• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Atalanta-Roma, Spalletti: "Moviola? Vorrei dell'altro. Higuain non ci intetressa"

Atalanta-Roma, Spalletti: "Moviola? Vorrei dell'altro. Higuain non ci intetressa"

Il tecnico giallorosso ha parlato alla vigilia della sfida


Luciano Spalletti (Calciomercato.it)
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

16/04/2016 13:00

ATALANTA ROMA CONFERENZA SPALLETTI / ROMA - Alla vigilia del match contro l'Atalanta, il tecnico della Roma, Spalletti, si è presentato in sala stampa per la conferenza di rito. Calciomercato.it vi offre le parole dell'allenatore giallorosso, che ha commentato le ultime news Roma: "Oggi ci saranno tutti in allenamento, tranne Gyomber, Falque e Ucan. Per noi l'orario sarà ottimale. Ci alleniamo di solito verso le 12, dunque faremo in campo ciò che facciamo ogni giorno in allenamento. Con lo Zenit una volta giocammo in Siberia, con 5 ore di volo e 4 di fuso orario. Giocammo dunque alle 8 di mattina, stando ai nostri tempi. Lì mi hanno insegnato a giocare sempre e a ogni temperatura. E' qualcosa da trasferire al nosto campionato".

ATALANTA - "Ha giocatori veloci, che sanno puntare. Sarà una gara molto aperta".

MOVIOLA - "Finalmente. Sono d'accordissimo ed è giusto così. Le squadre devono avere ciò che hanno meritato in gara. Io aggiungerei anche dell'altro, ovvero il tempo effettivo. Inoltre servirebbero cinque sostituzioni per la bellezza dello spettacolo. Nell'ultima gara il 15% del possesso palla è stato di Mirante".

INTER-NAPOLI - "Sarà una gara aperta con due squadre che vogliono vincere. Esprimono un buon calcio e il risultato resta incerto".

TIFOSI - "Ad Andield si è visto uno stadio pieno contro il Dortmund. Ho tentato di dire qualcosa, anche sbagliando, non conoscendo bene la materia e le discussioni. Ho tirato in ballo spesso nomi in maniera sbagliata. Dico soltanto che, per squadre che hanno un seguito sentimentale come quello della Roma, l'assenza dei tifosi è una penalizzazione. Se avessimo uno stadio come ne vedo tanti, in Europa ma anche nel nostro campionato, avremmo qualcosa in più da proporre. Sarebbe una spinta importantissima. Occorre prendere atto però della situazione, senza creare degli alibi. Abbiamo una squadra forte e dobbiamo vincere comunque".

DZEKO - "E' un calciatore forte che, non fosse stato per il risentimento, avrei schierato in campo nella passata partita. Se starà bene lo sfrutterò domani".

TOTTI - "E' un calciatore forte e lo tengo in considerazione quanto Dzeko".

HIGUAIN - "Se hanno la possibilità d'avere a disposizione un giocatore come Higuain, per noi non deve cambiare nulla. E' bene che loro usino chi hanno a disposizione. Noi dobbiamo far vedere d'essere al loro livello ma anche più bravi, al di là di chi scenderà in campo. E' una questione di convinzione delle proprie forze. Sarebbe una debolezza sperare che manchi qualcuno".

STROOTMAN - "Strootman sta tornando e ha bisogno di un po' di tempo. Forse se lo metti, non riesce a fare 90' nello stesso modo ma avrebbe bisogno di farli. E' una valutazione difficile".

ESONERI - "L'allenatore dev'essere sempre pronto a essere sostituito o a sostituire. DIspiace che a Sinisa non sia stata data la possibilità di giocare una finale, anche se non conosco certi meccanismi interni. Di certo farà una grande carriera. Io sono un allenatore senza sentimenti, che guarda al risultato. In questo Sinisa è come me".




Commenta con Facebook