• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Lippi: "L'unica panchina in cui siedo è quella del lungomare di Viareggio"

Milan, Lippi: "L'unica panchina in cui siedo è quella del lungomare di Viareggio"

Il tecnico commenta le voci su un suo approdo in rossonero


Marcello Lippi (Calciomercato.it)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

09/05/2016 14:08

MILAN LIPPI PANCHINA / MILANO - Non c'è il Milan nel futuro immediato di Marcello Lippi: l'ex ct dell'Italia smentisce le voci che circolano ormai da mesi di un suo possibile approdo in rossonero. Intervenuto a 'Rai Radio 2', il tecnico spiega: "E' da un po' di tempo di si parla di me sulla panchina del Milan, ma non c'è nulla di vero: sono ancora qua e l'unica panchina su cui siedo è quella del lungomare di Viareggio". 

Il nome di Lippi è stato fatto nel calcomercato Milan come possibile successore di Brocchi alla guida della squadra rossonera ma anche si è parlato anche di un suo approdo in rossonero in un ruolo diverso da quello di allenatore, come direttore tecnico, magari con lo stesso Brocchi a guidare la squadra. Una possibilità che ora sembra tramontata con Montella che sarebbe il candidato attualmente favorito per sedersi sulla panchina del Milan: una svolta però che non si concretizzerà prima della finale di coppa Italia, unica possibilità per Brocchi di avere qualche chance di restare in sella. Soltanto dopo la partita con la Juventus si programmerà il calciomercato rossonero. 

Intanto Lippi si defila, smentendo le voci su un suo arrivo al Milan e soffermandosi poi sulla favola Leicester: "Non credo sia una cosa paragonabile con l'Italia. Il Verona ha vinto grazie alla programmazione, è diverso da arrivare ultimi o terzultimi in anno e vincere il titolo l'anno successivo". 

Il tecnico, senza squadra dopo aver lasciato i cinesi del Guangzhou, ha parlato anche di argomenti extracalcistici, soffermandosi sul ritorno alle corse di Alex Schwazer, che è tornato a partecipare ad una maratona dopo la squalifica per doping, vincendo i Mondiali a squadre disputati a Roma e conquistando il passo per le Olimpiadi 2016: "Tutti possiamo sbagliare e chi sbaglia deve pagare. Scontata la pena, però, si deve ripartire", il commento di Lippi




Commenta con Facebook