• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-GENOA

Brienza inventa, Giaccherini e Floccari segnano. Pavoletti sbaglia l'1-1, Matavz non incide


Emanuele Giaccherini ©Getty Images
Valerio Pantone

24/04/2016 17:07

Ecco le pagelle di BOLOGNA-GENOA:

 

BOLOGNA

Mirante 6,5 – Per lunghi tratti del primo tempo viene raramente chiamato in causa dagli avversari. Al primo vero pericolo, però, risponde alla grande abbassando la saracinesca davanti a Pavoletti. Una leggerezza fuori area nel secondo tempo non sfruttata dal Genoa, rischia di compromettere il suo giudizio, poi però si riscatta sventato il sinistro insidioso di Izzo che avrebbe potuto riaprire l’incontro.

Rossettini 6,5 – Molto concentrato sin dalle prime battute, concede molto poco a Matavz che tende ad allargarsi nella sua zona di competenza. Ammonito e diffidato, salterà la prossima sfida contro l’Empoli.

Gastaldello 7 – Guida senza troppo affanno la linea difensiva degli emiliani, neutralizzando di fatto uno spauracchi come Pavoletti.

Maietta 6,5 – Si conferma difensore d’esperienza anche oggi. Ad inizio secondo tempo, cerca anche gloria in area avversaria, ma Lamanna non si fa sorprendere.

Masina 6 – Ottimo approccio alla partita per il giovane esterno dell’Under 21 di Luigi Di Biagio, intraprendente in fase di spinta e allo stesso tempo attento in copertura. Prima dell’intervallo sbaglia nel mettere in fuorigioco Pavoletti, ma per sua fortuna Mirante ci mette una pezza. Dall’87’ Ferrari s.v

Brighi 7 – Preferito a Donsah, a dispetto delle 35 primavere lotta come un ragazzino in mezzo al campo arrivando quasi sempre primo sui palloni vaganti.

Taider 6,5 – Il 4-2-3-1 scelto oggi da Donadoni lo costringe a restare molto basso e a centellinare gli inserimenti senza palla. Non ancora al meglio della forma, detta i tempi della manovra con personalità.

Rizzo 7 – Dà vita ad un bel duello con Laxalt sul suo out di destra, ad inizio ripresa spaventa la difesa genoana con una bella percussione centrale. Le sue accelerazioni sembrano fare la differenza, ma sul più bello è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per un guaio muscolare. Dal 59’ Zuniga 6 – Svaria sul fronte offensivo, prima a destra poi a sinistro. Entra però quando i suoi compagni di squadra sono già a metà dell’opera, anche perché il Genoa non dà quasi mai la sensazione di poter tornare in partita.

Brienza 7,5 – Posizionato alle spalle di Floccari, regala subito grandi giocate al pubblico del Dall’Ara. Al decimo è sua l’invenzione per l’inserimento di Giaccherini che firma l’1-0. Prima dell’intervallo disegna un altro pallone magico sempre per Giaccherini, ma l’ex Sunderland questa volta sbaglia il controllo. Mette lo zampino, con uno splendido tacco, anche sul raddoppio di Floccari. Geniale.

Giaccherini 6,5 - Subito in sintonia con Brienza, non spreca l’ottimo assist dell’ex Cesena grazie al quale realizza la settima rete in campionato. Nel finale di tempo potrebbe ripetersi, sempre sul lancio dell’ispirato Brienza, ma il suo controllo non è dei più felici. Dall’81’ Constant s.v.

Floccari 7 – Lavora molto per la squadra, fornendo sponde preziose per l’inserimento dei compagni. La sua generosità viene premiata nella ripresa, quando dopo aver sbagliato il controllo vince un rimpallo sottomisura, siglando la rete del 2-0.  

All. Donadoni 7 – Serviva una risposta dopo la scoppola di Napoli e risposta è arrivata. Inoltre, la vittoria del Palermo a Frosinone, obbligava il Bologna a tornare quanto prima alla vittoria – che mancava da quasi tre mesi -. Il 4-2-3-1 scelto per l’occasione dà i frutti sperati, così come viene premiato la decisione di puntare su Brienza e Brighi, non più due ragazzini, in grado di trascinare la squadra verso il successo. La salvezza ora può dirsi cosa fatta.

 

 

GENOA

Lamanna 6 – Non sempre impeccabile sulle uscite alte, può ben poco sul gol del vantaggio rossoblu di Giaccherini.

Izzo 5 – Giunto alla gara numero cinquanta con i grifoni, si fa trovare fuori posizione sulla verticalizzazione smarcante di Brienza che manda in rete Giaccherini. Ritarda la chiusura anche sul 2-0 di Floccari, poi, però prova a rimediare con una bella iniziativa personale sulla quale fa comunque buona guardia Mirante.

Munoz 5 – Non perfetto nella disposizione difensiva, al momento del vantaggio dei padroni di casa, non appare impeccabile anche su Floccari sul raddoppio del Bologna. Incerto.

