• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FROSINONE-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI FROSINONE-INTER

Icardi fa rinascere l’Inter, Leali resiste finché può, Rosi in difficoltà contro Perisic


Mauro Icardi ©Getty Images
Davide Ritacco

09/04/2016 16:52

ECCO LE PAGELLE DI FROSINONE-INTER

 

FROSINONE

Leali 6 – Di tiri veri e propri non ne subisce molti e per questo non è chiamato a fare miracoli o straordinari. Peccato per lui Icardi pesca il jolly e lo punisce.

Rosi 5,5 – Molto in difficoltà contro Perisic nel primo tempo che gli va via spesso e volentieri. Nella ripresa sa trovare le contromisure ma il croato riesce comunque a sfornare l’assist vincente.  

Blanchard 4,5 – Va vicinissimo al gol sfiorando il palo in mischia. Se la cava come può contro Icardi e co. fin quando l’argentino non gli ruba il tempo in anticipo e segna. Si fa espellere banalmente e Stellone domenica prossima a Verona sarà senza difesa.

Ajeti 6 – Stringe sempre su Icardi chiudendolo nella morsa con Blanchard. Si prende un giallo pensante che gli farà saltare la prossima partita ma deve essere soddisfatto per la gara giocata.

Pavlovic 6,5 – Nel piccolo Frosinone il suo apporto è fondamentale. Sono ben 5 gli assist in campionato anche questo pomeriggio buona prestazione con traversa inclusa.  

Frara 6 – Il primo tiro della partita è suo ma spedisce la palla di poco a lato. Pecca un pò in mobilità frenando la bellicosità del Frosinone ma ha la sapienza per dirigere le operazioni.

Gori 6,5 – Grandissimo sacrifico nel rincorrere e raddoppiare sempre su Biabiany. Fin quando i polmoni reggono l’idolo dei tifosi della sua città gioca una gara prepotente. Dal 71’ Chibsah 5,5 – Entra e l’Inter passa in vantaggio. Non ha la forza né la classe per prendere per mano la squadra ribaltare la situazione.

Gucher 6,5 – Nella prima parte lascia qualche spazio di troppo poi prende le misure e tatticamente diventa fondamentale recuperando molti palloni.

Kragl 6,5 – Primo tempo all’insegna del sacrifico seconda frazione tutta in ripresa martellando la fascia sinistra. L’assist per il palo di Paganini è suo. Dal 75’ Carlini s.v.

D. Ciofani 6 – Da solo contro tutta la difesa nerazzurra non può fare di più. Ha tanta generosità che mette a disposizione della squadra onorando la maglia con la capacità di combattere.  

Paganini 5,5 – L’occasione più clamorosa è sua quando di testa colpisce il palo con Handanovic battuto. E’ lo sliding doors della partita.

All. Stellone 5,5 – In casa contro le “grandi” ha pagato sempre ma forse oggi contro questa Inter meritava di più. La sua squadra al Matusa ha saputo costruire la sua media punti giocando un calcio semplice ed efficace. Non perdeva in casa da febbraio e adesso a Verona andrà senza Ajeti e Blanchard. La strada si fa sempre più in salita.

 

INTER

Handanovic 6 – Pochi tiri subiti e quando viene chiamato in causa non è impeccabile specialmente nelle uscite.  

D'Ambrosio 6 – Non sempre bene allineato con i compagni di reparto il ché fa risultare la sua prestazione incostante anche quando c’è da spingere per sbloccare la partita.  

Murillo 6 – Alcuni errori banali con un atteggiamento di sufficienza che è poco consono ad una gara comunque importante. Per sua fortuna però il Frosinone non ne approfitta. 

Juan Jesus 5,5 – Gestisce con qualche fatica le incursioni e i tagli degli attaccanti del Frosinone, male in occasione del palo di Paganini.

Telles 6 – Partita altalenante con alcune buone incursioni lavorando bene con Perisic ma anche alcune amnesie gravi che mettono in difficoltà la difesa nerazzurra. Dal 86’ Santon s.v.  

Biabiany 5,5 – Tra i più propositivi del primo tempo ma anche tra i più imprecisi. Insieme a Perisic ha il compito di bruciare l’erba sulle fasce e per un’ora ci riesce ma deve essere più incisivo.  

Felipe Melo 6 – Solita gara sostanziosa con qualche piccolo campanello di nervosismo immotivato. Controlla bene il centrocampo ma è in ritardo sulle seconde palle. Dal 85’ Medel s.v.

Brozovic 6 – Fa girare la squadra con troppi passaggi orizzontali, dovrebbe osare molto di più. E’ sicuramente più a suo agio come mezz’ala.  

Perisic 6,5 – E’ il migliore dei suoi. Le migliori azioni dell’Inter nascono dai suoi piedi compreso il gol. Nel primo tempo sfiora anche il gol in scivolata. Al momento è l’uomo più in forma di Mancini.

Jovetic 6 – Mancini lo toglie dalla naftalina e lo rilancia da titolare. Lui ci mette un po’ a ritrovarsi ma quando si accende fa buone giocate, a dimostrazione che la classe non se n’è mai andata. Come sempre il problema è la continuità, Dal 89’ Palacio s.v.

Icardi 6,5 – Firma anche la vittoria di Frosinone con un mezzo pallone a disposizione. Un genio della statistica con numeri pazzeschi rispetto ai palloni toccati e rifilati in rete: 100 partite in nerazzurro 50 gol.  

All. Mancini 6,5 – Rilancia Jovetic preferendolo a Eder e risparmiando Medel. Questa Inter sembra quella di inizio stagione ottenendo il massimo con il minimo sforzo e rischiando anche un po’. Ma dopo la sconfitta casalinga contro il Torino i tre punti erano fondamentali. Missione compiuta.

 

Arbitro: Tagliavento 6 – Inizio incerto con alcune decisioni che lasciano qualche dubbio anche perché è poco coadiuvato dai collaboratori: Jovetic fermato ingiustamente nel primo tempo così come Ciofani. Nella ripresa i cartellini diventano più intensi anche per Pavlovic ammonito per simulazione ma le immagini non chiariscono del tutto. Giusti i due gialli per Blanchard.  

 

TABELLINO

FROSINONE-INTER 0-1

Frosinone (4-3-3): Leali; Rosi, Blanchard, Ajeti, Pavlovic; Frara, Gori (dal 71’ Chibsah), Gucher (dal 80’ Longo); Kragl (dal 75’ Carlini), D. Ciofani, Paganini. A disp.: Bardi, Zappino, Crivello, M. Ciofani, Pryyma, Russo, Tonev, Soddimo. All.: Stellone.

Inter (4-4-2): Handanovic; D'Ambrosio, Murillo, Juan Jesus, Telles; Biabiany, Felipe Melo, Brozovic, Perisic; Jovetic, Icardi. A disp.: Carrizo, Berni, Santon, Miangue, Gyamfi, Gnoukouri, Medel, Eder, Kondogbia, Palacio, Manaj, Ljajic. All.: Mancini.

Arbitro: Tagliavento di Terni

Marcatori: 74’ Icardi (I)

Ammoniti: 23’ Gucher (F), 29’ Frara (F), 32’ D’Ambrosio (I), 34’ Kragl (F), 49’ Ajeti (F), 58’ Pavolovic (F), 63’ Blanchard (F), 70’ Melo (I)

Espulsi: 80’ Blanchard (F)




Commenta con Facebook