• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > LA MOVIOLA DI CM.IT: Belotti: annullato gol regolare, da rosso la reazione di Cacciatore

LA MOVIOLA DI CM.IT: Belotti: annullato gol regolare, da rosso la reazione di Cacciatore

Mariani annulla il vantaggio granata dopo 9 minuti. Guida grazia il difensore del Chievo dopo l'intervento su Alonso


Andrea Belotti ©Getty Images
Emiliano Forte

02/05/2016 08:37

MOVIOLA, BELOTTI CACCIATORE / MILANO – Turno di Serie A di alti e bassi per i nostri arbitri che nel complesso non hanno dovuto gestire situazioni particolarmente delicate anche se non sono mancati gli episodi dubbi da approfondire in sede di moviola, a partire dal gol di Belotti annullato da Mariani nei primi minuti di Udinese-Torino per un fuorigioco che sembra non esserci. In Chievo-Fiorentina ha fatto discutere il brutto intervento di Cacciatore su Marcos Alonso sul quale Guida è intervenuto senza la necessaria fermezza e severità. Sul risultato finale di Empoli-Bologna (terminata a reti inviolate) pesa la decisione di Chiffi di non sanzionare una scorrettezza subita da Saponara in piena area rossoblu nella ripresa. E' apparso poco brillante Banti in Lazio-Inter con i padroni di casa che hanno protestato per il giallo mostrato a Keita dopo una presunta simulazione e per l'espulsione di Simone Inzaghi.

 

UDINESE-TORINO 1-5, arbitro Mariani 5,5Al nono minuto di gioco Belotti va in rete su assist di Acquah ma l'arbitro annulla per offside. Le immagini danno torto a Mariani e al guardalinee visto che l'attaccante granata calcia in porta da posizione regolare. Nella ripresa è il minuto 71 quando Belotti si vede annullare un'altra rete per un fuorigioco che questa volta c'è. Corretta dunque la chiamata dell'assistente di Mariani.

 

CHIEVO-FIORENTINA 0-0, arbitro Guida 5,5 – E' il 36esimo minuto del primo tempo quando Cacciatore reagisce con un'entrata tanto brutta quanto pericolosa su Marcos Alonso dopo una serie di battibecchi tra i due. Guida opta per il cartellino giallo ma il colore giusto era il rosso. Nel complesso il direttore di gara non è stato impeccabile nella gestione dei cartellini in un match a tratti spigoloso e ricco di falli.

 

JUVENTUS-CARPI 2-0, arbitro Irrati 6Dirige una gara priva di grosse insidie rimanendo concentrato e senza dare spazio a recriminazioni di alcun tipo. Unico neo un calcio di punizione dal limite non concesso al Carpi per un fallo di Alex Sandro su Crimi.

 

PALERMO-SAMPDORIA 2-0, arbitro Mazzoleni 6 Nel corso della ripresa la Samp chiede il penalty per un presunto mani di Morganella in area rosanero. Mazzoleni giustamente lascia correre visto che il difensore del Palermo interviene con la spalla.

 

EMPOLI-BOLOGNA 0-0, arbitro Chiffi 5Episodio dubbio nel secondo tempo quando al minuto 63 Saponara cade in area dopo un contatto con Oikonomou; nel proseguo dell'azione Croce arriva sul pallone e batte Mirante. Chiffi però interviene ed annulla la rete per un fuorigioco di Croce che le immagini confermano. Resta impunita l'entrata di Oikonomou che stando al replay doveva essere sanzionata con un rigore per i padroni di casa.

 

SASSUOLO-VERONA 1-0, arbitro Gavillucci 6 – Non ci sono episodi dubbi da segnalare in un match ben diretto da Gavillucci che dimostra personalità nel lasciar giocare molto senza mai farsi sfuggire di mano la gara. L'unico giallo mostrato in tutti i 90 minuti arriva nel finale del primo tempo.

 

MILAN-FROSINONE 3-3, arbitro Massa 6,5Match teso nel quale Massa si è ben comportato nonostante i numerosi contatti al limite e gli episodi da moviola. Due i rigori concessi al Milan: il primo per un braccio largo di Russo, il secondo sempre per un mani questa volta di Pryima. Nel primo caso il fallo è netto dunque la decisione di Massa è indiscutibile; meno evidente la scorrettezza nel secondo caso, vista la poca distanza tra Balotelli che calcia il pallone e Pryima che interviene in maniera scomposta e tocca il pallone con un braccio. Episodio dubbio ma il penalty ci può stare.

 

LAZIO-INTER 2-0, arbitro Banti 5La prova del fischietto di Livorno non convince nei secondi 45 minuti per via di alcune decisioni quantomeno discutibili. E' il 53esimo minuto quando Keita cade in area nerazzurra dopo un contrasto con Medel; Banti giustamente non assegna il rigore, poi sbaglia ammonendo l'attaccante biancoceleste per simulazione. Keita infatti non commette alcuna scorrettezza e non fa alcun movimento per ingannare il direttore di gara.  A seguire Banti si avvicina ad Inzaghi e lo espelle per proteste. Anche questo è risultato un provvedimento eccessivo. Al 16esimo Konko ruba palla a Miranda da ottima posizione ma Banti interviene segnalando un fallo inesistente. Decisione corretta in occasione del calcio di rigore assegnato alla Lazio per il fallo di Murillo su Keita così come il secondo giallo (molti più dubbi invece sul primo) che costringe il difensore colombiano a lasciare il terreno di gioco anzitempo.




Commenta con Facebook