• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Milan-Roma, Spalletti: "Pjanic e Nainggolan? Magari va via qualcun altro... Ibra? Costa troppo"

Milan-Roma, Spalletti: "Pjanic e Nainggolan? Magari va via qualcun altro... Ibra? Costa troppo"

Il tecnico giallorosso ha elogiato il cammino compiuto dai propri ragazzi nel girone di ritorno


Luciano Spalletti ©Getty Images

14/05/2016 23:21

MILAN ROMA SPALLETTI POSTGARA / MILANO - La Roma chiude il campionato al terzo posto, ma Luciano Spalletti si dice comunque soddisfatto del cammino dei propri ragazzi al termine della gara col Milan: "Quarantasei punti nel girone di ritorno fanno crescere le speranze in vista della prossima stagione e non i rimpianti per il mio arrivo tardivo - ha spiegato a 'Sky Sport' - La Juventus ed il Napoli sono stati più bravi e dobbiamo fargli i complimenti. Scudetto? E' un momento difficile perché il nostro calcio è caotico e in alcuni momenti dovremo essere bravi a difendere i nostri giocatori che anche questa sera hanno dimostrato di non avere sempre una grande personalità. Se avessi Higuain lo schiererei? Mi hai fatto una domandaccia (ride, ndr). Dzeko comunque ci vuole in una squadra, è un'ottima alternativa. Poi sta a lui ritagliarsi lo spazio. Pjanic e Nainggolan? Sicuramente la Roma ha creato la possibilità di mercato per diversi calciatori. Però questi si possono tenere tutti e due, magari uscirà qualcun altro. Poi queste cose le dovete chiedere a Sabatini. Resterà il prossimo anno? Per la mia ottica, sì. Penso che sia un vantaggio se la Roma sia gestita da lui nel prossimo calciomercato. La squadra ha mostrato grande qualità, è stata brava a convincersi dei propri mezzi in questi mesi. Rinnovo Totti? Penso di sì, ha già parlato Baldissoni. Io di questi discorsi non voglio sapere niente: sono felice di vedere Totti contento, ma voi lasciatelo tranquillo”.

Il tecnico giallorosso ha preso la parola anche a ‘Premium Sport’: "Terzo posto straordinario. Facciamo anche i complimenti al Napoli per come ha giocato e ad Higuain per il record. Noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare e dobbiamo essere soddisfatti. Condivido le parole di De Rossi sul trattenere i big, perché questi giocatori hanno mostrato grandi qualità, ma sono discorsi che andranno affrontati con calma".

PRESTAZIONE - “La squadra è stata dentro sin dal primo minuto, andando a pressare alto e a togliere spazi agli avversari. Abbiamo verticalizzato velocemente e fatto palleggio. De Rossi è tornato al suo livello. Ha presidiato bene la sua zona di competenza davanti ai centrali e ha fatto un’ottima partita”.

RINFORZI - "Nessuno dice che la rosa non vada completata e che non si debbano comprare giocatori più forti. Oggi però abbiamo visto un ottimo Strootman e un grande De Rossi. La squadra ha fatto molto bene nel possesso palla e nella fase di rientro. La squadra è cresciuta caratterialmente, specie in alcuni giocatori cardine. Il problema è che abbiamo sbagliato troppo e questo significa che dobbiamo mettere qualcosa dentro. Bisogna vincere segnando dopo aver creato una-due palle gol, non tutte le occasioni che abbiamo costruito noi. Ibrahimovic? E’ un discorso troppo semplice. Lo svedese è un grande giocatore, ma ha costi troppo alti per la Serie A".

Infine Spalletti, in conferenza stampa, ha avuto modo di parlare nuovamente di Pjanic e dell'accostamento alla Juventus: "Non posso consigliargli niente, i calciatori possono essere disturbati ma lui non vuole sicuramente andare via. Gli faccio qualche domanda ogni tanto, mi piace questo contatto. Vado a chiedere perché leggo delle cose… Bisogna proporgli quello che è un rapporto importante per un calciatore importante: contratto, tentativo di risultato finale, l’amicizia che ci può essere ocn lgi altri calciatori. Ci sono tutte queste cose da valutare ma ci sta bene a Roma, sia lui che Nainggolan. Sono buoni calciatori anche sotto l’aspetto umano, partecipare un luogo comune come lo spogliatoio".

D.G.




Commenta con Facebook