• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Il punto di CM.IT > IL PUNTO DI CM.IT - Totti e i suoi 'fratelli': quando i gol dalla panchina valgono una stagione

IL PUNTO DI CM.IT - Totti e i suoi 'fratelli': quando i gol dalla panchina valgono una stagione

Croce e delizia degli allenatori, il turnover si dimostra sempre più decisivo nella corsa-scudetto


Francesco Totti ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

21/04/2016 14:11

PUNTO CM.IT RISERVE DI LUSSO / NAPOLI - L'orgoglio probabilmente si sarà chiuso nello sgabuzzino, eppure a mente fredda Luciano Spalletti non potrà che ringraziare Francesco Totti per la straordinaria doppietta di ieri sera. Ma probabilmente, da scafato lupo della panchina, lo saprà fin troppo bene, anche perché poi tirando le somme sta avendo davvero ragione lui: un Totti così, con questa fame, non lo vedevamo da un bel po' di tempo. Francesco ha ri-ribaltato il campionato giallorosso in tre minuti, tornando protagonista a 40 anni e dimostrando di essere un campione eterno, con pochi eguali nella storia. Un esempio per tanti giovani di come si fa la differenza entrando dalla panchina, in un calcio sempre più logorante che ci dimostra ogni giorno come quell'enorme collezione di poltrone al lato del campo sia fondamentale, se gestita bene.

I RINCALZI D'ORO DI NAPOLI E JUVENTUS - Oltre alla rotondità 'tennistica' del punteggio, Maurizio Sarri sarà contentissimo per il 6-0 rifilato al Bologna anche per un altro motivo. Mertens manda in gol Gabbiadini, El Kaddouri manda in gol Mertens, David Lopez manda in gol... David Lopez! Cos'hanno in comune questi calciatori? Semplice: sono tutti rincalzi, tutti fra le riserve più impiegate da Sarri nel (misurato) turnover di questa stagione. Manolo e il folletto belga sono finiti in copertina, ma l'esempio vero a Napoli lo dà Omar El Kaddouri: provate a vedere la sua incidenza minuti giocati/azioni vincenti per rendervene conto. A Torino invece c'è un certo Simone Zaza che sembra seguire alla grande questa strada, pur con 15 anni in meno: il suo gol al Napoli è nella storia di questo campionato, pochi altri innesti dalle retrovie sono stati così decisivi. E che dire di Rugani, di Cuadrado, dell'epico 'soldatino' Padoin. Tutti insieme sono l'ennesima dimostrazione che per vincere i campionati le riserve devono essere davvero di lusso. 

'MAGNA' ROMAGNA CON LASAGNA - Ma non è solo ad alta quota che i rincalzi possono fare la differenza. Anche in fondo alla classifica gli ingressi dalla panchina possono rivelarsi decisivi. Djurdjevic e Balogh sono le riserve di Alberto Gilardino al Palermo, Samuele Longo proprio non riesce a scalzare Ciofani e Dionisi al Frosinone. In compenso il Carpi ha Kevin Lasagna, uno che non parte quasi mai titolare ma entra praticamente sempre, e qualche volta segna anche qualche golazo decisivo. Per informazioni telefonare ore pasti, risponde Roberto Mancini. E non solo: il rigore-salvezza di De Guzman che decise lo scontro diretto con i ciociari arriva da un calciatore che ha giocato poco ma ha ficcato molto molto bene. Il Frosinone è tutt'altro che spacciato, la salvezza può arrivare a prescindere da quella del Carpi, specialmente se crolla qualche big in caduta libera. Conteranno il cuore, la voglia di crederci fino alla fine e l'entusiasmo di chi non ha niente da perdere. Tutte caratteristiche fondamentali, ma con i rincalzi giusti di sicuro c'è una speranza in più!




Commenta con Facebook