• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Higuain immenso, Alex da incubo

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Higuain immenso, Alex da incubo

Top e Flop della 38a giornata secondo i voti dei nostri inviati


Gonzalo Higuain ©Getty Images
Mario D'Amiano (Twitter: @mariodamiano93)

16/05/2016 09:01

PAGELLONE 38A GIORNATA SERIE A / ROMA - Nella 38a giornata di Serie A, Napoli e Roma si giocavano il secondo posto, con gli azzurri che partivano con il favore del pronostico. Higuain ha sfoderato una prestazione altisonante che ha messo il punto esclamativo sulla Champions diretta e gli ha consentito di stravincere la classifica marcatori battendo lo storico record di marcature in massima serie. I giallorossi si sono consolati con l’ottima prestazione di Salah, così come la Juve ha festeggiato davanti al proprio pubblico grazie a un fantastico Dybala. Hanno pianto ancora una volta Inter e Milan, che hanno visto Telles e Alex protagonisti di una giornata da dimenticare. 

 

TOP

5.Salah (Roma) – Chiude in bellezza un’ottima stagione. Segna la rete del primo vantaggio sul campo del Milan e prosegue con una prestazione altisonante. Complice una difesa in confusione, fa ciò che vuole sulla fascia destra grazie anche alla sua velocità. VOTO 7,5

4.Politano (Sassuolo) – Sblocca la difficile gara con l’Inter con un bel tiro raddrizzato dalla giusta dose di fortuna. Prosegue con una partita di corsa, determinazione e qualità. Complica la vita a Telles, che in alcuni frangenti sembra andare in netto affanno nel duello sulla fascia. Se la sua squadra vince molti dei meriti vanno proprio a lui. VOTO 7,5

3.Verdi (Carpi) – E’ l’ultimo ad arrendersi, il primo a crederci. Verdi non vuole proprio far retrocedere il suo club e sfodera una prestazione da applausi nel bellissimo stadio friulano. Realizza la rete del vantaggio spiazzando Karnezis su rigore e raddoppia con uno dei gol più belli di giornata: doppio dribbling su Danilo e tiro imparabile che trafigge il portiere avversario. Tutto ciò, però, non basta a realizzare il sogno della sua squadra. VOTO 8

2.Dybala (Juventus) – Il campioncino bianconero sale in cattedra con una bellissima doppietta e giocate che fanno impazzire i difensori avversari. La difesa doriana non riesce mai a prenderlo e lui scappa via con serpentine e dribbling ubriacanti. Chiude al meglio una stagione già altamente positiva superando anche la quota reti in campionato di Carlos Tevez con la maglia della Juve. VOTO 8

1.Higuain (Napoli) – Il ‘Pipita’ raggiunge con una fantastica tripletta un traguardo storico per il calcio italiano: 36 gol in una sola stagione. Dimostra ancora una volta di essere un fuoriclasse assoluto e chiude la grande prestazione con una rovesciata da brividi. All’inizio sente la pressione del record da raggiungere ma dopo la prima marcatura la strada si fa in discesa: dopo poco arriva il secondo gol con un anticipo dei suoi e, infine, la terza rete che fa venire giù il ‘San Paolo’. Per descriverlo non ci sono aggettivi, i numeri parlano da soli come la sua prestazione che rasenta la perfezione. VOTO 9,5

 

FLOP

5.Telles (Inter) – Politano diventa il suo incubo sin dall’inizio. Il calciatore appare in netto affanno (e in grande confusione) per tutto il match. La fase difensiva non è il suo punto di forza e lo fa vedere ancora una volta. E’ il peggiore in campo nella brutta sconfitta dell’Inter sul campo dell’ottimo Sassuolo. VOTO 4,5

4. Skriniar (Sampdoria) – Ingenuo nell’occasione del rigore concesso a Mandzukic. Il calciatore entra in maniera goffa e fuori tempo. Rimedia un cartellino rosso, forse esagerato, che mette la gara in discesa per i bianconeri aprendo la strada alla roboante vittoria. VOTO 4,5

3.Morganella (Palermo) – Già dall’inizio non sembra in giornata positiva. Si strattona con Wszolek al 36’ facendosi espellere ingenuamente. Chiude male la stagione, dopo un ultimo periodo di ripresa. Per fortuna il suo errore non demoralizza i rosanero che conquistano comunque la salvezza. VOTO 4

2.Gori (Frosinone) – La sua gara è macchiata da un errore gravissimo che costa caro all’intera squadra. Dopo appena 15 minuti, infatti, decide di farsi espellere con una reazione esagerata dopo un fallo su Insigne. L’arbitro segue il regolamento e non può far altro che mandarlo sotto la doccia. VOTO 4

1.Alex (Milan) – Demotivato, spaesato, confuso. La sua prestazione è da cancellare a causa di errori grossolani che hanno compromesso il risultato dei rossoneri. Insieme ai suoi compagni non riesce a porre rimedio alle offensive romaniste andando spesso in difficoltà. Nettamente deludente. VOTO 4




Commenta con Facebook