• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Roma, ESCLUSIVO Bartoletti: "Totti ha zittito tutti. Rinnovo inevitabile"

Roma, ESCLUSIVO Bartoletti: "Totti ha zittito tutti. Rinnovo inevitabile"

Il giornalista ha parlato in esclusiva del capitano giallorosso


Francesco Totti ©Getty Images
ESCLUSIVO
Andrea Corti (@cortionline)

21/04/2016 18:25

ROMA ESCLUSIVO BARTOLECCI TOTTI SPALLETTI / ROMA - "Totti ha zittito tutti": così Marino Bartoletti ha detto la sua in esclusiva a Calciomercato.it. "Non so quale bravissimo sceneggiatore abbia scritto questa storia, nemmeno uno scrittore di fantasia. Totti ha zittito tutti, ma credo che Spalletti non abbia operato male, sa che un campione va distillato - le parole del giornalista ai nostri microfoni - . Forse ha sbagliato dopo Bergamo quanto poteva essere un po' meno maramaldo, anche perché gli aveva fatto un grossissimo favore. Chissà che tutto questo non ricomponga gli umori di questa squadra e di questa società che ultimamente, malgrado gli ottimi risultati che stava ottenendo sul campo e malgrado ci trovassimo di fronte ad un campione 'diamantissimo', per dirla con Spalletti, faceva parlare di sé più per le cose fuori dal campo, invece la Roma, Totti, Spalletti e la società stanno ottenendo un bellissmo risultato. Speriamo che ricompatti tutto. Credo che il rinnovo sia inevitabile, questa squadra non può prescindere dalla sua presenza. Lui deve capire che il suo ruolo deve essere quello di ieri sera, di capitano a volte giocatore e a volte no, che deve essere pronto a fare il suo dovere quando viene chiamato in causa".

Bartoletti si è poi soffermato sull'analisi del campionato: "Come quasi tutti avevo previsto Juventus, Napoli e Roma ai vertici. C'è stato un momento in cui tutti abbiamo dubitato delle nostre previsioni, ma credo che alla fine sia la classifica più giusta, perché la Juve è la squadra e la società più forte che c'è in Italia, visti gli exploit che ha fatto. Speravo che Donadoni potesse essere il futuro Ct, perché vanta un grosso credito con la Nazionale, visto che fu cacciato da vincitore. La Federazione scambiò la sua vittoria per una sconfitta, perché non capì dopo il pareggio con la Spagna futura campione quanto fosse forte la ricostruzione che stava portando avanti. Credo che un buon punto d'incontro possa essere rappresentato da Mancini".




Commenta con Facebook