al Leeds). Davanti le speranze sono riposte nella coppia Lafferty-Ward. Il primo è forse il nome più altisonante; colui che ha trascinato la squadra alla qualificazione con le sue reti. Gioca nel Norwich e conta 44 presenze in Nazionale, il secondo milita nel Nottingham Forest con cui però ha realizzato appena tre reti nell'ultima stagione in poco più di trenta presenze. Possibile sorpresa il giovane del Manchester United, McNair.

PROBABILE FORMAZIONE
IRLANDA DERL NORD (3-5-2)
: McGovern; McAuley, Cathcart, J.Evans; McLaughlin, Davis, Baird, Norwood, Dallas; Lafferty, Ward. Ct: O'Neill
OCCHI PUNTATI SU... Lafferty e McNair

LA FREDDA UCRAINA SI GIOCA LE SUE CARTE

Le qualità offensive dell'Ucraina obbligano il Ct Formenko a presentare una formazione spregiudicata costruita principalmente su due nuclei, quello della Dinamo Kiev e quello dello Shakhtar, con tre tasselli del Dnipro. Il 4-3-3 si trasformerà in 4-4-2 in fase difensiva, il vero punto debole di una squadra operaia. Pyatov in porta non offre garanzie. Rakitsky e Khacheridi la coppia centrale titolare. Rotan del Dnipro, sarà il perno del centrocampo. E' in avanti dove sono riposte le speranze ucraine. Il faro sarà Konoplyanka che a Siviglia però non si è imposto sui livelli del Dnipro, con cui arrivò lo scorso anno in finale di Europa League. Tuttavia, assieme a Yarmolenko forma una coppia di esterni offensivi decisamente ben assortiti e con il giusto estro per risolvere una partita. La prima punta sarà Zozulya, cinque reti in stagione col Dnipro.

PROBABILE FORMAZIONE
UCRAINA (4-3-3)
: Pyatov; Fedetsky, Rakitsky, Khacheridi, Shevchuk; Stepanenko, Garmash, Rotan; Yarmolenko, Zozulya, Konoplyanka. Ct: Fomenko 
OCCHI PUNTATI SU... Yarmolenko e Konoplyanka




Commenta con Facebook