• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-ROMA

Totti ancora decisivo, El Shaarawy torna Faraone! Dzemaili cambia il Genoa, Strootman che rientro...


Francesco Totti ©Getty Images
Valerio Pantone

02/05/2016 21:02

Ecco le pagelle di GENOA-ROMA:

 

 

GENOA

Lamanna 6,5 – Incolpevole sul vantaggio di Salah, si fa trovare pronto sul tiro insidioso di El Shaarawy e poi, poco dopo, è bravissimo e fortunato a respingere in qualche modo il tentativo più ravvicinato del Faraone. Non impeccabile sulla punizione di Totti, non può nulla sul 3-2 di El Shaarawy.

Munoz 5 – El Shaarawy lo costringe immediatamente agli straordinari, mettendolo subito alle strette. Rimedia con il passare dei minuti, anche grazie alla disposizione più adeguata dell’intero reparto. In ritardo nel finale sul taglio vincente ancora del Faraone.

Burdisso 5,5 – In evidente difficoltà quando gli avanti giallorossi giocano sullo stretto, ricorre a tutta la sua esperienza e forza fisica per arginare il miglior attacco del campionato, ma non basta.

Izzo 5 – Complicato limitare la velocità di Salah che sembra subito in giornata di grazia. Graziato da Gervasoni quando ostacola con un braccio troppo alto El Shaarawy lanciato in area di rigore.

Fiamozzi 5,5 – Resta molto basso per aiutare Munoz nella marcatura sullo scatenato El Shaarawy. Cerca fortuna un paio di volte, ma non viene servito dai compagni. Dal 70’ Capel 5,5 – Il suo ingresso in campo si nota soltanto in pieno recupero, quando fallisce davanti al portiere della Roma la palla dell’incredibile 3-3.

Rincon 6,5 – Non fa il solito filtro in mezzo al campo, complice i continui movimenti dei trequartisti giallorossi. Cresce nella ripresa, regalando l’assist al bacio per il gol del 2-1 di Pavoletti.

Dzemaili 7 – Piazzato inizialmente come mezz’ala sinistra del centrocampo genoano, il suo spostamento davanti alla difesa rimette in carreggiata i suoi che da quel momento prendono le misure alla squadra di Spalletti. Impreziosisce la sua prestazione inventandosi lo spazio per il taglio di Rincon sull’azione del vantaggio rossoblu.

Tachtsidis 6,5 – Uno dei tanti ex dell’incontro, lascia subito il segno sulla gara sfruttando al meglio l’ottimo invito in area di Laxalt. Propositivo ed intraprendente nel far ripartire le azioni genoane, esce tra gli applausi meritati del pubblico. Dal 61’ Marchese 5 – Ha il compito di stazionare su Totti, ed invece permette al capitano giallorosso di dirigere con troppa libertà le azioni offensive.

Laxalt 6 – Mette subito alle corde Maicon che ha proprio nella fase difensiva il suo anello debole. Lo conferma al 15esimo quando fornisce l’assist per il pari di Tachtsidis. Soffre nel finale il forcing dei giallorossi.

Suso 6,5 – Un po’ offuscato dal pressing romanista, esce dal guscio al 33esimo chiamando Szczesny ad un intervento complicato. Da lì in poi riesce a trovare più spazio e a mettere più apprensione ai difensori romanisti. Dall’82’ Pandev s.v.

Pavoletti 6,5 – Avrebbe subito una buona opportunità dopo pochi minuti, ma Rudiger lo mura mandando il pallone largo. Si sacrifica molto per la squadra e al momento opportuno punisce la Roma insaccando in rete il cross basso di Rincon. Il miglior biglietto da visita davanti al vice del ct Conte.

All. Gasperini 6 – Sorpreso dall’iniziale schieramento della Roma, è abile a correggere in corsa d’opera la posizione di Dzemaili e Tachtsidis, favorendo proprio il pareggio del greco. La squadra almeno inizialmente non sembra risentire delle assenze precauzionali dei diffidati, in vista del derby: Gabriel Silva, De Maio, Ansaldi e Rigoni. Forse però nella ripresa, con il risultato a favore, sarebbe stato più opportuno inserire qualcuno di loro.   

 

ROMA

Szczesny 7 – Può fare poco sul pareggio di Tachtsidis, mentre è reattivo alla mezz’ora sulla conclusione dalla distanza di Suso. Sorpreso dal cross di Rincon sul gol di Pavoletti, si supera nel finale uscendo alla grande su Capel.

Maicon 4,5 – Incerto dopo pochi minuti ad innescare un’azione potenzialmente pericolosa di Laxalt, lascia troppo spazio allo stesso uruguaiano in occasione del pareggio del Genoa. Colpevole non poco anche sul raddoppio dei Grifoni, dove si fa trovare impreparato sul taglio in area di Rincon. Dal 66’ Dzeko 6,5 – Si muove molto e crea tanti spazi per gli inserimenti dei compagni. Decisivo nel finale con l’assist fondamentale per il 3-2 di El Shaarawy.

Manolas 5,5 – Non è periodo brillante per il greco. Lo si capisce sin dalle prima battute, quando i padroni di casa spaventano i giallorossi senza fare niente di straordinario. Lo conferma sul pari di Tachtsidis, restando troppo basso senza marcare nessuno. Qualche responsabilità anche sul 2-1 del Genoa nel quale fa girare con troppa facilità Dzemaili.  

Rudiger 5,5 – Qualche svarione di troppo in avvio di gara, si riprende con il passare dei minuti, anche se poi si fa anticipare da Pavoletti sul gol del 2-1 genoano.

