• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, da Prandelli a Bielsa: senza l'allenatore non parte la 'vera' stagione

Calciomercato Lazio, da Prandelli a Bielsa: senza l'allenatore non parte la 'vera' stagione

I biancocelesti sono ancora alle prese con la scelta del tecnico, condizionando inevitabilmente il mercato


Claudio Lotito (Calciomercato.it)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

08/06/2016 12:43

CALCIOMERCATO LAZIO PRANDELLI BIELSA ALLENATORE / ROMA - Meglio tardi che mai. A parte il Milan, fra le big la Lazio è l'unica squadra ancora in alto mare in vista della prossima stagione. A partire dall'allenatore: manca il nome dell'uomo che siederà in panchina e di conseguenza anche il calciomercato è bloccato. Impossibile infatti scegliere i calciatori (tranne le occasioni come Adriano) che andranno a formare la rosa se prima non c'è una guida tecnica che tracci la strada tecnico-tattica. Da Prandelli a Bielsa, da Adriano a Pavoletti, ripercorriamo la situazione della Lazio in questo momento decisivo per la prossima stagione. 

PRANDELLI, BIELSA O UNA SORPRESA? LA LAZIO SCEGLIE L'ALLENATORE

Come dicevamo, la scelta dell'allenatore è sicuramente cruciale per l'avvio della nuova stagione e per iniziare a pianificare il calciomercato Lazio. Claudio Lotito è stato molto impegnato sul fronte Nazionale, aiutando Tavecchio nella scelta di Giampiero Ventura come nuovo commissario tecnico dell'Italia. Ora però è il momento di concentrarsi nuovamente sulla Lazio e sciogliere le riserve sul tecnico che siederà in panchina il prossimo anno. Sfumano le voci di un possibile arrivo di Jorge Sampaoli alla Lazio. L'ex ct del Cile ha accettato la corte del Granada e presto potrebbe essere ufficializzato alla guida del club spagnolo. Restano le soluzioni che si sono vociferate nelle ultime settimane. A proposito di ex ct, il favorito assoluto sembrava essere Cesare Prandelli, che era dato praticamente per fatto fino a qualche tempo fa. Ma la telenovela continua e negli ultimi giorni ci sono stati degli sviluppi inattesi: Prandelli perde quota, salgono le quotazioni di Marcelo Bielsa come nuovo allenatore della Lazio. Eppure quello di Bielsa, sicuramente più suggestivo, non è l'unico nome sulla scrivania di Tare. Fra i candidati ci sono anche Roberto Martinez, Quique Sanchez Flores e (più difficile) Manuel Pellegrini, mentre più defilato resta Simone Inzaghi. Defilato ma per nulla 'sconfitto': in questo momento tutto è possibile. 

DA ADRIANO A LAPADULA A PAVOLETTI: GLI OBIETTIVI DELLA LAZIO DOPO LA SCELTA DEL TECNICO

E così il mercato - fatto salvo l'acquisto praticamente concluso di Javorcic - resta sostanzialmente bloccato fino a nuove news, anche perché è naturale che di prima di pianificare acquisti importanti bisogna capire chi sarà l'allenatore e di conseguenza che modulo deciderà di adottare. Le differenze fra i candidati sono notevoli, ad esempio la scelta di Bielsa e del suo 3-4-3 cambierebbe radicalmente le prospettive rispetto ad una più prudente strada-Prandelli. Per il momento Igli Tare lavora per assicurarsi il sì di alcuni obiettivi già delineati, che potrebbero arrivare a prescindere. La tentazione-Adriano è forte e la Lazio è vicinissima al tesseramento del terzino del Barcellona. Intanto bisogna resistere alle tentazioni per i calciatori già in forza ai biancocelesti. Biglia e Felipe Anderson restano nel mirino di tante big italiane e straniere, ma in questo momento si parla molto di Candreva, trascinatore dell'Italia di Conte in queste prime amichevoli pre-Europeo. Si è vociferato di un interessamento del Napoli, ma secondo alcune indiscrezioni raccolte da Calciomercato.it la Lazio avrebbe chiesto Gabbiadini in cambio del suo vice-capitano. Di certo il primo obiettivo è quello di assicurare un elemento affidabile in attacco, dopo l'addio di Klose e la partenza di Matri. I nomi che circolano sono importanti e fanno capo sostanzialmente a diversi talenti italiani di grido. Resta la suggestione Lapadula, per il quale però c'è una concorrenza agguerritissima, si sono invece un po' affievolite le voci su Pavoletti, di sicuro più 'comodo' visto anche il credito che Lotito vanta con Preziosi. Ma fra i possibili attaccanti della Lazio in pole c'è Ciro Immobile, in lista di sbarco dal Siviglia: se il Torino non esercita il diritto di riscatto può essere un affarone. Ma come dicevamo tutto resta comunque vincolato alle preferenze del nuovo allenatore, con l'inevitabile deduzione: se non si chiude il capitolo guida tecnica il 'vero' mercato biancoceleste non potrà mai iniziare. 

 




Commenta con Facebook