• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Borriello cannibale, Consigli maldestro

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Borriello cannibale, Consigli maldestro

Top e Flop della 33a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Marco Borriello © Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

18/04/2016 08:47

PAGELLONE 33A GIORNATA SERIE A / ROMA - Giornata importante, se non decisiva, per la corsa scudetto. Il Napoli cede in trasferta contro l’Inter sotto i colpi di Mauro Icardi (gol e assist), mentre Pogba ispira la vittoria della Juventus per 4-0 contro un Palermo sempre più in formato B. Nel lunch match domenicale. Totti 'salva' la Roma dopo rimonta e sorpasso di un’Atalanta trascinata dall’ex Borriello. La Fiorentina mette in ghiaccio la qualificazione all’Europa League battendo il Sassuolo in casa, anche grazie ad una papera clamorosa di Consigli. La Lazio spera ancora nella qualificazione europea dopo aver avuto la meglio di un Empoli ormai stra-salvo, anche se per i biancocelesti sarà dura riprendere il nuovo Milan di Brocchi che ha superato il primo esame da tecnico dei rossoneri con una vittoria di misura arrivata in trasferta contro la Samp grazie alla rete di Carlos Bacca. In coda il Frosinone condanna definitivamente il Verona, mentre il Carpi è al momento un punto sopra la zona calda grazie alla vittoria per 4-1 sul Genoa, regalata da un Di Gaudio in formato super. Ecco i top e i flop della 33° giornata, scelti dagli inviati di calciomercato.it

TOP

5. D'Alessandro (Atalanta) – Manda in bambola la difesa della Roma con accelerazioni continue sull'esterno e puntando costantemente il suo diretto avversario. Costringe i giallorossi a ripiegamenti dispendiosi e in più segna la rete (dell'ex) che riapre i giochi. Indemoniato. VOTO 7,5

4. Pogba (Juventus) – Il francese trascina la 'Vecchia Signora' verso il suo quinto scudetto di fila. Apre con un assist al bacio per Khedira, raddoppia nella ripresa mettendosi in proprio. Nel mezzo qualche leziosismo che fa arrabbiare Allegri, ma la crescita da inizio anno è costante e irrefrenabile. Fenomeno. VOTO 7,5

3. Icardi (Inter) – Apre le danze partendo con un piede in fuorigioco, ma aggancia un pallone assurdo prima di battere Reina con una rapidità di esecuzione incredibile. Non contento ricama anche l’assist per Brozovic che 'manda a letto' il Napoli con un tempo di anticipo. Lavora per diventare leader. VOTO 7,5

2. Di Gaudio (Carpi) – La partita contro il Genoa per il Carpi era come una finale. Dopo un avvio stentato, Di Gaudio rimette in sesto i biancorossi segnando in rovesciata il gol del pari e mettendo sui piedi di Pasciuti il pallone del 3-1 ad inizio ripresa. Decisivo in una gara decisiva. VOTO 8

1. Borriello (Atalanta) – Per poco non fa la festa ai suoi ex compagni di banco. Prima pareggia e poi supera la Roma grazie ai suoi primi due gol con la maglia dell’Atalanta e giungendo a quota tre in stagione contro i giallorossi (a settembre aveva segnato all’Olimpico con la maglia del Carpi). E’ la sua giornata, ma purtroppo per la Dea non basta per portare a casa il bottino pieno. VOTO 8


FLOP

5. Felipe (Udinese) – Rosso diretto per un errore clamoroso e da provinciale. A 15’ dalla fine non trova di meglio da fare che schiaffeggiare Radovanovic a due passi da Gavillucci, l’espulsione è l’unica conseguenza possibile. Follia. VOTO 4,5

4. Koulibaly (Napoli) – Il centrale di Sarri soffre gli inserimenti di centrocampisti ed attaccanti dell’Inter andando in tilt in più di un occasione. L’errore di posizionamento sulla rete di Brozovic, poi, è clamoroso. VOTO 4,5

3. Izzo (Genoa) – ‘Il calcio è un’altra cosa’ urla un infuriato Gasperini al suo difensore, reo di essersi preso due gialli nel giro di un tempo. Qualche dubbio sulla seconda ammonizione perché anche Letizia sembra sbracciare un po’, ma l’errore di piazzamento ad inizio azione resta piuttosto clamoroso. Il suo allontanamento indirizza la gara sui binari del Carpi. VOTO 4

2. Dzeko (Roma) – Ci risiamo. Il bosniaco spreca diverse occasioni da rete, la più clamorosa nel primo tempo quando a porta praticamente sguarnita sceglie la potenza invece della precisione, spedendo il pallone in curva. Sembra quasi svogliato per il resto del tempo in cui sta in campo, altra prestazione pessima. E pensare che in estate…Mistero. VOTO 4

1. Consigli (Sassuolo) – La Fiorentina mette in cassaforte la gara grazie al suo clamoroso autogol. Non possiamo dire di non averne già visti di errori così perché il suo maldestro passaggio in rete somiglia da morire a quello di Padelli in Torino-Empoli dello scorso anno. Peccato perché dopo l’infortunio di Perin, Conte sta facendo il casting per trovare il terzo portiere azzurro per Euro 2016. VOTO 4




Commenta con Facebook