• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Italia, Conte perde anche Marchisio: corsa a cinque per il suo posto

Italia, Conte perde anche Marchisio: corsa a cinque per il suo posto

Dopo Perin, il ct azzurro dovrà fare a meno anche del bianconero per gli prossimi Europei


Pirlo-De Rossi-Bertolacci-Thiago Motta-Jorginho-Conte © Getty Images

18/04/2016 09:20

ITALIA INFORTUNIO MARCHISIO CONTE MOTTA JORGINHO PIRLO / ROMA - Doppia 'mazzata' per Antonio Conte nell'arco di pochi giorni. Dopo Mattia Perin, il ct dell'Italia dovrà fare a meno anche di Claudio Marchisio nei prossimi Europei. Il centrocampista della Juventus ieri ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro ed i prossimi sei mesi li trascorrerà ai box.

Infortunio che fa quindi scattare una lotta inaspettata per il suo posto in Francia. Data per certa la presenza di Verratti e Montolivo, entro breve Conte dovrà decidere chi sarà il sostituto del 'Principino': il prossimo 18 maggio diramerà le convocazioni per lo stage pre Europeo, dove saranno chiamati 27 giocatori e da questi verranno, poi, selezionati i 23 finali. 

Quelli saranno giorni fondamentali per la sua scelta, ma prima di allora è possibile ipotizzare una 'corsa' tra cinque calciatori in particolare: in primis Thiago Motta e Jorginho, i suoi ultimi 'esperimenti' contro Spagna e Germania che partono quindi in posizione di vantaggio. Ma non è da escludere l'opzione che porta a due ex campioni del Mondo ultimamente usciti dal giro della Nazionale: si tratta del duo Pirlo-De Rossi, due giocatori che il selezionatore azzurro conosce bene. Anche se non stanno attraversando un periodo positivo coi rispettivi club, la loro qualità è innegabile e potrebbero apportare al gruppo quella dose di maturità ed esperienza che in una competizione internazionale non guasta mai. Possibile outsider: Bertolacci, che per caratteristiche può essere paragonato allo juventino, vista la sua duttilità tattica. 

D.G.




Commenta con Facebook