• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, Soriano: "Devo tutto ai doriani, quando è arrivata la loro chiamata ho detto subito sì!

Sampdoria, Soriano: "Devo tutto ai doriani, quando è arrivata la loro chiamata ho detto subito sì!"

Il centrocampista classe '91 ha parlato anche di Cassano e di Mihajlovic


Roberto Soriano © Getty Images

13/04/2016 12:02

SAMPDORIA SORIANO MIHAJLOVIC SOGNO EURO2016 / GENOVA - Oggi è diventato un punto di riferimento della Sampdoria, ma Roberto Soriano ha dovuto sudare parecchio per diventare quello che è oggi: "Mi sono trovato benissimo nel calcio tedesco, ho avuto la possibilità di essere convocato nelle nazionali giovanili, quando posso torno in Germania dove vivono ancora i miei genitori e dove ho tantissimi amici. Però ho sempre coltivato il sogno del calcio italiano, quindi quando è arrivata la chiamata della Samp, proprio negli ultimi giorni del mercato di gennaio del 2009, non ho avuto il minimo dubbio: ho detto subito sì”, ha spiegato l'attuale capitano blucerchiato nella lunga intervista concessa a 'BMagazine'. 

“All'inizio non è stato facile, soprattutto come abitudini, come sistemi di gioco - ha ammesso il centrocampista classe '91 - però l'ambiente Samp ha la capacità di coinvolgere i ragazzi, di farli sentire in famiglia e importanti. Un clima ideale per crescere. Nel primo anno ho imparato tantissimo perché dovevo confrontarmi con calciatori affermati. Per esempio c'era Cassano che usava il bastone e la carota, però ha sempre speso belle parole per me e mi ha dato grande fiducia".

Il merito della sua esplosione va ascritto sicuramente a Sinisa Mihajlovic: “Non posso negare che nelle due stagioni con lui sono cresciuto moltissimo, sotto tutti gli aspetti, anche quello di essere più cattivo e determinato in zona gol. E posso fare ancora meglio, devo essere meno buono e bello, servono anche i gol brutti. Questo me lo ripete sempre anche Montella, uno che con i gol ci sapeva fare".

Infine Soriano ha spiegato quanto sia forte il suo legame con la piazza doriana: "La Samp per me è tanto, direi tutto nel percorso della mia carriera. Mi ha permesso di realizzare il sogno di giocare in Italia e, grazie alla Samp, ho avuto anche il piacere e l'onore d'indossare la maglia azzurra. Devo ringarziare tutti: società, allenatori, compagni. Senza di loro oggi non sarei qui a raccontarmi. La Samp non mi ha mai fatto ripensare alla scelta di lasciare il Bayer. La Nazionale? E' un traguardo senza lavoro, sacrificio e dedizione non si raggiunge".

D.G.




Commenta con Facebook