• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Pogba: "Futuro? Ora penso solo all'Europeo"

Calciomercato Juventus, Pogba: "Futuro? Ora penso solo all'Europeo"

Il centrocampista bianconero ha voluto rinviare ogni possibile discorso legato al calciomercato


Paul Pogba ©Getty Images

09/06/2016 15:19

CALCIOMERCATO JUVENTUS POGBA FUTURO / PARIGI (Francia) - Real Madrid-Pogba: è ripartito il tormentone di calciomercato. Nelle ultime ore, dalla Spagna, si è parlato di un Florentino Perez pronto ad offrire la bellezza di 120 milioni di euro al calciomercato Juventus per il centrocampista francese. Ai microfoni della 'ESPN', però, il 'Polpo' ha voluto rimandare ogni possibile discorso legato al suo futuro: "Me lo dica lei quale sarà (rivolto al giornalista, ndr). Lei avrebbe già un'idea in testa? Davvero? Io invece penso solamente alla prossima partita e agli Europei. E dopo mi godrò le vacanze".

Di seguito i passaggi più significativi della lunga intervista:

GLI ANNI DI MANCHESTER - "Al fianco di Scholes e Giggs ho imparato a lottare fino alla fine, fino a raggiungere la perfezione. Ferguson? E’ un allenatore che stimo molto. Ma anche lui è un essere umano e io sono una persona che dice quello che pensa. Che si tratti di Ferguson o di Barack Obama. Sir Alex è venuto a casa mia, abbiamo parlato e mi ha fatto pensare. Voleva tenermi  ma avevo già preso la decisione di lasciare". 

L’APPRODO IN ITALIA - "Al primo allenamento ho perso tre chili! Qui si lavora moltissimo a livello fisico e tattico. In Inghilterra si lavora più sull’esplosività, ma tatticamente è molto differente rispetto all’Italia. Dove, tra l’altro, le sessioni durano molto di più". 

RAPPORTO CON PIRLO - "Da lui ho imparato la calma e la fiducia. Sbagliava un passaggio e gli importava: sapeva che avrebbe avuto successo con quello successivo. Era in grado di decidere le partite: mi piacerebbe diventare decisivo come lui".

I CONSIGLI DI NEDVED - "E' sempre con noi durante gli allenamenti. Mi consiglia di lavorare sui calci di punizione, sui rigori ma soprattutto di migliorare il mio calcio col piede debole, ossia il sinistro". 

RUOLO - "Voglio diventare il ‘nuovo centrocampista’, ossia un calciatore in grado di fare tutto: difendere, attaccare, fare assist, segnare, riconquistare palla. Voglio essere un leader in campo. Un centrocampista box-to-box con un tocco di Zidane? Sì, lui ma anche Ronaldo, Ronaldinho, Messi, Iniesta… tutti! Voglio diventare un mix di tutto: da centrocampista difensivo a trequartista e attaccante. Voglio prendere le qualità di tutti". 

OBIETTIVI - "Non penso di essere un big. Non credo di aver fatto ancora niente: ho vinto scudetti, ma non ancora la Champions League, la Coppa del Mondo o gli Europei. Ecco, vincere questi ultimi con la Francia non sarebbe male. La mia forza è avere ambizioni straordinarie. Voglio lavorare per essere un grande e vincere tutto. Come vorrei essere ricordato tra 30 anni? Essere ammirato attraverso i video di Youtube come fanno ora i ragazzi con Maradone e Pelè. Quando dico che voglio diventare una leggenda alcune persone dicono che sono pretenzioso. Per me, però, si tratta di una sfida, un desiderio, un sogno. Non sto dicendo che ci arriverò, ma che lo voglio". 

SERIE A - "Forse non è il miglior campionato del mondo, ma è il più difficile. Giocare contro una squadra italiana è più difficile di tutti gli altri campionati". 

D.G.




Commenta con Facebook