• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, TI RICORDI DI... Grimi? Due milioni per quattro presenze

Milan, TI RICORDI DI... Grimi? Due milioni per quattro presenze

Il difensore argentino meteora rossonera. Ora gioca in patria, nel Racing Avellaneda


Leandro Grimi ©Getty Images
Jonathan Terreni

03/05/2016 12:03

MILAN TI RICORDI DI GRIMI RACING / MILANO - Leandro Grimi è il classico esempio di meteora calcistica. Approdato al Milan nel gennaio 2007 dall'Argentina dopo un mese di ambientamento, firma un contratto di quattro anni e mezzo, il che lascia presupporre ad un talento di prospettiva considerati anche i suoi 22 anni. Invece le aspettative vengono deluse e di lui, in campo, si ricordano solo i tifosi rossoneri più appassionati.

DUE MILIONI QUATTRO PRESENZE  - Due milioni di euro è la cifra sborsata dal Milan nel calciomercato per prelevarlo dal Racing Avellaneda con cui aveva disputato l'anno prima undici presenze segnando una rete. Grimi, cresciuto nelle giovanili dell'Huracan, fino alla prima squadra, in rossonero debutta in Coppa Italia nella partita contro l'Arezzo vinta 2-0 giocando una mezz'ora. Per vederlo in campo in campionato bisogna attendere il 18 aprile, in occasione di Ascoli-Milan 2-5: dieci minuti e spiccioli. Le altre due presenze nelle ultime due stagionali contro Udinese e Reggina per un totale di 97 minuti. La cosa certa è che nel suo palmares c'è una Champions League e quella non può negargliela nessuno.

DA SIENA AL RACING - Che al Milan non fosse aria si era capito fin da subito. Ancelotti non lo ha mai apprezzato e così nell'estate 2007 passa in prestito al Siena. Tredici presenze in Toscana prima di trasferirsi a gennaio allo Sporting Lisbona che l'estate seguente ne rileverà il cartellino per 2,5 milioni circa. In Portogallo fino al 2011 disputerà 35 presenze vincendo coppa e supercoppa nazionale poi altre due esperienze. Prima la toccata e fuga al Genk poi il ritorno in Argentina al Gody Cruz (35 presenze, 4 reti). Nel luglio 2014 il cerchio si chiude e torna al Racing Avellaneda dove conquista subito il titolo con Milito e compagni. In quest'ultimo anno 12 presenze tra campionato e Libertadores.




Commenta con Facebook