• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ROMA

Salah devastante, Nainggolan osservato speciale, Abbiati dà l’addio al calcio.


Salah e El Shaarawy © Getty Images
Davide Ritacco

14/05/2016 22:42

ECCO LE PAGELLE DI MILAN-ROMA

 

 

ROMA

Donnarumma 6 – Le sue ultime prestazioni non convincono ma stasera ha limitato i danni. Comunque parliamo sempre di un classe 99’. Conte (in tribuna) lo ha escluso dagli europei e non può che fargli bene crescere nel modo giusto.  

De Sciglio 5,5 – Si sta sicuramente ritrovando ma non è ancora il difensore di belle speranze che aveva accecato ad inizio carriera. L’età e questo Milan scricchiolante gli danno ancora il tempo di affermarsi ma anche stasera non ha impressionato.

Alex 4 – Potrebbe essere la sua ultima apparizione nel Milan e stasera ha ancora evidenziato una mancanza di concentrazione però nella stagione non è sempre stato il peggior centrale dei rossoneri. Il cambio d’allenatore non gli ha certo giovato. Dal 66’ Calabria 5,5 – Brocchi è costretto a mandarlo in campo per riportare al centro Romagnoli visto il disastroso brasiliano. Lui si perde Emerson sullo 0-3.  

Mexes 5 – Dei due centrali è quello più ‘sicuro’ e Brocchi punta su di lui per impostare ma va subito in difficoltà come tutta la squadra.

Romagnoli 5,5 – Vista la moria di terzini, Brocchi preferisce lui a sinistra piuttosto che il giovane Calabria, ruolo già ricoperto proprio con la Roma di Garcia che spesso utilizzava sulla corsia mancina. Soffre la velocità di Salah.  

Kucka 5,5 – In mezzo al campo è costretto a chiudere e ripartire ma non ha né la forza né la classe per prendere in mano la situazione.  

Locatelli 5 – Fa il suo esordio in Seria A col Milan da titolare a testimonianza della grande fiducia del club nei suoi confronti. Avrà certamente talento ma la strada sembra molto lunga.  

Bertolacci 5,5 – E’ uno dei tanti ex in campo, quello meno rimpianto e anche stasera ha fatto poco per farsi apprezzare. Rischia anche l’azzurro agli Europei. Dal 57’ Bonaventura 6 – Rientra dopo l’infortunio. Minuti utili in previsione della finale confermando che il suo apporto in questo Milan è fondamentale.

Honda 6 – Nel primo tempo è suo l’unico ‘tiro’ in porta del Milan, cerca di ripetersi ad inzio ripresa ma spara alto da ottima posizione. Prova ad illuminare le azioni del Milan ma è sempre impacciato.  

Bacca 5,5 – Il giallo della vigilia (sembrava dovesse partire dalla panchina) conferma la mancanza di fiducia che si ripercuote anche in campo. E’ un giocatore spento e diverso rispetto a qualche mese fa eppure è l’unico che la butta dentro (20° gol stagionale).  

Balotelli 5 – E’ una bocciatura. Brocchi lo sostituisce dopo 45’. E’ difficile giocare in questo Milan. Soluzioni offensive povere e anche lui ci mette del suo per non decollare. Dal 46’ Luiz Adriano 5,5 – Della batteria degli attaccanti è quello che si sposa meglio con Bacca e che ci mette sempre tanto impegno ma anche lui risulta nullo.   

All. Brocchi 4,5 –  I rossoneri di Brocchi fanno troppa fatica e stasera hanno dimostrato come sia una squadra completamente allo sbando. Per la squadra milanista, inoltre, non arrivano buone notizie nemmeno da Reggio Emilia, dove il Sassuolo ha vinto contro l'Inter. Resta solo l’ultima spiaggia per salvarsi: la finale di coppa Italia contro la superpotenza Juventus, basterà?

 

ROMA

Szczesny 6,5 – La Roma sembra voglia trattenerlo e non sarebbe una cattiva idea. Stasera il Milan ha fatto ben poco per metterlo in difficoltà, bravo sul colpo di testa di Honda.

Florenzi 6,5 – Ha sempre l’istinto di spingere per andare al tiro. Le sue sovrapposizioni creano spazi invitanti e lui stesso prova a pungere.

