• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Mancini: "Totti campione di un'altra categoria. Il rinnovo è doveroso"

Roma, Mancini: "Totti campione di un'altra categoria. Il rinnovo è doveroso"

Il tecnico dell'Inter ha speso belle parole per il capitano della Roma


Francesco Totti ©Getty Images

09/05/2016 08:52

ROMA MANCINI TOTTI / ROMA - In attesa di buone nuove sul rinnovo del contratto, ieri a Roma si è celebrato il 'Totti Day'. Una giornata che ha visto i giallorossi stendere il Chievo con un netto 3-0 ed il capitano mandare a rete Pjanic con un servizio illuminante: "Ne ha fatti talmente tanti di assist che risulta difficile evidenziarne uno solo. Quello che sta facendo adesso, alla sua età, appartiene solo ad un grande campione. Può giocare anche da fermo", ha ammesso Roberto Mancini a 'Il Messaggero'. Il tecnico dell'Inter nella sua tesi sul 'Trequartista' aveva già esaltato le qualità del numero 10 e capitano giallorosso.

"Anche fra 10 anni Totti - si legge su 'Il Messaggero' - avrà la stessa qualità tecnica. Ciò che ha realizzato appartiene ad un campione di un'altra categoria. Io ho avuto la possibilità, anche se lui era giovane, di giocarci contro e, come ho sempre detto fin dai tempi del suo debutto, è sicuramente il calciatore che mi somigliava di più per qualità, movimenti, gesti tecnici e per la rapida intuizione dello sviluppo della manovra. Mi fa molto piacere che Totti ancora oggi possa fare la differenza in Serie A. Nella mia squadra avrei schierato prima Totti e poi gli altri 10!". 

Inevitabile la domanda sul possibile prolungamento del contratto: "Credo che sia doveroso e giusto: ha dedicato tutta la sua vita alla maglia giallorossa. Non conosco la vicenda ma parliamo di un giocatore che poteva andare via in qualsiasi momento. Avrebbe potuto giocare nei più grandi club e se è rimasto tutta la vita a Roma, penso che con qualsiasi presidente e allenatore ci sia alla Roma, Totti debba rimanere il simbolo di questa squadra".

D.G.




Commenta con Facebook