• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Conte: "Partiamo a fari spenti, non è un buon momento per il nostro calcio"

Italia, Conte: "Partiamo a fari spenti, non è un buon momento per il nostro calcio"

Il tecnico della Nazionale azzurra preferisce partire a fari spenti, indicando tra la favorite per la vittoria dell'Europeo Germania, Spagna e Francia


Antonio Conte ©Getty Images

06/06/2016 15:27

ITALIA CONTE EUROPEI / MADRID (Spagna) - L'Italia scalda i motori. Gli azzurri sono pronti al debutto all'Europeo di Francia che avverrà il prossimo 13 giugno contro il Belgio. Il tecnico degli azzurri, Antonio Conte, ha rilasciato un'intervista al quotidiano sportivo spagnolo 'Marca' toccando diversi argomenti.

"Il calcio italiano? Ha dominato negli anni passati, cosa che ora non accade più. Il nostro paese non è più la destinazione più ambita per i migliori giocatori, che preferiscono altre mete come la Spagna. In Italia però, non mancano buoni giovani giocatori. Quanto pesano le defezioni di Marchisio e Verratti? Molto, ma si deve lavorare con i calciatori disponibili e non pensare a quelli che non si ha. A mio avviso, il nostro gruppo è il più difficile di tutti. Prima avremo il Belgio che ha una grande squadra e non sarà per niente facile. I loro panchinari sarebbero titolari in quasi tutte le selezioni. Lo scorso novembre, ci hanno battuti per 3-1, dimostrando tutto il loro valore. Anche Svezia e Irlanda sono due avversari tosti. Svezia dipendete da Ibrahimovic? Hanno la fortuna di avere un giocatore con la sua classe. Dovunque è andata ha vinto. Durante gli anni è migliorato ed è fonte di ispirazione per i suoi compagni. La Svezia è una squadra molto solida in difesa, sono meno fisici dell'Irlanda, ma sono molto organizzati tatticamente. E poi hanno un giocatore che può fare la differenza. Cosa possiamo aspettarci dall'Irlanda? Ha preso punti in Germania, questo ci dice che è una formazione quadrata. Sono molto fisici e gli piace giocare con le palle lunghe, il classico stile inglese. Non ha giocatori famosi ma, ad esempio, a me piaciono molto l'attaccante del Southampton, Shane Long;, il difensore del Sunderland, John O'Shea e  quello dell'Everton, Coleman. I miei favoriti per la vittoria dell'Europeo? Germania, Spagna, Francia, Inghilterra, Portogallo e il Belgio. Non sto dicendo che il Belgio vincerà, ma c'è sempre spazio per una sorpresa. Guardate il Leicester quest'anno, sono stati in grado di conquistare il titolo con il duro lavoro e l'impegno. Noi? Cominciamo con i fari spenti, perché questo non è un buon momento per il calcio italiano, ma come si procede l'Euro, forse la luce di deslumbremos e le facce di altre selezioni.




Commenta con Facebook