• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Fiorentina, Corvino: "Io e Sousa come due contadini. Ripartiamo da lui e Bernardeschi"

Fiorentina, Corvino: "Io e Sousa come due contadini. Ripartiamo da lui e Bernardeschi"

La conferenza stampa di presentazione del nuovo direttore generale dell'area tecnica


Pantaleo Corvino ©Calciomercato.it

06/06/2016 13:13

FIORENTINA CORVINO SOUSA BERNARDESCHI / FIRENZE - Inizia la seconda Era firmata Pantaleo Corvino, nuovo direttore generale dell'area tecnica della Fiorentina che si presenta in conferenza stampa: "Ripartiamo da un allenatore che è un valore aggiunto, ha portato qualcosa di importante. C'è un gruppo di calciatori di alto livello, un settore giovanile che ha continuato a lavorare sulle linee guida che ho dato sette anni fa. E ripartiamo anche da una tifoseria passionale che dà tanta energia. Con questi presupposti possiamo partire tutti insieme per raggiungere qualche obiettivo che ci manca. Al mister ho detto che dobbiamo cercare di lottare per il vertice. Vogliamo mantenere il nucleo migliore della squadra, siamo tutti ambiziosi dalla società ai tifosi, me compreso. Il mio sogno è quello di tutti, cioè arrivare primi in qualcosa. Sarà presente un nuovo direttore sportivo, Carlos Freitas, poi stiamo cercando una figura che possa rappresentare la fiorentinità e supportare me e la società nelle sedi competenti e per questo abbiamo contattato Jorgensen. Analizzando la rosa mi è dispiaciuto non vedere tante soluzioni dal vivaio viola. C'è Bernardeschi, una risorsa del settore giovanile, un patrimonio da cui ripartire. Rui Costa? E' un dirigente del Benfica, gli ho telefonato solo per parlare di qualche giocatore, ma non mi ha risposto. A Sousa ho detto che siccome gli piace la terra, io e lui dovremo essere come due contadini poveri che uniscono le energie per lavorare al massimo".

L.P. 




Commenta con Facebook