• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Moratti: "Uscito di scena con Thohir. Mourinho il più grande. Non riuscii a prendere..."

Inter, Moratti: "Uscito di scena con Thohir. Mourinho il più grande. Non riuscii a prendere..."

Il congedo del personaggio che ha caratterizzato il mondo nerazzurro negli ultimi venti anni


Thohir e Moratti ©Getty Images
Omar Parretti (@omarJHparretti)

08/06/2016 10:20

CALCIOMERCATO INTER INTEVISTA MORATTI CINESI THOHIR / MILANO - Una storia lunga e piena di successi, su tutti il 'Triplete' del 2010, ma anche caratterizzata da capitoli amari che hanno temprato la fede dei tifosi: si chiude definitivamente l'era Moratti all'Inter. Il personaggio che più ha segnato la storia del club milanese negli ultimi 20 anni, adesso si è chiamato fuori con il passaggio di consegne ai cinesi: "Sono fiducioso. L'impressione che mi hanno dato è buona, mi sono parsi seri. Non è detto che la prima impressione sia sempre quella giusta, ma ho notato in Zhang Jindong concretezza, un uomo che non ha molta voglia di apparire", racconta al 'Corriere della Sera'.

THOHIR - "La mia vera uscita di scena in realtà c'era già stata con l'avvento di Thohir. Il Presidente è una persona molto cortese, ma devo dire che ho fatto una certa fatica. Questo però non è causato in nessun modo da lui, che è stato sempre molto disponibile. Ogni mio intervento avrebbe potuto creare imbarazzi perché la gestione appunto non era più mia".

MOVIMENTO ITALIANO - "Bisogna dare maggiori certezze a chi fa degli investimenti nella Serie A. Ci manca un senso di quello che può accadere quando si agisce sul mercato nostrano. Giocatori strapagati? Sempre stato così, ma oggi hanno anche altri benefici".

Una gestione quella di Moratti che negli anni ha portato grandi campioni durante il calciomercato: "I miei campioni? Ronaldo, Ibrahimovic e Recoba. So che sarò criticato sull'ultimo, ma è quel tipo di giocatore che regala quei colpi pregiatissimi, inattesi, che emozionano. Tre allenatori? Mourinho su tutti perché ha vinto tutto. Mancini è stato fondamentale per riportarci a vincere (e sottolinea anche come debba essere confermato adesso); Leonardo per la sua intelligenza". Moratti svela anche un retroscena sul calciomercato Inter di qualche anno fa: "Cercai Zeman al telefono, ma non rispose perché pensava ad uno scherzo. Poi le cose andarono in maniera diversa e non se ne fece nulla, però la mia stima per lui è intatta".




Commenta con Facebook