• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Sousa-Montella: il post Brocchi è 'viola'

Calciomercato Milan, Sousa-Montella: il post Brocchi è 'viola'

I due tecnici potrebbero portare i rispettivi pupilli in rossonero


Brocchi, Sousa, Montella ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

26/04/2016 12:45

CALCIOMERCATO MILAN FUTURO BROCCHI / MILANO - Un nuovo cambio sulla panchina del Milan è possibile. Farlo prima della finale di Coppa Italia non farebbe altro che generare confusione. La sfida contro la Juventus potrebbe dunque vedere in panchina ancora Brocchi, confermato dopo una telefonata con Galliani al termine del match di Verona, perso col risultato di 2-1. Alcune voci di calciomercato sottolineavano la possibilità di un ritorno di Mihajlovic, che sembra però da escludere. Il futuro del Milan sembra destinato a un altro tecnico, con Lippi, Montella e Sousa alla finestra per il post Brocchi.

 

MONTELLA E UN MILAN PALLA A TERRA

Sfumata ufficialmente l'ipotesi Di Francesco, che ha rinnovato il proprio contratto col Sassuolo, il Milan potrebbe optare per un altro 'giovane' volto della nuova generazione di tecnici italiani: Montella. Seguito anche la scorsa estate, quando la diatriba con la Fiorentina ha impedito quasi ogni trattativa, l'ex viola è in grado, con i giusti giocatori, d'esprimere il bel calcio che costantemente Berlusconi e tifosi rossoneri non fanno che richiedere. Possesso palla, qualità negli scambi stretti e tentativo di gestione totale della gara. 

Qualcosa che gli è ben riuscito alla Fiorentina mentre in casa Sampdoria, complice l'arrivo in corsa e una qualità generale differente della rosa, non è stato ancora in grado di riproporre al 100%. E' di certo uno dei tecnici più ambiti, essendo in grado di mettere in campo le proprie idee, cambiando il modo di interpretare la gara dei singoli giocatori. E' però senza dubbio un allenatore da progetto. Possibile aspettarsi da lui, consentendogli di lavorare sul gruppo fin dalla preparazione estiva, una buona stagione. Difficile invece attendersi un anno in stile Sarri-Napoli che, a dire il vero, ha sorpreso lo stesso ex Empoli. 

 

POST BROCCHI: AGGRESSIVITA' E PRESSING CON SOUSA

Con Sousa si ritorna a parlare di Fiorentina, il che, dato il gioco espresso, indica la voglia di cambiamento presente in serie A, atta ad avvicinarsi finalmente a quello che è il calcio europeo ormai da svariati anni. Ormai chiusa l'esperienza con il motivatore Mihajlovic che, al di là di precise idee tattiche, mirava soprattutto a tirar fuori dai propri giocatori la rabbia necessaria per raggiungere gli obiettivi prefissati. Il Milan non può essere in balia dei cambi umorali dei giocatori, volgendo lo sguardo verso un mercato oculato, fatto di giocatori utili più che di nomi e soprattutto verso uno stile di gioco chiaro e identificabile, che rappresenti a pieno il tecnico scelto. 

Sousa ha dimostrato di poter lavorare su gruppi già formati, aggiungendo qualche pedina importante, senza voler necessariamente stravolgere il tutto al primo anno. La sua idea di gioco è simile a quella di Montella ma con una fondamentale variante: il pressing. Non sono rare le gare in cui la viola è riuscita a operare una pressione costante sull'avversario per l'intera durata del match. E' accaduto al 'San Paolo' quando, pur perdendo la sfida, la Fiorentina è riuscita a schiacciare gli azzurri, gestendo spesso il pallino del gioco in casa loro. Vedere un Milan autorevole in campo e ricco di automatismi, sarebbe il vero primo passo in avanti dall'epoca del rimpianto Allegri

 

MONTELLA-SOUSA: RICHIESTE DI MERCATO

L'aspetto odierno dei rossoneri potrebbe cambiare considerevolmente nel prossimo calciomercato Milan. Balotelli farà probabilmente ritorno al Liverpool mentre Honda potrebbe scegliere tra Liga e Premier League. Ipotesi addio al Milan anche per il colpo Bacca, nel mirino del Borussia Dortmund, intenzionato a cautelarsi in caso di partenza di Aubameyang. 

Restando con lo sguardo in Italia, Montella e Sousa potrebbero portare in rossonero qualcuno dei propri pupilli. A 31 anni, Borja Valero potrebbe ancora dire la sua nel centrocampo del Milan, prendendone le redini e gestendo i tempi dell'azione. In alternativa, seppur con caratteristiche del tutto diverse, sfruttando in gara le ottime doti d'inserimento, potrebbe prendere forma la vecchia idea del trasferimento di Soriano, dato vicino all'Inter. 

Inutile nascondere la passione di Sousa per Kalinic, che ha voluto fortemente alla Fiorentina. Dopo un'ottima stagione d'adattamento alla serie A, nella quale ha pagato gli sforzi profusi col Dnipro in estate, è pronto a dare il meglio di sé, nel fiore della propria maturità fisica.

Due giocatori che hanno di certo stupito nella Fiorentina di Sousa sono infine Bernardeschi e Tello. Fondamentali per il suo gioco e, per quanto riguarda Bernardeschi, rientrerebbe in quel discorso di un Milan italiano accennato da Berlusconi. Non è da escludere un assalto ai due, con la viola ancora in discussione per il cartellino dell'ex Barcellona. Si va verso un rinnovo del prestito fino al 2017 ma, con Sousa in panchina, il Milan potrebbe tentarlo.




Commenta con Facebook