• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-ROMA

La rivolta degli ex fermano la Roma, Totti risorge, Borriello indomabile, Dzeko inguardabile


Marco Borriello © Getty Images
Davide Ritacco

17/04/2016 14:31

ECCO LE PAGELLE DI ATALANTA-ROMA

 

ATALANTA

Sportiello 6 – Si fa sorprendere dal destro non irresistibile di Digne ma è anche leggermente in controtempo sul raddoppio di Nainggolan per una leggera deviazione di Masiello. Nell’assalto finale della Roma viene superato solo dal destro di Totti.   

Masiello 6 – Gara dai due volti. Primo tempo in difficoltà dove non stringe tempestivamente e con grinta sul destro di Nainggolan ma è importante nella ripresa quando c’è da soffrire.

Toloi 5,5 – Non riesce a chiudere sul velocissimo Salah in occasione del secondo gol giallorosso e non dà mai la sensazione di sicurezza regalando anche un’assist a Dzeko. Sa prendersi la rivincita sul bosniaco smorzando un tiro da pochi metri ma è più demerito dell’attaccante della Roma.

Paletta 6,5 – Arriva in ritardo su Digne sul primo gol ma l’argentino è il più presente dei difensori della Dea. Concede pochissimo alla Roma. Ha fatto il massimo.

Dramè 6,5 – Lui che è molto bravo a spingere si limita e viene limitato solo alla fase difensiva che però svolge con molto ordine e abnegazione.

Kurtic 7 – Costringe Digne al cambio e ha tanti passaggi a vuoto nel primo tempo. Nella ripresa è fondamentale nel tamponare le falle lasciate dai compagni.

Migliaccio 6,5 – E’ l’uomo d’equilibrio di Reja. Con le assenze fondamentali di De Roon e Cigarini, tocca a lui gestire i ritmi nerazzurri. Nella parte iniziale del primo tempo fa tanta fatica ma col passare dei minuti ritrova ritmo e convinzione giocando una buona partita.

Freuler 5 – Per forza di cose Reja deve puntare su di lui ma lo scarso ritmo di gara che ha non gli consente di gestire bene la partita e la Roma approfitta della sua mancanza di cattiveria.

D'Alessandro 7,5 – Indemoniato contro la sua ex squadra. Sempre pronto a puntare tutti e ad allungare la squadra costringendo la Roma a ripiegamenti dispendiosi. Trova il gol dell’ex approfittando della défaillance di Digne. Dal 74’ Raimondi 6 – Il suo ingresso abbassa il baricentro dell’Atalanta e lui prova a fare tanta legna prendendosi anche un giallo.   

Borriello 8 – E’ l’eroe del giorno con una doppietta che per poco non stende gli ex compagni. Partita fantastica, indemoniato, mette in difficoltà tutti i difensori di Spalletti. Peccato che il suo terzo gol alla Roma in stagione non serva per la vittoria. Dal 84’ Pinilla s.v.  

Gomez 7,5 – Ha avuto un paio di occasioni clamorose sprecate e su una di queste la Roma ha segnato il gol del raddoppio ma quando ha la possibilità di puntare l’avversario è inarrestabile. Con la Roma sbilanciata diventa l’ago della bilancia del match. Sembra poter far male quando e come vuole ma non chiude in tempo sul destro di Totti.   

All. Reja 6,5 – Accarezza la vittoria per quasi un’ora dopo essere passato dall’inferno da un 0-2 pesante. La sua squadra però ha personalità e grande gamba e sa recuperare. Ottime scelte come Borriello e D’Alessandro che lo ripagano. La salvezza sembra ad un passo ma Totti gli rovina la festa.

 

ROMA

Szczesny 5,5 – I tre gol subiti sono imprendibili ma forse sull’uscita su D’Alessandro avrebbe potuto fare di più. In assoluto non è un muro invalicabile.  

Rüdiger 4,5 – L’esperimento di Spalletti a schierarlo come terzino destro lo espone alla figuraccia contro il folletto Gomez. La mancanza di copertura costante di Florenzi non gli permette di contrastare un giocatore che ha palesemente un passo diverso.

Manolas 5 – Si perde Borriello sul corner che porta al pareggio i padroni di casa. Per tutta la partita si fa portare in giro dall’attaccante e non riesce a trovare le giuste contromosse. Rischia il rosso negli ultimi minuti ma Irrati lo amminisce graziandolo.

Zukanovic 4,5 – Imperdonabile l’errore di valutazione sul secondo gol di Borriello che lo anticipa senza fatica. Rischia tanto anche sul giallo per fallo su D’Alessandro. Dal 54’ El Shaarawy 5,5 – Il suo ingresso modifica lo scacchiere portando la Roma ad un 4-3-3 molto offensivo e poco equilibrato ed infatti non riesce a pungere.