De Maio 5 – Arriva in ritardo nella marcatura su Brienza, in occasione del gol rossoblu, fa le cose migliori con il pallone tra i piedi. Troppo poco considerate le palesi difficoltà di giornata del suo reparto.  

Ansaldi 5 – Anche lui sorpreso per la partenza veemente dei padroni di casa, non basta neanche la sua tecnica per tamponare la vivacità del Bologna. Troppo molle sul rimpallo dal quale scaturisce il gol di Floccari, partecipa alla prova negativa del Genoa senza battere ciglio. Dal 72’ Fiamozzi 5,5 – Si segnala per una sola discesa sulla fascia.

Ntcham 6 – Meritevole inizialmente almeno di un cartellino giallo, cresce con il passare dei minuti come dimostra quando smarca sul filo del fuorigioco Pavoletti. Anche nella ripresa, è uno dei pochi salvarsi.

Rincon 5 – Ha il compito di giocare quasi ad uomo su Brienza, ma le maglie troppo larghe della sua retroguardia, rendono quasi vano il suo lavoro di contenimento. Troppo nervoso.

Gabriel Silva 5 – Schierato nell’insolito ruolo di mezz’ala, l’ex Carpi fatica ad entrare nel vivo della manovra genoana. Nella ripresa Gasperini lo sposta sulla fascia, ma il suo contributo è comunque insufficiente.

Laxalt 5 – Rizzo è un cliente molto scomodo e non è la giornata per chiedere una mano ai difensori. Poco intraprendente in attacco, non dà mai la sensazione di poter creare qualcosa di interessante. Dal 58’ Capel 5 – Avrebbe il tempo per provare ad incidere, ma la sua collocazione in campo non appare favorirlo.

Pavoletti 4,5 – Dei due attaccanti è quello che deve dare maggiore profondità. Anche per questo riceve pochi palloni giocabili, alla prima vera chance però si divora il gol del possibile pareggio davanti a Mirante. Nella ripresa, si segnala soltanto per un battibecco con Gastaldello.

Matavz 4,5 – Gasperini lo lancia dal primo minuto al fianco di Pavoletti. La sua prestazione, tuttavia, lascia molto a desiderare. Tende spesso ad allargarsi dalle parti di Rossettini, ma senza riuscire mai ad incidere. Dal 46’ Suso 5 – Ci mette molto ad entrare in partita. Il primo squillo arriva, infatti, dopo oltre mezz’ora, a risultato quasi in ghiaccio. Poi il nulla.

All. Gasperini 4,5 – Doveva essere la prova del nove dopo la bella vittoria contro l’Inter, ed invece la sua squadra conferma tutti i suoi limiti lontano dal Ferraris. Matavz in coppia con Pavoletti non convince, e soprattutto non paga la scelta di schierare Gabriel Silva come mezz’ala. Nella ripresa, prova a correggersi in corsa, ma la squadra ormai non ha più la testa per rimettere in piedi la gara.

 

Arbitro Damato 6 – Direzione numero 160 in Serie A per il fischietto di Barletta. Grazia Ntcham al 15esimo per una brutta entrata su Masina: niente giallo per il talento scuola City. Poco dopo stesso metro di giudizio sul fallo di Rossettini ai danni di Pavoletti. Sbaglia quando qualche minuti più tardi non punendolo con l’ammonizione ancora Ntcham, per una trattenuta a metà campo. Al 38esimo è corretta la posizione di Pavoletti sull’assist di Ntcham: Masina tiene infatti in gioco l’attaccante dei grifoni. Sul finale di tempo timide proteste dei liguri per una trattenuta in area di rigore rossoblu su Matavz, ma fa bene il direttore di gara a far proseguire il gioco. Nessun episodio degno di nota nella ripresa.

 

TABELLINO

BOLOGNA-GENOA 2-0

Bologna (4-2-3-1): Mirante; Rossettini, Gastaldello, Maietta, Masina (dall’87’ Ferrari); Brighi, Taider; Rizzo (dal 59’ Zuniga), Brienza, Giaccherini (dall’81’ Constant); Floccari. A disp.: Da Costa, Stojanovic, Oikonomou, Krafth, Pulgar, De Crisetig, Acquafresca, Mounier, Donsah. All. Donadoni.

Genoa (3-5-2): Lamanna, Izzo, Munoz, De Maio; Ansaldi (dal 72’ Fiamozzi), Ntcham, Rincon, Gabriel Silva, Laxalt (dal 58’ Capel); Pavoletti, Matavz (dal 46’ Suso). A disp.: Donnarumma, Sommariva, Burdisso, Cerci, Marchese, Lazovic, L. Rigoni, Dzemaili, Tachtsidis. All. Gasperini.

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Marcatori: 11’ Giaccherini (B), 63’ Floccari (B)

Ammoniti: 37’ Rincon (G), 42’ Munoz (G), 48’ Rossettini (B)

Espulsi




Commenta con Facebook