• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-VERONA

Vazquez, Maresca e Gilardino salvano i rosanero. Viviani si ripete


Palermo ©Getty Images
Giorgio Elia

15/05/2016 22:42

Ecco le pagelle di PALERMO-VERONA.

 

PALERMO

Sorrentino 7,5 - Dopo un campionato da protagonista assoluto, non poteva che lasciare anche lui la sua firma sulla serata della salvezza del Palermo. La parata su Pazzini vale un stagione, al pari di quella su Ionita. L'ultima probabilmente in maglia rosanero. 

Cionek 7 - Si conferma muro insormontabile e tra i segreti della risalita rosanero. Merita un posto agli Europei con la sua Polonia. 

Gonzalez 6 - Non manca qualche piccola incertezza, ma nel complesso riesce a dare il suo contributo. 

Andelkovic 5,5 - Non riesce a prendere le misure a Ionita e il Palermo rischia dalla sua parte. 

Rispoli 7 - Le sue cavalcate infiammano il Barbera e producono anche azioni pericolose per gli avversari. Al bacio l'assist per Gilardino. Dal 83' Vitiello s.v.

Maresca 7,5 - Sdradica dai piedi di Marrone il pallone tramutato poi in oro da Vazquez. Poi nel più bello e inaspettato degli scenari, da epurato diventa protagonista della salvezza con la rete del 2-1.

Hiljemark 6,5 - C'è anche la sua caparbietà nel gol di Vazquez che rompe gli equilibri con il tocco a liberare il Mudo alla conclusione. 

Morganella 4 - Si strattona con Wszolek dividendo con il polacco le colpe per un episodio senza senso e carico di ingenuità. Chiude male la stagione, dopo un ultimo periodo di ripresa. 

Vazquez 7,5 - Regala al suo pubblico la sua firma sulla salvezza nella serata dei saluti. Si congeda nel migliore dei modi, confermandosi nota lieta di una stagione complicata. Il futuro è suo. Dal 94' Jajalo s.v.

Trajkovski 5,5 - Preoccupato dai compiti di ripiegamento non brilla in avanti, guadagnando comunque qualche calcio di punizione nei suoi tentativi di penetrare nella difesa veronese. Nel complesso giudizio rinviato al prossimo campionato. Dal 55' Lazaar 6 - Sorveglia la fascia sinistra nel momento più delicato della partita. 

Gilardino 7 - Lavora molto spalle alla porta, poi mette in ghiaccio salvezza e risultato con la rete del 3-1. 

All. Ballardini 7 - C'è anche la sua firma in questa salvezza. Nella serata decisiva è lucido nel ridisegnare la squadra dopo l'espulsione di Morganella. 

 

VERONA

Gollini 5,5 - Non ha colpe sulla rete di Vazquez, rivedibile invece il suo intervento sul gol di Maresca. 

Pisano 6,5 - Spinge a destra e si mostra attento davanti ai suoi vecchi tifosi. Nel finale si toglie anche lo sfizio di andare in rete.

Bianchetti 5 - Male sia sul gol di Vazquez che su quello di Maresca. 

Helander 5,5 - Qualche piccolo strafalcione e difficoltà nei confronti con Gilardino e Vazquez. 

Emanuelson 6 - Spinge a corrente alternata, dovendo anche arginare Rispoli. 

Wszolek 4 - Chiude male il campionato con il corpo a corpo con Morganella che porta alla sua espulsione e a quella dello svizzero. 

Viviani 7 - In un Barbera che lo fischia per il rifiuto di "residenza" nell'ultimo mercato estivo, si ripete segnando la seconda rete di fila dopo aver punito la Juventus. 

Ionita 6,5 - Si vede negare la rete da un super Sorrentino. La sua posizione mette in crisi la retroguardia rosanero, tra qualità e tempi di inserimento. Dal 45' s.t. Romulo 6 - Buon ingresso per corsa e idee. 

Marrone 5 - Ha sulle spalle il peso della responsabilità per il gol messo a segno da Vazquez, con il pallone perso su Maresca che avvia l'azione del gol. Dal 71' Furman s.v. 

Siligardi 5 - Qualche tenativo dalla distanza ma privo di efficacia. Sinistro a salve nella sera del saluto del Verona alla serie A. Dal 80' Checchin s.v.

Pazzini 6 - Torna titolare dopo l'addio di Toni e toglie il respiro all'intero Renzo Barbera con un colpo alla Quagliarella stoppato da un miracolo di Sorrentino. 

All. Delneri 7 - La sua squadra chiude il campionato con onore. 

 

Arbitro Irrati 5,5 - Qualche dubbio nell'episodio che vede protagonisti Vazquez ed Helander nell'area di rigore veronese. Il difensore gialloblù tocca il pallone con la mano sul tentativo di sombrero del Mudo. Poteva starci il tiro dagli undici metri per i rosanero. Qualche dubbio sulla posizione di Rispoli nell'azione del gol di Gilardino. 

 

TABELLINO

PALERMO-VERONA 3-2

Palermo (3-4-1-2): Sorrentino; Cionek, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli (dall'83' Vitiello), Hiljemark, Maresca, Morganella; Vazquez (dal 94' Jajalo), Trajkovski (dal 55' Lazaar); Gilardino. A disp.: Alastra, Posavec, Pezzella, Struna, Goldaniga, Cristante, Chochev, Brugman, Quaison. All. Ballardini.

Verona (4-2-3-1): Gollini; Pisano, Bianchetti, Helander, Emanuelson; Viviani, Marrone (dal 71' Furman); Wszolek, Ionita (dal 46' Romulo), Siligardi (dall'80' Checchin); Pazzini. A disp.: Coppola, Marcone, Moras, Gilberto, Samir, Albertazzi, Greco, Gomez. All. Del Neri. 

Arbitro: Irrati

Marcatori: 28' Vazquez (P), 48' Viviani (V), 51' Maresca (P), 64' Gilardino (P), 84' Pisano (V)

Ammoniti: 65' Gilardino (P), 69' Viviani (V), 86' Vazquez (P), 90' Checchin (V)

Espulsi: 35' Morganella (P), 35' Wszolek (V) 

 




Commenta con Facebook