• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Bonucci: "Qui è casa mia. Valuterò le offerte"

Calciomercato Juventus, Bonucci: "Qui è casa mia. Valuterò le offerte"

Il difensore bianconero ha parlato del suo futuro e non solo


Leonardo Bonucci ©Getty Images

29/04/2016 09:25

CALCIOMERCATO JUVENTUS INTERVISTA A LEONARDO BONUCCI SUL QUOTIDIANO SPORTIVO / TORINO - Il difensore della Juventus Leonardo Bonucci ha concesso una lunga intervista al 'Quotidiano Sportivo' di cui Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti sulla conquista del quinto Scudetto consecutivo, sul rapporto con i tifosi bianconeri, sul caso Bonucci-Rizzoli e sul suo futuro in chiave calciomercato Juventus e non solo.

LA JUVE 2015/2016 - "Quella di quest'anno è la squadra più forte dei cinque Scudetti consecutivi vinti. In uno o due anni può diventare tra le migliori d'Europa. Abbiamo avuto la fortuna di trovare dei calciatori talentuosi che hanno capito in fretta il dna della Juventus, cosa vuol dire indossare questa maglia".

IL RAPPORTO CON I TIFOSI - "Nasco juventino in una famiglia dove erano tutti interisti. Ero la pecora nera, deviato dai miei zii che erano tutti juventini. Mi piace andare in curva quando sono squalificato o infortunato. Mi ha dato fastidio che a inizio anno dopo due partite i nostri tifosi ci abbiano fischiato, l'ho fatto presente e da quel momento ci siamo ricompattati. Siamo riusciti a raggiungere tutti insieme questo storico e leggendario quinto Scudetto".

CASO BONUCCI-RIZZOLI - "Ho sbagliato a protestare eccessivamente e giustamente sono stato ammonito. Mai e poi mai però mi sarei sognato di toccarlo con la testa. Quando si tratta della Juve, si analizza anche il fotogramma. Forse pensavano di destabilizzarci...".

LA CORTE DI GUARDIOLA - "Sapevo che mi stimava, ma non mi aspettavo quelle parole in occasione del match di Champions League. Lo reputo uno dei migliori al mondo. Futuro? Sto bene a Torino, la mia famiglia è felice qua. Sono molto orgoglioso di far parte della Juventus e non vedo motivo per andare via. Con il mio procuratore sono organizzato così: tutte le proposte le valuto a fine stagione. Ripeto: sto bene alla Juventus, qui è casa mia".

S.D.




Commenta con Facebook