Digne 6 – Il francesino, oltre al bel gol di destro (il terzo in campionato) cerca di limitare anche D’Alessandro ma per sua sfortuna le non perfette condizioni fisiche non gli consentono di contrastare il classico gol dell’ex. Dal 34’ Emerson 5,5 – Bene con alcune azioni personali ma restano fini a sè stesse. Poco in sintonia con i compagni

De Rossi 5 – Verticalizzazioni precise specie nel primo tempo ma scarseggia in coperture preventive. Il capitano gioca una buona gara nel primo tempo ma nella ripresa va in difficoltà come tutta la Roma e lascia la fascia a Totti. Dal 79’ Totti 7 – Dopo tante discussioni, polemiche e allontanamenti, l’anima della Roma entra, segna e tiene ancora viva la speranza al secondo posto. Toglie le castagne dal fuoco a Spalletti e forse è proprio questo il ruolo. Il dodicesimo uomo, l’uomo in più.     

Nainggolan 5,5 – Il belga come sempre, non si limita solo al lavoro sporco ma finalizza anche l’azione più bella della Roma chiudendo in rete un contropiede fantastico. Poi nella ripresa la Roma affonda e lui non ha la forza per ribaltare le sorti di una partita stregata.

Florenzi 4,5 – Non funziona né in copertura (e sarebbe stata fondamentale) né come anello di congiunzione con gli attaccanti. Sulla destra non trova mai il guizzo giusto e anche quando passa interno non brilla. Brutta partita.

Perotti 6,5 – E’ uno dei pochi a salvarsi della banda Spalletti. E’ quello che ci mette sempre qualcosa in più degli altri almeno a livello propositivo, compreso l’assist per Digne e alcune azioni personali determinanti come quella che porta al gol di Totti. Poco cinico sotto porta.

Salah 5 – L’unico gesto di nota è l’assist per il raddoppio di Nainggolan dopo di ché sparisce dalla partita proprio nel momento del bisogno. Dopo la gara sfortunata contro il Bologna sembra aver perso il carisma e la determinazione dei tempi migliori.

Dzeko 4 – Incredibile l’ennesimo errore al 40’; a porta vuota spara alto. Indolente per tutti i 90 minuti sbaglia altre buone palle gol e appoggi facili. E’ un mistero senza soluzione.   

All. Spalletti 4,5 – La scelta di Rudiger a destra con Florenzi in raddoppio per limitare Gomez non paga e l’errore è troppo evidente. Maicon poteva essere una soluzione migliore. Va bene dare un’altra chance a Dzeko ma intestardirsi e lasciarlo in campo pure con l’ingresso di El Shaaraw vale a dire demoralizzare l’italiano e la squadra. Dopo il k.o. del Napoli la Roma aveva un’opportunità magnifica ed invece se l’è lasciata sfuggire per errori suoi, solo l’ingresso di Totti gli permette di guadagnare un punto che potrebbe valere molto.   

 

Arbitro: Irrati 5 – Ancora un’altra partita alle 12.30 dopo i “fattacci” di Udine. Questa volta arbitra la Roma che insegue il Napoli. Prime proteste al 21’ un attimo prima del vantaggio della Roma quando Gomez viene fermato in fuorigioco ma l’argentino sembra in linea, azione importante. Da rivedere l'ammonizione per Zukanovic autore della brutta entrata su D’Alessandro al 36’: il fallo è sulla trequarti ma resta da valutare la posizione di Manolas. Nessuna sanzione nemmeno per Kurtic sul contrasto che costringe Digne al cambio. Ripresa con tanti cartellini, allontana Spalletti ed estrae ancora un giallo per ultimo uomo a Manolas. Decisione al limite ma coerente con quella del primo tempo. 

 

TABELLINO

ATALANTA-ROMA 3-3

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello, Toloi, Paletta, Dramè; Kurtic, Migliaccio, Freuler; D'Alessandro (dal 75’ Raimondi), Borriello, Gomez. A disp.: Radunovic, Brivio, Cherubin, Stendardo, Bellini, Gagliardini, Turrin, Gakpé, Conti, Monachello, Pinilla. All.: Reja

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Rüdiger, Manolas, Zukanovic (dal 54’ El Shaarawy), Digne (dal 34’ Emerson); De Rossi (dal 79’ Totti), Nainggolan; Florenzi, Perotti, Salah, Dzeko. A disp.: De Sanctis, Castan, Torosidis, Maicon, Pjanic, Strootman, Iago Falque, Uçan, Keita, Vainqueur. All.: Spalletti

Arbitro: Irrati di Pistoia

Marcatori: 23’ Digne (R), 27’ Nainggolan (R), 33’ D’Alessandro (A), 37’, 49’ Borriello (A), 86’ Totti (R)

Ammoniti: 35’ Zukanovic (R), 55’ Masiello (A), 67’ De Rossi (R), 90’ Raimondi (A), 91’ Paletta (A), 94’ Kurtic (A), 95’ Manolas (R)

Espulsi: 88’ Spalletti (R)




Commenta con Facebook