• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Sassuolo-Inter, Mancini: "Disposto a strappare il contratto". Poi dà la formazione

Sassuolo-Inter, Mancini: "Disposto a strappare il contratto". Poi dà la formazione

L'allenatore nerazzurro incontra i giornalisti in sala stampa


Roberto Mancini ©Getty Images
Maurizio Russo

13/05/2016 10:30

SASSUOLO-INTER CONFERENZA STAMPA MANCINI / MILANO - L'allenatore dell'Inter Roberto Mancini incontra i giornalisti in sala stampa alla vigilia di Sassuolo-Inter. Con il quarto posto che vale l'accesso alla fase a gironi di Europa League già aritmenticamente conquistato, a tenere banco sono soprattutto le notizie che riguardano il calciomercato Inter della prossima estate tra arrivi e partenze: "Dopo la gara contro l'Empoli, Handanovic e Jovetic non hanno detto nulla di male. A Stevan non posso garantire nulla, sicuramente mi aspettavo facesse più gol e assist. Su Handanovic… beh, noi l'anno prossimo giocheremo l'Europa League cercando di vincerla. Ibrahimovic? Fa ancora la differenza, per questo mi sembra strano che il Psg abbia deciso di fare a meno di lui. Non so dove andrà l'anno prossimo. Mio futuro? Rimango se tutti sono contenti, altrimenti sarei disposto anche a strappare il contratto. Comunque prima di decidere devo parlare con Thohir per capire cosa si potrà fare in estate sul calciomercato. Per me non è un problema essere in scadenza fra un anno. Deciderà la società. Yaya Touré è ancora un obiettivo? Non capisco le critiche nei suoi confronti, di sicuro in Italia non c’è un giocatore come lui. Domani sarà una partita importante anche per valutare qualche giovane. Milan o Sassuolo in Europa League? Andrà chi merita, a parti invertite noi avremmo tifato per i rossoneri come loro che tiferanno per noi, è una cosa normale. Questa stagione è stata positiva, siamo arrivati dietro solo a squadre più forti di noi pur avendo cambiato tanto nella passata estate. Non tutti hanno capito le nostre difficoltà. Sicuramente anche l’anno prossimo Juventus, Napoli e Roma saranno davanti a noi come valori. Chi sono gli incedibili? Non abbiamo ancora parlato di questo, ma direi sia facile intuirlo. A volte, però, cedere è un obbligo. Valuteremo cosa potremmo fare".

Poi Mancini annuncia la formazione di domani con due ballottaggi, prima scherzandoci su annunciando la squadra Primavera: "Giocano Radu, Della Giovanna, Gyamfi, Bonetto, Manaj, Zé Turbo... Scherzi a parte, schiererò Carrizo in porta, D'Ambrosio, Juan Jesus, Murillo e uno tra Nagatomo e Telles in difesa, Kondogbia, Brozovic e  Melo o Gnoukouri visto che Felipe non sta benissimo a centrocampo, Jovetic, Eder e Palacio in attacco".




Commenta con Facebook