• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, Sabatini: "Su Pjanic siamo testimoni passivi, non c'è trattativa"

Calciomercato Roma, Sabatini: "Su Pjanic siamo testimoni passivi, non c'è trattativa"

Il direttore sportivo giallorosso è tornato a parlare della campagna trasferimenti


Miralem Pjanic ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

18/05/2016 11:17

CALCIOMERCATO ROMA SABATINI PJANIC GERSON / ROMA - Walter Sabatini, direttore sportivo della Roma, è tornato a parlare delle strategie di calciomercato del club giallorosso. Archiviato la stagione, è pronto ad accendersi il calciomercato Roma che in questo momento gira soprattutto intorno al nome di Pjanic, accostato con insistenza alla Juventus. Rispondendo alle domande dei giornalisti al suo arrivo al Circolo Canottieri Aniene, dove ci sarà il Premio Ussi, Sabatini ha affermato: "Su Pjanic siamo in una situazione di immobilità, non dobbiamo far niente: è una trattativa che non vogliamo fare. Pjanic potrà essere ceduto, auspichiamo di no, soltanto se verrà pagata la clausola rescissoria. Siamo testimoni passivi". 

Sabatini continua: "Non ho parlato con lui, ci ha parlato Spalletti e Pjanic ha detto che vuole restare alla Roma: non devo parlare con il calciatore, non è in vendita e non fa parte della manovra 'a coda di gatto maculato'. Se qualcuno vuole prenderlo, deve pagare la clausola. Con la Juventus non ci sono trattative: vedo auto-trattative, nomi che escono dalla Juventus e che potrebbero essere visti come opzione per la Roma, ma non è così. Per Pjanic c'è una postilla nel contratto e slo questa potrà liberarlo". 

Il ds della Roma poi fa il punto sulla strategia per la campagna acquisti: "Vogliamo mantenere la rosa attuale che, visto il girone di ritorno, sarebbe già un rafforzamento. Potremmo fare qualche integrazione per modificare qualche caratteristiche, ma il vero obiettivo è mantenere questa squadra. 

C’è più la volontà di mantenere la rosa attuale o rinforzarla? C'è la volontà di mantenere la rosa attuale. Per una nostra considerazione, soprattutto per quanto visto nel girone di ritorno, sarebbe già una politica equiparabile al rafforzamento. Poi potremmo valutare qualche integrazione per cambiare qualche caratteristica. Il vero obiettivo è mantenere questa squadra. Ci ha dato molte soddisfazione nel girone di ritorno e ci ha dato rammarico supplementare, perché se questo fosse stato l'incedere di tutto l'anno forse non avremo vinto lo scudetto, perché la Juve ha fatto numeri irraggiungibili, ma avremmo fatto numeri non lontani dall'obiettivo scudetto".

Sabatini parla anche di Dzeko: "E' un fortissimo giocatore che ha avuto una stagione non felicissima: resta un calciatore di primo livello. Servirà un confronto definitivo con lui e  con Spalletti per capire quale possa essere il suo ruolo. Se non ci saranno i presupposti, prenderemo una decisione in comune. Ma sarà sempre un patrimonio, nel caso da ricollocare con attenzione". 

Infine, una battuta su Gerson: "Ho detto che è un saltimbanco, ma avrei voluto dire acrobata: in questi mesi è stato costretto a ballare tra mille pressioni, mille offerte e quindi ha preso dei vizi e fa delle dichiarazioni improprie. Andrà in ritiro con la squadra, poi Spalletti vedrà cosa potrà tirare fuori da lui". 

 

 




Commenta con Facebook