Digne 6 – Un po’ troppo timido in fase di spinta, a detta anche di Spalletti che dalla panchina lo invita a mostrare più personalità. Un difetto che ogni tanto il francese continua a palesare, anche se per la verità poi il suo compitino lo svolge sufficientemente.

De Rossi 6 – Spalletti lo rilancia dal primo minuto, complice anche le non perfette condizioni di Keita. Il capitano giallorosso, giunto oggi alla 386esima presenza in campionato con la maglia della Roma (raggiunto Losi), non è impeccabile come Manolas sul pari genoano, dove lascia troppo spazio a centro area l’ex Tachtsidis. Quel Tachtsidis che proprio ai tempi di Zeman gli sfilò spesso il posto tra i titolari. Decisamente meglio quando si affaccia nell’area avversaria, come nel caso dell'apertura dalla quale parte l'azione del 3-2 di El Shaarawy. Rischia grosso poco prima, quando entra con il piede a martello su Rincon: l'arbitro lo "assolve" con il giallo.

Strootman 6,5 – E’ lui l’uomo più atteso dell’incontri. 463 giorni dopo l’ultima presenza dal primo minuto, ma soprattutto dopo tre interventi chirurgici, l’olandese ritrova la maglia da titolare dimostrando di essere tornato, e come, abile e arruolato. Prezioso in diversi disimpegni, non tira mai indietro la gamba nei contrasti. Troppo macchinoso, forse, nell’ultimo passaggio, ma come primo test, si può dire che ampiamente superato.

Salah 6,5 – Alla prima vera chance non sbaglia, duettando a meraviglia prima con El Shaarawy poi con Perotti, firmando così il suo 13esimo centro in campionato. I suoi strappi però non sono sempre determinanti e così il suo contributo viene meno nella seconda parte della partita. Dal 88’ Zukanovic s.v.

Nainggolan 6 – Diventato ormai quasi un attaccante aggiunto nello scacchiere tattico di Spalletti, la sua posizione mette inizialmente in crisi la difesa di Gasperini che però gli prende le giuste contromisure con il passare del tempo e la sua prova ne risente.  

El Shaarawy 7,5 – Scuote subito i suoi con una bella iniziativa personale, poi, propizia con il tacco il vantaggio di Salah. Poco dopo impegna Lamanna con un tiro velenoso dal limite dell’area, confermando di essere un pericolo costante per la retroguardia ligure. Un po’ in ombra nella ripresa, si fa vivo a tre minuti dal termine approfittando dell’ottimo suggerimento di Dzeko e firmando rete decisiva.

Perotti 6 – Torna da ex nello stadio che lo ha rilanciato nel calcio che conta, mettendo subito lo zampino con l’uno-due che manda in rete Salah. La sua gara, tuttavia, vive di fiammate, anche perché probabilmente condizionato dai fischi del pubblico. Ad inizio ripresa ha una buona palla in area di rigore ma calcia male. Dal 59’ Totti 7 – Timbra oggi la sua 599esima presenza in Serie A e come ci ha ormai abituato in questo finale di stagione, capovolge l’inerzia del match con una punizione delle sue e orchestrando gli assalti giallorossi. Infinito.

All. Spalletti 7 – Come annunciato in conferenza stampa, regala la maglia da titolare a Strootman, in coppia in mediana con De Rossi. Il gol di Salah è un suo evidente marchio di fabbrica, peccato però che i giallorossi si prendano delle distrazioni di troppo che fanno tornare in partita il Genoa. Nella ripresa getta nella mischia prima Totti e poi Dzeko: gli effetti arrivano nei minuti finali quando entrambi contribuiscono alla rimonta romanista. Il sogno secondo posto è ancora vivo.

Arbitro Gervasoni 5 – Da rivedere un fuorigioco fischiato al Genoa dopo pochi minuti, mentre appare molto dubbio al 25esimo il contatto sospetto in area genoana tra Izzo e El Shaarawy: il difensore rossoblu rischia molto allargando troppo il braccio che impatta sul volto del romanista. Poteva starci il penalty. Al 37esimo posizione sospetta di El Shaarawy che scatta sul filo fuorigioco, ma probabilmente oltre la linea difensiva del Genoa. Forse tardive le ammonizioni, il Genoa protesta timidamente per la punizione dalla quale nasce il pari di Totti: il fallo, tuttavia, sembra esserci. Nel finale brutta entrata di De Rossi su Rincon: il giallo di Gervasoni va’ probabilmente di lusso al centrocampista della Roma.

 

TABELLINO

GENOA-ROMA 2-3

Genoa (3-5-2): Lamanna; Izzo, Burdisso, Muñoz; Fiamozzi (dal 70’ Capel), Rincon, Dzemaili, Tachtsidis (dal 61’ Marchese), Laxalt; Suso (dall’82’ Pandev), Pavoletti. A disp.: Donnarumma, Sommariva, De Maio, Ansaldi, Ntcham, Rigoni, Gabriel Silva, Matavz, Lazovic. All.: Gasperini.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Maicon (dal 66’ Dzeko), Manolas, Rüdiger, Digne; De Rossi, Strootman; Salah (dall’88’ Zukanovic), Nainggolan, El Shaarawy; Perotti (dal 59’ Totti). A disp.: De Sanctis, Lobont, Castan, Gyomber, Emerson, Keita, Vainqueur, Sadiq. All. Spalletti..

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Marcatori: 6’ Salah (R), 13’ Tachtsidis (G), 65’ Pavoletti (G), 77’ Totti (R), 87’ El Shaarawy (R)

Ammoniti: 72’ Rincon (G), 72’ Totti (R), 74’ Laxalt (G), 83’ De Rossi (R), 91’ Strootman (R), 91’ Marchese (G)

Espulsi




Commenta con Facebook