Rudiger 6,5 – Altra prestazione solida che sta convincendo sempre più la dirigenza giallorossa a riscattare il suo cartellino dallo Stoccarda anche se i soliti ben informati ‘prevedono’ una sua partenza per fare cassa.  

Manolas 6,5 –Il Milan non punge e lui fa buona guardia su Bacca, ha saputo amministrare con esperienza.   

Digne 6 – Spinge con efficacia nel primo tempo ma è ancora più bravo nelle chiusure difensive. Nella ripresa è un po’ distratto.

Strootman 6,5 – Il suo reintegro in squadra è una manna dal cielo per Spalletti che nella prossima stagione potrebbe perdere qualcosa a centrocampo ma con uno Strootman in più autore anche dell’assist per Salah. Dal 63’ Totti 6 – Entra con la partita ampiamente già archiviata e con questi ritmi ci va a nozze.

De Rossi 6,5 – Troppo facile per uno con la sua esperienza gestire il traffico in mezzo al campo al cospetto di avversari molli e senza stimoli.  

Nainggolan 7 – Stasera schierato alla ‘Perotti’. Per Spalletti è un uomo fondamentale sotto tutti i profili, sia atletico che tattico. Conte, presente in tribuna, avrà apprezzato la duttilità del belga?

Pjanic 7 – Partita di alto profilo che ne fa sempre di più un oggetto prezioso del mercato. Già smentita la voce che lo vedeva alla Juve la prossima stagione ma di sicuro potrebbe essere ‘sacrificabile’ a fronte del pagamento della clausola rescissoria.   

Salah 7,5 – Quindicesimo gol stagionale a conferma di un apporto importante in questa Roma a prescindere dall’allenatore. Sarà un punto fermo da cui ripartire ma serve il salto di qualità. Dal 85’ Dzeko s.v.

El Shaarawy 7 – Gioca contro il ‘suo’ Milan e nel primo tempo lo grazia ma non ha pietà nella ripresa senza esultare. Lui vuole restare a Roma e la Roma vuole che resti, salvo incomprensioni col Milan. Dal 78’ Emerson 6,5 – Entra e ha il tempo di mettere la sua prima firma in Serie A togliendosi la soddisfazione di un gol a San Siro.    

All. Spalletti 7 – La sua nuova esperienza romana è stata sicuramente positiva, una cavalcata magnifica sfiorando il secondo posto. Scelte nette e decise, sostituendosi alla dirigenza nel caso Totti. Adesso arriva il difficile, serve programmare e non fallire la prossima stagione. Stasera la prima indicazione scontata: il rigetto di Dzeko (accolto a settembre come eroe andrà via senza rimpianti) e la fiducia in Nainggolan, indicazioni importanti.    

 

Arbitro: Rizzoli 6 – Direzione di gara lineare in una partita tutto sommato corretta. Giudica come retropassaggio una sventagliata di Bonaventura, forse un eccesso di zelo. Finale nervoso che gestisce con esperienza.  

 

TABELLINO

 

MILAN-ROMA 1-3

Milan (4-3-1-2): Donnarumma; De Sciglio, Alex (dal 67’ Calabria), Mexes, Romagnoli; Kucka, Locatelli, Bertolacci (dal 57’ Bonaventura); Honda; Bacca, Balotelli (dal 46’ Luiz Adriano). A disp.: Abbiati, D. Lopez, Zapata, Simic, Bordi, Poli, José Mauri, Montolivo, Boateng. All.: Brocchi


Roma (4-3-1-2): Szczesny; Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne; Strootman (dal 63’ Totti), De Rossi, Nainggolan; Pjanic; Salah (dal 85’ Dzeko), El Shaarawy (dal 78’ Emerson). A disp.: De Sanctis, Torosidis, Zukanovic, Castan, Maicon, Iago Falque, Sadiq. All.: Spalletti

 

Arbitro: Rizzoli di Bologna

 

Marcatori: 19’ Salah (R), 59’ El Shaarawy (R), 80’ Emerson (R), 87’ Bacca (M)

 

Ammoniti: 21’ Locatelli (M), 56’ Luiz Adriano (M), 61’ Donnarumma (M)

 

Espulsi: 




Commenta con Facebook