• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Mandzukic: "Un paio di campioni e vinciamo la Champions! Pogba..."

Juventus, Mandzukic: "Un paio di campioni e vinciamo la Champions! Pogba..."

Il centravanti croato ha parlato del suo impatto con mondo bianconero ed il rapporto con Allegri


Mario Mandzukic ©Getty Images

08/05/2016 09:49

JUVENTUS MANDZUKIC FUTURO / ZAGABRIA (Crozia) - Per essere stata la sua prima stagione in Italia, Mario Mandzukic può ritenersi soddisfatto: 13 gol tra campionato e coppe, di cui molti decisivi, una Supercoppa ed uno scudetto ai quali potrebbe aggiungersi a breve anche una Coppa Italia. Ma la partenza è stata in salita, sia per lui che per la Juventus stessa, come ha ammesso lo stesso croato in una lunga intervista rilascia al quotidiano croato 'Novosti': "L'inizio a Torino non è stato semplice, per la prima volta avevo problemi fisici e mi confrontavo con il calcio italiano. Per di più eravamo dieci nuovi giocatori, c’è voluto tempo per ambientarsi e compattare la squadra. La svolta dopo il ko di Sassuolo: negli spogliatoi ci siamo guardati negli occhi e confrontati. Lì ho capito che questo gruppo aveva carattere e che la Juve avrebbe fatto un grande campionato". Di seguito il resto delle sue dichiarazioni dove tocca tutte le tematiche delle ultime news Juventus

SOCIETA' - "Sono rimasto impressionato dall'organizzazione del club: soprattutto nei momenti di cristi tutti, dai dirigenti allo staff, hanno fatto quadrato attorno alla squadra. Io conoscevo la storia e il blasone del club, ma quando ci sei dentro comprendi la mentalità e la tempre, che sono unici. E adesso sono contento di aver dimostrato di poter essere importante per questa società".

ALLEGRI - "Con Allegri c’è stato un confronto piuttosto duro alla vigilia della sfida di ritorno col Bayern Monaco, quando ho capito che non sarei partito titolare. Ma da quel faccia a faccia è scoccata la scintilla ed ora il nostro rapporto è ottimo. Lui mi ha aiutato molto: mi ha voluto alla Juventus, mi è rimasto vicino quando non stavo bene, mi ha sempre supportato. Se Simeone è un gladiatore, Allegri è uno tosto, un uomo di carattere, con idee chiare e i risultati parlano per lui". 

FUTURO E CALCIOMERCATO - "Futuro? Voglio restare qui al 100 per cento: sono felice della Juventus e il prossimo anno possiamo fare ancora meglio di questo. L’importante è mantenere il gruppo e inserire un paio di campioni: in questo modo potremo lottare per vincere la Champions. Se arriva Cavani? Questi sono affari della società". 

POGBA - "Ho visto tanti grandi centrocampisti nella mia carriera, nessuno però della caratura di Paul per età, qualità e potenzialità. Diventerà uno dei migliori, se non il migliore. Io gliel’ho detto, ‘devi rimanere a Torino ancora un paio di anni per completare il salto di qualità". 

D.G.




Commenta con Facebook