• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, rivoluzione in attacco: Ibrahimovic nome 'caldo'

Calciomercato Juventus, rivoluzione in attacco: Ibrahimovic nome 'caldo'

Lo svedese potrebbe fare ritorno in bianconero


Zlatan Ibrahimovic ©Getty Images

11/05/2016 13:20

CALCIOMERCATO JUVENTUS IBRAHIMOVIC MANDZUKIC MORATA ZAZA BERARDI / MILANO - Dopo la finale di Coppa Italia, gli uomini mercato Juventus cominceranno ad affondare il colpo in vista della prossima stagione per affidare al tecnico Allegri una rosa adeguata e pronta a puntare l'obiettivo Champions League. In attacco, l'unico sicuro di restare è Paulo Dybala: oltre al possibile ritorno di Morata al Real Madrid del quale vi abbiamo parlato in tempi non sospetti, secondo 'Sport Mediaset' anche Mandzukic e Zaza sarebbero pronti a lasciare i bianconeri. 

Su Zaza c'è da registrare l'interesse del Chelsea di Conte e del West Ham, numericamente a sostituirlo nella rosa dovrebbe essere Domenico Berardi. Il calciatore del Sassuolo, però, appare non così convinto perché potrebbe avere poco spazio. Per quanto riguarda il centravanti croato, invece, potrebbe essere sacrificato di fronte ad un'offerta importante. E torna di moda Zlatan Ibrahimovic: il 34enne bomber svedese, in scadenza di contratto con il Paris Saint-Germain, sarebbe fortemente sponsorizzato dal vicepresidente bianconero Pavel Nedved e avrebbe già mandato segnali alla dirigenza tramite il suo agente Mino Raiola. Da parte della società, ci sarebbe la disponibilità a parlarne solo in caso di addio dell'ex Atletico Madrid e Bayern Monaco. In ribasso le quotazioni di Cavani. Grandi manovre, dunque, in zona gol per Massimiliano Allegri. Staremo a vedere cosa succederà dopo il 21 maggio.

 

A.L.




Commenta con Facebook