• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, che danni in mezzo: ecco come si ridisegna il centrocampo per gli Europei

Italia, che danni in mezzo: ecco come si ridisegna il centrocampo per gli Europei

Marchisio fuori, Verratti a mezzo servizio: Conte è costretto al 3-5-2. Le possibili scelte.


Antonio Conte ©Getty Images

06/05/2016 16:05

ITALIA INFORTUNI CENTROCAMPO CONTE EUROPEI MARCHISIO VERRATTI / ROMA - L'Europeo dell'Italia rischia già di essere in salita ed ancora non siamo partiti per la Francia. Oltre all'infortunio di Claudio Marchisio, tegola importante per l'economia del centrocampo azzurro, anche le condizioni di Marco Verratti fanno preoccupare lo staff di Antonio Conte. Il regista del Paris Saint-Germain infatti rischia - se non di saltare la rassegna - di essere a mezzo servizio. Il commissario tecnico allora dovrà ridisegnare il centrocampo nostrano che verosimilmente vedrà tre centrali e due esterni in un classico 3-5-2. Da valutare le fasce, concentriamoci però nel mezzo dove le possibili scelte diventano molte.

Le quotazioni di Andrea Pirlo potrebbero tornare a salire perché non c'è un altro elemento in grado di dare la stessa qualità; forse il solo Jorginho che però pagherebbe lo scotto della scarsa esperienza internazionale. La cabina di regia allora potrebbe essere affidata a Daniele De Rossi, seppur con altre caratteristiche, affiancato da Thiago Motta e Parolo. Un centrocampo geometrico e robusto, ma poco imprevedibile. Ci sono poi gli outsider che se la lottano: Bertolacci, Soriano ed ovviamente Montolivo. Infine potrebbe essere un'alternativa anche l'accentramento di Florenzi dalle corsie laterali al ruolo di mezzala accanto al centrocampista centrale.

O.P.




Commenta con Facebook