• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, da Seedorf a Mihajlovic: quanti 'fantasmi' da scacciare per Brocchi

Calciomercato Milan, da Seedorf a Mihajlovic: quanti 'fantasmi' da scacciare per Brocchi

Il neo tecnico rossonero è l'ennesima scommessa di Berlusconi e Galliani


Mihajlovic e Brocchi ©Getty Images
Marco Di Federico

12/04/2016 11:05

CALCIOMERCATO MILAN MIHAJLOVIC INZAGHI SEEDORF BROCCHI / MILANO - Sinisa Mihajlovic non è più ufficialmente l'allenatore del Milan. Il tecnico serbo è stato sollevato dall'incarico ed al suo posto, per le ultime sette partite della stagione, ci sarà Cristian Brocchi. Un esonero che sa tanto di fallimento anche e soprattutto per la società rossonera, ripartita l'estate scorsa con un nuovo progetto che doveva essere a lungo termine, ma che si è spento già prima del termine della prima stagione.

Brocchi sarà il quarto allenatore del Milan negli ultimi tre anni. Non siamo al livello del Palermo di Zamparini, ma è certamente un record per una societa che ha sempre fatto in passato della continuità della guida tecnica il suo marchio di fabbrica. Ed invece dopo l'addio di Max Allegri, l'ultimo tecnico a condurre in Europa il 'Diavolo', le cose sono andate sempre peggio. Tre allenatori giovani, in rampa di lancio, tutti e tre 'bruciati' dall'esperienza al Milan. Clarence Seedorf, ex bandiera rossonera, è durato da gennaio fino a giugno 2014, con un mediocre ottavo posto finale. Via l'olandese, ecco Pippo Inzaghi, su cui Berlusconi puntava moltissimo: va ancora peggio, con un deludente decimo posto finale. Ecco allora Sinisa Mihajlovic, il 'sergente di ferro' reduce dall'ottima stagione alla Sampdoria: il feeling con il patron non nasce mai, il ko contro la Juventus è il passo d'addio. Lascia la squadra virtualmente in Europa: sesta ed in finale di Coppa Italia. Ora tocca a Brocchi, anche lui come Seedorf e Inzaghi alla prima esperienza in A: i tifosi rossoneri sperano non sia l'ennesimo flop di queste ultime, travagliate stagioni.




Commenta con Facebook