• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Lazio, Allegri: "Addio? L'avrei detto un mese fa. Nessun problema con la società"

Juventus-Lazio, Allegri: "Addio? L'avrei detto un mese fa. Nessun problema con la società"

Il tecnico dei bianconeri incontra i giornalisti alla vigilia dell'atteso match contro i capitolini


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli) / F.S.

19/04/2016 12:00

JUVENTUS LAZIO ALLEGRI CONFERENZA STAMPA 34A SERIE A / TORINO - Neanche il tempo di archiviareil 33esimo turno che si torna in campo. La Juventus deve quindi dimenticare immediatamente il 4-0 rifilato domenica scorsa al Palermo, per concentrarsi sulla prossima avversaria in campionato: la Lazio di Simone Inzaghi. Come di consueto, il tecnico dei bianconeri, Massimilliano Allegri, incontra i giornalisti alla vigilia del match per fare il punto sulle ultime news Juventus. Calciomercato.it segue per voi in tempo reale la conferenza stampa:

MARCHISIO - "L'ho sentito ieri sera e mi era sembrato abbastanza tranquillo. Purtroppo è un grave incidente che non gli farà giocare il finale di stagione e l'Europeo. Se vogliamo guardare il positivo, visto che c'è l'estate di mezzo, a settembre potrà essere vicino alla squadra. Lemina o Hernanes? Non ho deciso, lo farò oggi".

LEMINA - "Per quanto riguarda il mercato dell'anno prossimo non ne abbiamo ancora parlato perché la stagione è in corso. Il ragazzo è cresciuto molto. Il suo ruolo è davanti la difesa, ma deve migliorare a livello tattico più nella fase difensiva che offensiva. Credo possa diventare un giocatore da Juventus".

SCUDETTO - "Allo scudetto mancano 7 punti ora. E mi interessa quello in questo momento. Speriamo che dopo stasera ne mancheranno di meno, anche se sarà difficile. Domani affrontiamo la Lazio che viene da 2 vittorie senza subire gol. Noi dobbiamo giocare per i 3 punti che ci farebbero fare un passo decisivo in avanti fino allo scudetto. Fino al 21 di maggio bisogna tenere alta la tensione perché la Coppa Italia è un altro traguardo da raggiungere. Al momento abbiamo 3 punti in più rispetto all'anno scorso. Il Napoli ha fatto un campionato importante, altrimenti avremmo già vinto".

BLACKOUT - "Bisogna lavorare come fatto dall'inizio, ma soprattutto come fatto dopo la vittoria col Sassuolo. Questa squadra ha molti margini di miglioramento e bisogna lavorare in allenamento ed in partita. Per arrivare al quinto scudetto, che sarebbe una  cosa straordinaria, bisogna farlo attraverso le prestazioni. I blackout come quello col Palermo dopo l'1-0 non possiamo ripeterli.  Se siamo focalizzati su noi stessi e su cosa dobbiamo migliorare, i risultati verranno di conseguenza".

RINNOVO - "Mi sembra di essere stato molto chiaro. Ho detto che con la società ci incontreremo non questa settimana, ma al termine dei risultati ottenuti. Con la società non ci sono problemi. Altrimenti me ne sarei già andato, perché non l'avrei detto all'ultimo. Avessi deciso di andar via, l'avrei detto un mese fa perché la società avrebbe dovuto avere il tempo di cercare un altro allenatore ed io un'altra squadra, o sarei andato al mare".

SQUALIFICATI - "Non si possono perdere giocatori in diffida per proteste. Questo è un aspetto che va migliorato".

FORMAZIONE - "In difesa potrebbe cambiare qualcosa. Potremmo giocare a 4 o Evra potrebbe fare il terzo centrale".

FUTURO - "Questa squadra può avere un grande futuro. Il prossimo anno potrà ancora migliorare. Usciti dalle prossime due partite le possibilità di scudetto aumenteranno. Ci stanno facendo tutti i complimenti, ma per adesso non abbiamo vinto ancora nulla".

PEREYRA - "Ieri ha lavorato bene. Per evitare rischi rientrerà con la squadra giovedì".




Commenta con Facebook