• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Bayern Monaco, Capello: "Lewandowski mi ricorda van Basten. Ancelotti porterà novità"

Bayern Monaco, Capello: "Lewandowski mi ricorda van Basten. Ancelotti porterà novità"

Il tecnico italiano ha parlato anche di Guardiola


Robert Lewandowski ©Getty Images

08/05/2016 13:59

BAYERN MONACO CAPEOLLO PAROLE GUARDIOLA LEWANDOWSKY/ ROMA - Intervenuto al programma 'Meister Bayern' di 'Fox Sports', Fabio Capello ha esaltato le qualità di Lewandowsky: "E' un giocatore tecnicamente completo, uno di quei centravanti che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra. Lui sa muoversi negli spazi, ha una tecnica di primissimo livello, è bravissimo di testa e poi ha l'intuito del gol. Ma la sua forza è sul movimento senza palla. Lui sa capire dove va la palla prima dell'avversario ed è anche un giocatore altruista, non vede solo la porta fa qualche cosa di più, quello che non tutti i giocatori fanno. Io ho allenato van Basten. Lewandowsky mi ricorda Van Basten perché come lui aveva questa qualità di capire se poteva segnare o passare la palla al compagno meglio piazzato. L’attaccante polacco è qualche cosa di diverso rispetto a un goleador. E’ di più. E’ il più grande acquisto che ha fatto il Bayern Monaco".

GUARDIOLA - "Pep ha avuto un grande maestro che è Johan Cruijff. Guardiola ha portato il calcio a Barcellona e lui a Barcellona dopo aver vinto tanto l'ha portato anche in Germania. Grazie a questo modo di far stancare gli avversari con il possesso palla, di farli correre è riuscito a vincere tranquillamente i campionati. Quest'anno ce l’ha fatta con un po' di sofferenza in più forse probabilmente perché i calciatori si sono un po' adagiati. I tedeschi sono stati molto bravi perché hanno accettato questo tipo di gioco. Beckenbauer ha detto che è un gioco un po' noioso ma i risultati sono stati positivi e la mentalità vincente. Guardiola ha portato il possesso palla ma per vincere ci vogliono i grandi giocatori".

ANCELOTTI - "Si è preso un anno sabbatico, ha potuto studiare tranquillamente il Bayern Monaco e cercherà di portare innovazioni perché ovunque è andato ha sempre cercato di portare novità di gioco. Probabilmente metterà un po' più di fretta nella verticalizzazione perché lui è della scuola di Liedholm. La Bundesliga gli darà tempo di attuare queste modifiche perché Ancelotti da allenatore intelligente e da persona che studia molto bene quello che ha in casa riuscirà a  creare quell'ambiente fantastico che è riuscito a costruire in tutte le squadre dove è andato e i giocatori lo seguiranno. Credo che nella Bundesliga ci sarà qualcosa di nuovo, di più svelto con Carlo Ancelotti".




Commenta con Facebook