• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Leicester City, la favola delle 'Foxes' solo l'ultima della serie: la storia delle 'Cenerentole dell

Leicester City, la favola delle 'Foxes' solo l'ultima della serie: la storia delle 'Cenerentole della Premier'

L'Albo d'oro del campionato inglese è ricco di favole simili a quella che sta vivendo la truppa di Ranieri


Shearer-Cantona-Clough © Getty Images
Daniele Gargiulo

11/04/2016 15:45

LEICESTER CITY CENERENTOLE PREMIER LEAGUE / ROMA - Alzi la mano chi non sta facendo il tifo per il Leicester City. Sì, perché è impossibile non essersi appassionato all'incredibile cavalcata della truppa di Ranieri, una formazione che appena dodici mesi fa stava lottando per centrare una salvezza insperata e che oggi si ritrova al comando della Premier League a cinque giornate dalla fine e con sette punti di vantaggio sul Tottenham. Una storia che sta monopolizzando le news Inghilterra e non solo. 

Se le 'Foxes' riusciranno a coronare il proprio sogno regalerebbero il primo titolo alla città delle Midlands Orientali, dando così un lieto fine ad un'autentica favola calcistica. In caso di gloria finale, la loro storia meriterebbe quasi da film. Eppure non sarebbe il primo caso in Inghilterra, dove l'Albo d'oro è ricco di favole che parlano di 'cenerentole' al trionfo.

Calciomercato.it vi racconta quelle più significative: impossibile non partire da quella più recente che vide il Blackburn centrare il suo terzo scudetto (il primo a distanza di ottantadue anni) nell'ultima giornata della stagione 1994-95, nonostante la sconfitta subita contro il Liverpool. Ritornata in massima serie appena due stagioni prima, la formazione biancoblu è stata trascinata al successo da un ragazzotto di 25 anni in rampa di lancio: un certo Alan Shearer capace di realizzare 34 gol in 42 partite e di diventare, nel corso della sua carriera, il bomber più prolifico della storia dell'intera Premier. Una vittoria al cardiopalma quella del Blackburn che riuscì ad avere la meglio del più quotato Manchester United per un solo punto: questo grazie al West Ham capace di fermare sul pari la truppa di Ferguson negli ultimi 90 minuti del campionato. 

In quegli anni i 'Red Devils' divennero quasi degli specialisti nel perdere i duelli sul filo di lana: una storia quasi analoga avvenne anche nel 1991-92, un campionato che vide trionfare un Leeds United lontano parente di quello che faceva incetta di trofei negli Anni ’70 sotto la guida di Don Revie. Come il Blackburn, i 'Whites' sono riusciti a salire sul tetto d'Inghilterra a due stagioni di distanza dalla promozione ed anche stavolta il protagonista è un calciatore che farà parlare molto di sé in futuro: un certo Eric Cantona, sbarcato a 'Elland Road' a gennaio, che formò una coppia d’attacco straordinaria assieme a Rod Wallace. Ancora più pazzesca, invece, la storia dell'Ipswich Town: promosso in prima serie nella stagione 1960-61, dopo una partenza negativa i 'Tractor Boys' misero la quinta dalla diciottesimo turno, riuscendo a raggiungere il gruppo di testa e superarlo in volata proprio all'ultima giornata. 

Una delle storie più belle, però, riguarda non una squadra in particolare, ma un tecnico: quel Brian Clough specializzato nel vincere scudetti partendo dalla seconda serie. La sua leggenda parte col Derby Country, del quale assume la guida nel 1967, lo riporta in First Division tre anni dopo e conquista uno storico titolo nella stagione 1971-72 battendo l'agguerrita concorrenza di Leeds, Liverpool e Manchester City (e stavolta ci è scappato davvero il film…). Ma il suo nome è definitivamente entrato nell'Olimpo della Premier per il capolavoro compiuto alla guida del Nottingham Forest: promozione centrata al primo colpo (gli sono bastati appena sei mesi, essendo subentrato a stagione in corso) e 'double' (scudetto+coppa di Lega) da neopromossa in quella successiva (1977-78) con la bellezza di 7 punti di vantaggio sul Liverpool in campionato. Ma la sua impresa più grande verrà realizzata nelle stagioni successive quando porto i 'Tricky Trees' sul tetto d'Europa per due anni di fila, conquistando la Champions League sia nel 1978-79 e 1979-80. Una favola che a Leicester sperano ardentemente di replicare.




Commenta con Facebook