• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > LA MOVIOLA DI CM.IT: regolare il gol di D’Ambrosio, errori nella lotta retrocessione

LA MOVIOLA DI CM.IT: regolare il gol di D’Ambrosio, errori nella lotta retrocessione

Rigore dubbio al Carpi, terzo gol palermitano parte da un fuorigioco


Alberto Gilardino ©Getty Images
Mario D'Amiano

16/05/2016 09:02

MOVIOLA 38 GIORNATA SERIE A / ROMA - I riflettori della 38a giornata della Serie A erano puntati tutti sulla zona retrocessione e sulla lotta per la Champions League. La prestazione di Rizzoli e Celi, che hanno arbitrato rispettivamente Milan-Roma e Napoli-Frosinone, è stata piuttosto positiva: senza errori gravi e senza chiamate da ‘oscar’. In zona retrocessione, invece, Mazzoleni e Irrati non sono apparsi molto lucidi: tanti gli errori commessi in Udinese-Carpi e Palermo-Verona. L’Inter, inoltre, lamenta un gol regolare annullato a D’Ambrosio nella sconfitta per 3 a 1 in casa del Sassuolo.

JUVENTUS-SAMPDORIA, arbitro Gavillucci 6 – Prestazione sufficiente per il fischietto e i suoi collaboratori. Giusto il calcio di rigore concesso ai bianconeri, forse un po’ troppo severo il cartellino rosso per Skriniar (avrebbe potuto anche ammonirlo). Manca un giallo a Lichtsteiner. In occasione del vantaggio, infine, Evra è l’unico fra i bianconeri a non essere in fuorigioco.

MILAN-ROMA, arbitro Rizzoli 6 – Partita corretta e con poche situazioni dubbie. L’esperto fischietto se la cava bene anche perché ha poche decisioni difficili da prendere. Giudica come retropassaggio una sventagliata di Bonaventura: forse un eccesso di zelo. Riesce a gestire nel modo giusto e con molta esperienza un finale di gara piuttosto nervoso. 

NAPOLI-FROSINONE, arbitro Celi 6 – Espelle Gori a inizio partita per una reazione eccessiva dopo un fallo su Insigne: da regolamento la scelta è azzeccata. Il secondo gol di Higuain, visto dal replay, sarebbe da annullare per una posizione di leggero fuorigioco. Nel complesso buona direzione arbitrale.

SASSUOLO-INTER, arbitro Gervasoni 5 – Grave errore nell’occasione del gol di D’Ambrosio: l’arbitro annulla ma la rete è regolare. Giusto, invece, non interrompere il gioco sul presunto fallo subito da Murillo, dal momento che la caduta è principalmente colpa del difensore. Utilizzando il buonsenso, avrebbe potuto soprassedere sulle proteste dello stesso, invece di gettarlo fuori con un doppio giallo lampo.

EMPOLI-TORINO, arbitro Saia 6 – Esordio positivo nel massimo campionato italiano. Arbitra con personalità ammonendo quando c’è bisogno. Poco coadiuvato dai suoi collaboratori, decide di fischiare un fuorigioco a Belotti inesistente. Ad inizio ripresa, invece, corregge l’errore del suo assistente che alza la bandierina a Bruno Peres mentre lui è lucido a non fischiare perché si tratta di un retropassaggio empolese. Nel finale Immobile protesta per un fallo di Cosic ma è giusto far proseguire.

CHIEVO-BOLOGNA, arbitro Ros 6 – Molto buona la direzione arbitrale anche per la facilità della partita. Le due squadre non mettono la necessaria grinta e la prestazione del fischietto scivola via senza particolari patemi. Pinzi nel finale è da giallo: unico minuscolo neo di una gara facile da gestire.

GENOA-ATALANTA, arbitro Aureliano 5,5 – Giusto annullare il gol di Pavoletti al 18’ per fuorigioco dell’attaccante. Posizione dubbia dello stesso calciatore in occasione del gol annullato al Genoa al 21’. Diversi i cartellini gialli utilizzati in una gara aperta fino alla fine. Nel complesso pochi errori importanti, nessuno decisivo ai fini del risultato.

PALERMO-VERONA, arbitro Irrati 5,5 – Difficile la gestione di una gara molto sentita, almeno per i rosanero. Restano dubbi sull’episodio che vede protagonisti Vazquez ed Helander nell’area di rigore veronese: il difensore tocca il pallone con la mano sul tentativo di sombrero del palermitano. Inoltre, Rispoli è in posizione di fuorigioco (seppur di poco) nell’occasione del terzo gol firmato da Gilardino.

UDINESE-CARPI, arbitro Mazzoleni 5 – Diversi gli errori che hanno sfavorito entrambe le squadre. Concede un rigore piuttosto dubbio al Carpi per una spinta di Felipe a Lasagna. Dopo poco espelle Thereau per proteste, forse in maniera troppo frettolosa. Bruno Fernandes reclama poi un rigore, che dalle immagini sembra esserci, per un contatto in area del Carpi. Infine, nemmeno il rigore concesso ai friulani (segnato poi da Di Natale) sembra esserci. Il contatto tra i due calciatori, se c’è, è davvero minimo.

LAZIO-FIORENTINA, arbitro Manganiello 6,5 - Partita semplice e prestazione più che sufficiente. Il fischietto ha poche scelte difficili da compiere e non sbaglia quasi nulla. Al 74' decide di dare un rigore alla Lazio per un fallo che sembra esserci, anche se visto al replay lascia spazio qualche dubbio. Nel complesso buona direzione.

 




Commenta con Facebook