• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Buffon 'stuzzica' le rivali: "Non hanno più alibi. Mi viene da sorridere quando..."

Juventus, Buffon 'stuzzica' le rivali: "Non hanno più alibi. Mi viene da sorridere quando..."

Il capitano bianconero esalta la squadra: "Questa Juve è epocale"


Gianluigi Buffon ©Getty Images

08/04/2016 09:24

JUVENTUS BUFFON 'STUZZICA' LE RIVALI INTERVISTA A LA STAMPA / TORINO - Il portiere e capitano della Juventus Gigi Buffon ha concesso una lunga intervista a 'La Stampa' assieme a Donnarumma del Milan in vista della partita tra le due squadra in programma domani sera a 'San Siro'. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti dell'intervista alla 'bandiera' bianconera sulle ultime news Juventus.

BASTA ALIBI - "Stavolta le nostre rivali sono senza alibi. Quando parti con 12-13 punti di handicap e ti ritrovi a +6 a sette giornate dalla fine, è difficile aggrapparsi a qualcosa. Anche se poi ne viene detta spesso un'altra. Per vincere 5 scudetti di fila devi essere un carroarmato. Questa Juve è epocale".

SQUALIFICA HIGUAIN - "La squalifica non la commento, non tocca a me. Posso solo parlare di Juventus. Quando sento dire 'Eh, però nei momenti decisivi la Juve...' mi fa sorridere, non ridere. Tutto è relativo: A Sassuolo, al 25’, la Juventus è rimasta in dieci per una doppia ammonizione a Chiellini e dopo 10 minuti c’era un rigore sacrosanto su Sturaro. Poteva essere la pietra tombale. Mi sembra che chi è andato in conferenza abbia mirato ad altro tipo di responsabilità e colpe: è la vera differenza".

BONUCCI-RIZZOLI - "Sentivo e leggevo di una testata a Rizzoli: boh, io c’ero e non l’avevo vista. Leonardo, in modalità aggressiva, si è avvicinato alla testa dell’arbitro, ma senza toccarlo: differenza sostanziale. È giusto che un arbitro spieghi. Non trovo invece intellettualmente corretto che nessuno abbia colto la differenza".

MILAN-JUVE - "Paura no, ma ci vuole grande rispetto. Hanno organici e qualità nei singoli da ribaltare il pronostico".

FUTURO MORATA - "Leggo che la Juve dovrà essere spettatrice. Morata ha tutto per fare la differenza, quando non presenta anomalie psicologiche".

CHAMPIONS LEAGUE - "Cosa resta della Champons? La delusione, ma nessun rimpianto".

S.D.




Commenta con Facebook