• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, Tare: "Cerchiamo due rinforzi. Tecnico entro dieci giorni"

Calciomercato Lazio, Tare: "Cerchiamo due rinforzi. Tecnico entro dieci giorni"

Il direttore sportivo biancoceleste ha fatto chiarezza anche sull'addio di Klose


Tare (Calciomercato.it)

20/05/2016 15:44

CALCIOMERCATO LAZIO TARE ACQUISTI ALLENATORE KLOSE / ROMA - Intervenuto ai microfoni di 'Lazio Style Radio', Igli Tare, direttore sportivo del club biancoceleste, ha fatto il punto sul calciomercato Lazio, confermando la ricerca di rinforzi all'estero, del nuovo allenatore e facendo chiarezza sulla vicenda Klose. Queste le sue parole raccolte da Calciomercato.it

BILANCIO STAGIONE - "Il preliminare col Bayer? Mancavano dei ruoli specifici per quella partita, ora però è inutile parlarne. Il passato deve servire per fare meglio nel futuro. Quell'eliminazione ha pesato tanto, c'erano tante aspettative, il sogno era quello di continuare su quella strada. La delusione dell'eliminazione si è vista anche in campionato a Verona e a Napoli, dove è stato cancellato tutto quanto fatto di buono in un anno. E' stato uno shock psicologico per la squadra. Poi ci siamo ripresi, a ottobre abbiamo dato un segnale forte ma non siamo stati capaci di tenere quell'aspettative e non abbiamo messo in campo quello che serviva per raggiungere certi obiettivi. In Europa League abbiamo fatto una competizione importante fino alla gara con lo Sparta Praga, abbiamo passato il girone da primi in classifica e buttato fuori il Galatasaray. Ci sono tante cose da discutere, alcuni momenti hanno inciso molto sui calciatori e sul gruppo. Gli infortuni hanno avuto un peso rilevante, ma dentro ci sono degli errori fatti anche da parte nostra che andranno evitati. Per questo abbiamo deciso di anticipare la programmazione in vista della prossima stagione".

MERCATO - "Non ho problemi a parlare dei ruoli che devono essere rinforzati: dobbiamo andare a toccare difesa e attacco. E dovremo acquistare giocatori validi, pronti e che possano rappresentare un valore aggiunto per la rosa".

DIFESA - "Dobbiamo cercare di portare almeno un difensore centrale di spessore che possa garantire qualità importanti. Col rientro di de Vrij speriamo di riavere un punto di riferimento per la nostra difesa e speriamo che possa tornare al top a breve. Le prime settimane di preparazione ci daranno un segnale, ma sappiamo che il suo recupero è andato bene tanto che nelle ultime settimane si è anche allenato con la squadra".

EREDE KLOSE - "Cercheremo un profilo che ha una sua storia, perché sostituire Klose non sarà facile. Stiamo già studiando diversi profili, ma posso confermare che acquisteremo una punta capace di andare in doppia cifra. Ma voglio sottolineare una cosa: se la Lazio gioca da squadra, molti giocatori possono andare in doppia cifra come hanno fatto lo scorso anno". 

ALLENATORE - "Nei prossimi dieci giorni faremo chiarezza. La cosa più importante è che, dopo l’addio di Pioli, siamo stati subito chiari con Inzaghi: gli abbiamo dato una possibilità molto importante per dimostrare le sue qualità. Cosa che ha fatto, sorprendendo molte persone e riuscendo a gestire la squadra in una piazza difficile. Per noi alcune cose non erano una novità: lo conoscevamo bene, Sa trasmettere i valori della lazialità ed è molto giovane e farà una grande carriera. Ma noi stiamo facendo le nostre valutazioni e lui lo Sa bene, anche se non è scontata una sua conferma. L’incontro con Sampaoli è stato molto chiacchierato: ci siamo visti per avere un incontro conoscitivo, per capire le sue idee di calcio e niente di più. Lo stesso Inzaghi era stato avvistato preventivamente. Entro la fine della prossima settimana sarà chiara la scelta del prossimo allenatore della Lazio". 

POLEMICA KLOSE - "Non abbiamo mai chiesto di rimanere? L’ho lette anche io queste parole. E’ stata una scelta mia non voler rispondere subito, per non far perdere senso a quella giornata che era dedicata al suo addio alla Lazio dopo 5 anni. Speravo che facesse chiarezza lo stesso Klose 1-2 giorni dopo, dicendo la verità. La società non merita tutte queste critiche gratuite soprattutto in questo momento. Siamo stati criticati anche quando lo abbiamo portato a Roma: conoscevamo il suo valore tecnico e umano e sapevamo che avrebbe fatto benissimo. E’ stato un vantaggio reciproco la sua operazione: lui ha dato tanto alla Lazio, con la sua immagine ed il suo modo di essere, ma grazie alla Lazio si è conquistato un posto per gli ultimi Mondiali vinti dalla Germania. Prima della gara di Europa League contro lo Sparta Praga sono andato a parlargli, abbiamo chiacchierato a lungo e gli ho offerto un contratto di due anni con la possibilità di rimanere nella Lazio anche dopo il suo ritiro. La sua risposta è stata un ‘No, grazie’, mi ha ringraziato dell’offerta ma mi ha spiegato che voleva tornare in patria. Abbiamo parlato nuovamente anche durante il ritiro di Norcia dove mi ha confermato che questa idea di tornare in Germania l’aveva accarezzata anche lo scorso anno. Lo scorso anno sono riuscito a convincerlo grazie anche all’euforia della vittoria sul Napoli che ci ha regalato il terzo posto, nel postgara contro la Fiorentina invece ho preferito rimanere in silenzio per lasciare spazio al suo addio". 

OBIETTIVI FUTURI - "Questa stagione deve essere un punto di partenza importante. Abbiamo fatto tanti colloquio, sia di gruppo che individuali, con i giocatori ed abbiamo capito i problemi che ci sono stati quest’anno. Nella prossima annata vogliamo solamente giocatori che ‘sputeranno sangue’ per la maglia. Lo scorso anno sono arrivate offerte con cifre importanti ai nostri big, ma è stata una nostra scelta confermare il gruppo. Ora faremo delle scelte di prospettiva che siano volte al bene della società. Se un giocatore si sente di voler andare via non metteremo i bastoni tra le ruote. Detto questo posso assicurare che vogliamo fare una squadra competitiva".

RITIRO - "Faremo una prima base di preparazione, molto lunga, ad Auronzo di Cadore. Poi giocheremo diverse amichevoli internazionali di livello".

CALCIOMERCATO ITALIA - "Stando all’interno del sistema, posso confermare che molte società non se la passano molto bene. Tante squadre saranno costrette a fare delle cessioni dolorose e sarà molto difficile per loro: le risorse in Serie A mancano in questo momento e non mi aspetto grandissimi colpi"

D.G.




Commenta con Facebook