• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, il piano per Berardi: due contropartite al Sassuolo

Calciomercato Juventus, il piano per Berardi: due contropartite al Sassuolo

I bianconeri spingono per Lapadula e Caprari del Pescara da girare poi in prestito ai neroverdi


Domenico Berardi © Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

28/05/2016 10:54

CALCIOMERCATO JUVENTUS BERARDI SASSUOLO LAPADULA CAPRARI / TORINO - Si muove la Juventus, con forza e decisa a portare a Torino il gioiello Domenico Berardi. Nonostante il Barcellona, che resta in allerta. I bianconeri hanno ormai deciso di assicurarsi l'attaccante classe '94 del Sassuolo sul quale vantano un'opzione da 25 milioni di euro, ma puntano a limitare l'esborso economico e la chiave potrebbe essere... il Pescara! Lo riferisce 'La Gazzetta dello Sport', secondo cui la dirigenza juventina sarebbe in pressing per i 'gemelli del gol' Lapadula e Caprari. Ieri sarebbe andato anche in scena un incontro tra il Ds Paratici e l'agente di Caprari, Davide Lippi, dopo il vertice di giovedì scorso tra l'Ad Marotta ed il presidente degli abruzzesi Sebastiani. Sebastiani che, ai microfoni di Calciomercato.it, aveva aperto alla possibilità di trattenere Lapadula e Caprari in caso di promozione in Serie A.

Ora però la Juventus fa sul serio ed avrebbe già presentato una prima offerta: 8 milioni di euro più 2 milioni di bonus per entrambi che verrebbero poi girati in prestito al Sassuolo di Di Francesco in cambio di Berardi. La proposta al Pescara potrebbe comunque essere arricchita con alcune contropartite, anche se il dubbio principale resta legato al bomber Lapadula che, dopo essere stato vicino al Genoa, fa gola anche a Lazio e Napoli e preferirebbe giocarsi le sue carte non in prestito, bensì in un club che detiene il suo cartellino.




Commenta con Facebook